ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Alice: il suo Viaggio in Italia, da Napoli in Germania

La cantautrice terrà a ottobre una serie di concerti in terra tedesca

Alcuni viaggi non finiscono mai, restano dentro, circolano tra mente e cuore, aprono nuovi spiragli indicando percorsi interiori rigeneranti. Il Viaggio in Italia di Alice è tra questi. La nostra Valeria Bissacco già ci aveva raccontato con parole e immagini la data di Bologna del 27 Marzo (potete leggere l’articolo a questo link).

Nella splendida e suggestiva cornice del Cortile d’Onore del Palazzo Reale di Napoli, all’interno del nutrito cartellone del Napoli Teatro Festival, lo scorso 8 luglio, il pubblico presente ha vissuto un’esperienza di musica e bellezza fuori dal comune grazie all’arte, sempre fulgida, altissima e intatta nella dignità, di Alice. La sua voce, unita a carisma ed espressività eccezionali, si è rivelata una potente traghettatrice sulla rotta della migliore canzone d’autore italiana, patrimonio poetico e musicale di valore inestimabile.

Il viaggio ha preso il via da Un blasfemo di Fabrizio De André per approdare  nell’Altantide di Francesco De Gregori e nella Lindbergh di Ivano Fossati, fino a raggiungere l’universo di Lucio Dalla con Almeno pensami e Il cielo. Di grande intensità le riletture di Non insegnate ai bambini di Giorgio Gaber e Auschwitz di Francesco Guccini. L’immersione nel mondo del suo mentore per antonomasia, Franco Battiato, ha toccato punte emozionalmente acute con I treni di Tozeur, Prospettiva Nevski e La cura, ma anche in gioielli come L’era del mito e Nomadi di Juri Camisasca, L’umana nostalgia e La realtà non esiste di Claudio Rocchi e ancora A’ cchiù bella, canzone dell’indimenticata Giuni Russo su testo di Totò.

 

Nella traversata d’autore, Alice ha incastonato alcune perle tratte dal suo repertorio: Il contatto, Dammi la mano amore, Il sole nella pioggia, oltre alle più note Il vento caldo dell’estate (singolo del 1980 che la consacrò definitivamente) e Per Elisa (vincitrice del Festival di Sanremo 1981) a conclusione del viaggio. Al fianco dell’artista due musicisti di elevata caratura come Claudio Guaitoli (pianoforte e tastiere) e Antonello D’Urso (chitarre e programmazioni). Il Viaggio in Italia di Alice non si ferma a Napoli, ma approderà in Germania il prossimo ottobre per una serie di concerti che toccheranno Leipzig (1 ottobre, Haus Auensee), Mannheim (3 ottobre, Rosengarten – Mozartsaal), München (4 ottobre, Circus Krone), Düsseldorf (5 ottobre, Tonhalle). Un’occasione speciale per valorizzare e far conoscere un pezzo importante della nostra tradizione cantautorale attraverso un’interprete che rappresenta una gemma luminosa e preziosa del panorama musicale italiano. 

Crediti Foto: Salvatore Minopoli e Mattia Tarantino

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento