ultime notizie

Franco Battiato, l’uomo che ci ...

  È stata una splendida e sobria serata quella che ieri sera, al teatro della Triennale, ha ricordato il “cittadino milanese” Franco Battiato, il musicista giunto dalla sua solare Sicilia per conquistare ...

Zuccarino Rehab. Esce il nuovo lavoro 'Suite numero due - Catena'

Sempre rivolto alla contaminazione e ad un certo gusto in bilico tra pop e psichedelia, ecco il nuovo disco di Graziano Zuccarino, al secolo Zuccarino Rehab. Il titolo è Suite numero due - Catena, lavoro di liriche in dialetto abruzzese che prende spunto dallo sbarco dei Turchi avvenuto nel 1500 e del rapimento della bellissima Domenica Catena (che, come narrano le cronache, fu portata in “dono” al Sultano dal comandante della spedizione Pialì Bassa) a cui tutto il lavoro in qualche modo torna più e più volte.

                                         (vedi il video)

“Un disco crepuscolare a cavallo tra la Majella e l'Adriatico”, così lo definisce lo stesso Zuccarino quando gli si chiede di riassumere il senso di questo lavoro. E la presenza del territorio abruzzese è viva, presente. Nei testi, certo, ma anche nell’approccio agli strumenti, alla ricerca sui suoni che partono dalle tradizioni ma diventano poi mood moderno e funzionale al progetto stesso. Scrive bene Zuccarino e anche la squadra con cui lavora è scelta con cura e coerente al percorso umano e artistico che ha deciso di intraprendere. Una nuova avventura questa di Suite numero due, dopo che qualche anno fa si era cimentato con “Progetto Baffone – suite n.1”, un viaggio più introspettivo, un confronto tra un protagonista e il suo alter ego.

Ed oggi questo nuovo lavoro, di cui in rete troviamo il primo singolo estratto: Libera liberata, corredato anche di un bel video diretto da Pietro Falcone.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento