Numero Uno

Maggio/Giugno 2010

L'EDITORIALE

Una nuova scommessa per la musica italiana

Ha senso ancora parlare di editoria musicale su carta stampata? Domanda legittima dopo che la motosega chiamata crisi è passata sulla testa di tutti, ma in particolar modo su quelle delle piccole realtà, facendone spesso brandelli. Noi siamo riusciti a non farci rasare, schiacciare del tutto (diciamo però che abbiamo preso una bella pettinata...) e proprio come un prato tagliato si cresce più forti di prima.Si cambia nome e da L’Isola che non c’era si passa il testimone e si diventa L’ISOLA della musica italiana. Si riparte scommettendo su un nuovo modo di essere presenti sul mercato, un concetto di “circuito” distributivo gratuito, strutturato inizialmente su 10 città (Torino, Genova, Milano, Brescia, Verona, Bologna, Firenze, Roma, Pescara e Napoli). In ognuna di queste grandi città la rivista sarà distribuita gratuitamente in 10 tipologie di luoghi differenti ma affini, luoghi strategici, vivi, attivi, luoghi frequentati da chi ama la musica e la segue. Sarà possibile trovarla quindi nei negozi di dischi e strumenti musicali, librerie, locali, teatri, biblioteche, scuole di musica e studi di registrazione, eccetera. Non in tutti, ovvio, essere così capillari con un prodotto da 52 pagine a colori gratuito non sarebbe possibile, ma quando parlavamo di “circuito” si intendeva proprio questo: la costruzione di un reticolo di luoghi su tutto il territorio nazionale dove poter incanalare cultura musicale, sia attraverso la rivista stessa (saranno oltre 80.000 copie le copie distribuite) ma anche con presentazioni di libri, dischi, concerti, convegni, e qualsiasi altra iniziativa nascerà dalla collaborazione con tutti i “partner” del circuito-Isola. Una volontà forte di diventare interlocutore privilegiato per ogni realtà musicale che voglia raggiungere il proprio target di riferimento. Siamo pronti per questa nuova sfida, grazie anche al nuovo sito aggiornato quotidianamente (ormai pietra angolare di questo progetto) dove potrete trovare recensioni, news, interviste, segnalazione di concerti, oltre ad una serie di servizi per pubblico, musicisti e addetti ai lavori. Nel frattempo abbiamo cambiato formato, rifatto il look e aggiunto rubriche nuove (vi segnalo quella a pag. 49 per i patiti delle copertine, dove anche il mitico google non potrà aiutarvi, ma dovrete contare solo sulla vostra memoria...).Non ci resta che varare questa nave e salirci sopra. La destinazione è sempre la stessa: l’isola, un’isola, che non c’era. E come diceva il buon Bennato, ora più che mai, “... ti prendono in giro se continui a cercarla, ma non darti per vinto perché chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle forse è ancora più pazzo di te”. Venghino signori, venghino, in questo mondo di pazzi...

Francesco Paracchini
paracchini@lisolachenoncera.it

Articoli recenti

Samuele Bersani

La fortuna che abbiamo

di Giulia Zichella

Marco Cantini

Siamo noi quelli che aspettavamo

di Gianluca Clierici

Loomings

Everyday Mytology

di Andrea Romeo