ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Anfiteatro Martesana - Via Agordat Milano

Band on Stage - 1ª edizione

Ci sono tanti concorsi in Italia, tante occasioni per aiutare gli artisti giovani, e meno giovani, a dimostrare di saper stare su un palco. Ce ne sono alcuni che per vocazione, per scelta, puntano dritto verso un “target” preciso, quello degli emergenti puri, di chi spesso non ha ancora un disco vero tra le mani. Un mondo straordinario fatto di passione, di giovani, spesso giovanissimi musicisti che vogliono provare a cimentarsi con un pubblico, quando ormai la sala prove e i live nel proprio paese non bastano più.

Questo è un po’ lo spirito che ha mosso gli organizzatori di “BAND ON STAGE”, la 1ª edizione di un concorso voluto fortemente dal Consiglio di Zona 2 di Milano e nello specifico dal Presidente della Commissione Cultura di quella circoscrizione, Carole Lynn McGraph, che ha scelto la struttura di Melarido per la parte organizzativa.

 

La serata finale si è svolta venerdì 26 luglio, nella suggestiva location dell’Anfiteatro Martesana, zona NordEst di Milano. La vittoria è andata ai Terzo Profilo, gruppo milanese che ha preceduto i lodigiani MaNiA e gli Esperia Band, terzi, che provenivano da Cassinasco, un paesino in provincia di Asti.

 

Le serate della fase finale, nel complesso, sono state quattro, perché nei tre venerdì precedenti sullo stesso palco si erano presentati vari gruppi (nove in totale, scelti da una precedente selezione) da cui ne usciva un solo vincitore per serata che passava appunto direttamente nella finale di venerdì 26 luglio.

Buono il livello generale dei partecipanti e vale la pena spendere due parole su di loro, visto che ognuno ha potuto presentare per quattro brani a testa e non come spesso capita nelle finali uno solo. Quattro brani non possono certo essere identificativi di un gruppo, di una storia, ma sicuramente sono sufficienti per capirne il potenziale.

 

Cominciamo dagli Esperia Band, gruppo tra i più giovani che hanno partecipato a questo contest, con la vocalist Cecilia Urietti appena diciassettenne… Seppur molto giovani, il gruppo è rinato nel 2012 sulle ceneri di un precedente progetto (I Marsupiali, nati nel 2009) e con l’innesto di Cecilia cambiano passo, cercano nuove strade e nuove atmosfere (un brit pop anglosassone è ben presente negli arrangiamenti e nel modo di portare il ritmo). Qualche soddisfazione se la sono già tolta, arrivando per esempio terzi alla finale regionale di Emergenza Festival e suonando all’Hiroshima Mon Amour.
Della perfomance milanese a Band on Stage merita di essere sottolineata soprattutto la cura degli arrangiamenti (decisamente non banali) che arricchiscono ogni brano. Qualche debolezza compare qua e là nella voce di Cecilia, ma con a fianco quattro musicisti così affiatati è una lacuna che verrà colmata in poco tempo e con qualche decina di concerti in più, visto che l’emozione gioca sempre brutti scherzi specie nei primi mesi di affiatamento generale e quando sei poi davanti ad pubblico ed ad una giuria per una finale.

 

Passiamo adesso ai MaNiA, giunti secondi e che fino alla fine hanno insidiato il primo posto di questo contest. Suono energico che pare già ben strutturato, personale, con un punto di forza notevole nel frontman Gionata Camagni. Non una grande voce in senso stretto (quindi niente estensioni vocali particolari, vocalizzi o cose del genere), ma una grande padronanza degli spazi sul palco, quella che in gergo viene definita un’ottima presenza scenica. Loro sono lodigiani e hanno all’attivo un Ep uscito qualche anno fa ma a breve dovrebbe vedere la luce un nuovo lavoro, più compiuto e maturo. Parlando a fine gara con tutti loro emergeva una gran voglia di cercare (giustamente) una propria strada, un suono che li caratterizzasse, ma soprattutto colpiva il rispetto di ognuno di loro verso vari generi musicali (dal rock più puro all’elettronica anni ottanta fino alle radici del cantautorato storico italiano), questo a dimostrare che per “costruire” qualcosa si può e ci si deve confrontare in maniera intelligente con il passato. Solo così si riuscirà a capire meglio cosa o non cosa si vuole mettere nella propria musica. Un gruppo in ascesa di cui sentiremo certamente parlare.

 

Ed ora spazio ai Terzo Profilo, rock band milanese che vince questa 1ª edizione di Band on Stage, con una classica formazione rock “italiana”, chitarra, basso, batteria e frontman alla chitarra e voce. Anche in questo caso, seppur ancora giovani, il gruppo con questa formazione nasce nel 2010 sul nucleo di Faber (batteria) e Leo (chitarre e tastiere) a cui si aggiungono Al (basso) e Filo (voce principale e chitarra).

Il repertorio iniziale, come spesso accade (e giustamente possiamo aggiungere), si basa su molte cover ma fin dalle prime sezioni di prove nasce la voglia di scrivere canzoni proprie, mettere in musica emozioni e idee che scorrono nelle vene dei quattro musicisti. Pian piano arrivano le prime soddisfazioni e tra queste va ricordata sicuramente l’apertura del concerto di un grande musicista tenutosi al Legend 54 di Milano a fine 2012. Fanno da spalla infatti a Maurizio Solieri, mitico chitarrista, di certo tra i più talentuosi in Italia, che dopo aver fondato la Steve Roger Band diventa punto di forza del suono di Vasco Rossi, senza dimenticare l’enorme lavoro e le centinaia di serate con le Custodie Cautelari.
Ma tornando all’esibizione della finale di Band on Stage, vanno segnalati alcuni punti di forza del gruppo come la buona tecnica già acquisita da alcuni componenti e la buona scorrevolezza dei testi che, seppur presentando alcuni passaggi carichi di luoghi comuni - francamente evitabili - , in generale dimostrano un certo spessore che a questo livello è difficile trovare. Meno convincente invece è l’uso della voce (non certo l’intonazione, che invece è valida) che ogni tanto emerge nei brani. Sicuramente un retaggio dei “miti” che come dicevamo prima sono inevitabili agli inizi di un percorso basato su cover. Ecco perché il consiglio è di trovare una “propria” voce che comunque già si palesa in molti passaggi e che riesce a risultare convincente. Per il resto non resta che augurare ai Terzo Profilo molti live e vincendo Band on Stage siamo certi che questo li aiuterà. Così come aumenterà in loro la consapevolezza che la strada intrapresa è quella giusta e che d’ora in poi l’impegno richiesto sarà ancora maggiore.
Le premesse per togliersi altre importanti soddisfazioni ci sono, e a nostro giudizio l’aspetto su cui dovranno lavorare di più è la ricerca di un amalgama tra le loro quattro personalità, già ben delineate singolarmente ma non del tutto come gruppo.

Però, come dicevamo per gli Esperia Band e i MaNiA, l’età gioca a loro favore e quando a fine gara i giurati hanno voluto confrontarsi con i tre gruppi, ognuno ha interagito e commentato in maniera costruttiva le riflessioni comuni che ne uscivano. Sintomo di apertura mentale che non può che dare buoni frutti (qui sopra una foto con tutti i componenti dei tre gruppi finalisti)

 

 Ricordiamo che prima di questa finale ci sono state tre semifinali, dove si sono esibiti nove gruppi (tre per serata) e che al termine di ogni serata il vincitore passava direttamente alla finale. Tolti i tre finalisti, qui di seguito gli altri 6 gruppi (in ordine alfabetico) che hanno suonato nelle semifinali.

Additive (Como) - Box 15 (Segrate) - Mombello Express (Milano) - Moving To Eliot (Cinisello Balsamo) - Noir Project (Torino) - Stereocut (Monza-Milano)

 

Chiudiamo spendendo due parole sulla Giuria che ha presieduto alla finale, composta da un gruppo di addetti ai lavori ben introdotti nel mondo della discografia e dello spettacolo in generale. Erano presenti infatti Walter Calloni (uno dei più importanti batteristi italiani, compagno di viaggio di grandi personaggi del calibro di Finardi, Battisti, Pfm, Vecchioni, Battiato, Area, Ivan Graziani….), Gino De Stefani (autore e compositore di molti brani di successo per artisti come Laura Pausini, Ricchi e Poveri, Dori Ghezzi, nonché autore di colonne sonore e di molti campagne pubblicitarie), Francesco Paracchini (direttore della testata musicale L’Isola che non c’era, specializzata in musica italiana), Federico Riccardo Chendi (uno dei due responsabili del Ligera, storico locale milanese che si è sempre contraddistinto per una ricca programmazione live di gruppi e artisti emergenti), Stefano Menegale (direttore d’orchestra, musicista, attore, cantante, conduttore televisivo e vocal coach di molte scuole di Musical), Massimo Latronico (musicista, fondatore e direttore artistico dell’Orchestra di via Padova, un ensemble straordinario che raggruppo ben 18 elementi), poi ancora Carole Lynn Mc Graph (presidente della Commissione Cultura della Zona 2 di Milano) e per finire Rosanna Bergonzi (ex direttore artistico di label importanti, nazionali e non, autrice, regista nonché direttore artistico di alcuni teatri di caratura nazionale) che in qualità di responsabile della Giuria ha coordinato la fase della votazione.

Un ultimo plauso va alla parte organizzativa del concorso e cioè a Melarido srl, una realtà ormai consolidata nel mondo dell’intrattenimento che ha in Marco Negri e Mario Fedeli i terminali di una struttura dinamica e dall’esperienza ultradecennale. In definitiva questa prima edizione di Band on Stage ha gettato le basi per consolidare un evento capace di coniugare valorizzazione del territorio e sogni giovanili che attraverso la musica hanno una valvola di sfogo che le Istituzioni possono e devono tener viva. E, visti i risultati, crediamo proprio che i segnali siano incoraggianti.

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Ufficio Stampa della manifestazione:

Guido Robustelli – Comunicazione Musicale & Progetti

guido.robustelli@fastwebnet.it  - 348 390 60 98

 

Altre info sulle band:

Terzo Profilo

https://www.facebook.com/t3rzoprofilo?hc_location=stream

http://www.terzoprofilo.com/

https://twitter.com/terzo_profilo

http://www.youtube.com/user/TerzoProfilo

 

 

MaNiA

https://www.facebook.com/MaNiAofficialit

http://www.maniaofficial.it/

https://twitter.com/MaNiAofficialit

https://myspace.com/mania_official

 

 

Esperia Band

https://www.facebook.com/Hesperiaband.it?fref=ts

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2013-07-26
  • Luogo: Anfiteatro Martesana - Via Agordat Milano
  • Artista: Band on Stage - 1ª edizione

Altri articoli di Francesco Paracchini