ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Teatro della Tosse, Genova

Roberta Alloisio-Armando Corsi

Genova è una città alquanto strana. Tirchieria? parsimonia? Può darsi. O forse semplice pudore, almeno quando deve esibire le proprie “glorie”. Fatto sta che quando si tratta poi della così detta “scuola genovese”, le istituzioni troppe volte sembrano proprio mettere la testa sotto la sabbia. Non questa volta. Non per commemorare i 50 anni della scomparsa di Luigi Tenco (che - come tutti sanno - genovese non era di nascita, ma che “genovese” era di appartenenza). E lo ha fatto con una serie di iniziative e mostre il 7 gennaio grazie al prezioso lavoro dell’Assessore alla Cultura Carla Sibilla.

L’epitome della giornata è stato il concerto che Roberta Alloisio e Armando Corsi hanno tenuto presso il Teatro della Tosse. Un po’ a sorpresa, mentre stava lavorando a un nuovo disco dedicato alla Corsica (che dovrebbe uscire nella tarda primavera), la Alloisio ha registrato alla chetichella un bellissimo cd proprio con la “chitarra che sorride” interamente dedicato a Tenco. Eccoli, quindi, sul palco a presentare questo nuovo importante lavoro.

A dire il vero l’inizio della serata ricorda la vetta del Tourmalet per un velocista o - per dirla alla Venditti - “Una montagna troppo alta da scalare”. Roberta è, infatti, fresca fresca di tracheite e influenza. E in scaletta il primo brano è nientemeno che Mi sono innamorato di te. Una stilettata alle corde vocale… “Dopo il primo pezzo pensavo di salutare tutti e andarmene disperata. Non credevo davvero di farcela” ci confessa a fine spettacolo. Ma in realtà è questione di un attimo. Il velocista scalda i muscoli. Il Tourmalet è sempre lì bello alto; fa paura (“Per la prima volta nella mia carriera ero davvero terrorizzata”), ma è raggiungibile. A poco a poco la voce si scalda e lo spettacolo decolla. Alloisio e Corsi sono bravissimi a non cadere nel retorico o - peggio - a cercare di rendere filologicamente i brani di Tenco. Certo, alle volte si rischia di deragliare in alcuni arrangiamenti (chi scrive ha, per esempio, qualche perplessità verso una Vedrai vedrai leggermente “oltre le righe” e quasi flamenco). Ma il più delle volte, invece, tutto funziona, eccome. Si esplora, così, il Tenco più intimista ovviamente, ma anche quello più sociale e “politico”, così come quello sarcastico e ironico (alla faccia di chi continua imperituro ad affermare che Tenco è cantante musone e depresso!). Riuscendo anche a “disinnescare”, modificandolo, il ritornello di Ciao amore. Sorprendente è, poi, il recupero di un brano inciso da Ombretta Colli (scritto con Giorgio Gaber su musica di Saro Cosentino) nel 1984, Luigi e gli americani.

Ad impreziosire la serata, la presenza di alcuni ospiti come Enrico Campanati (storico attore del Teatro della Tosse) e sua (fresca) moglie Carla Peirolero (anch’essa attrice e anima del Suq di Genova) che dimostrano come alcuni di testi di Tenco sappiano reggere benissimo la sfida letteraria anche senza il supporto musicale. O come il sorprendente Coro Menestrelli diretto da Elsa Guerci dell’Associazione Elicona capace di rendere una splendida versione di Cara maestra e de Il mio regno con armonizzazioni tutt’altro che banali.

Ma non c’è dubbio che la vera guest star è Fausto Mesolella. Ogni volta che entra in scena vibra qualcosa nell’aria. La magia. La classe. E con quei due (Corsi e Mesolella, appunto) ai lati, la voce della Alloisio sembra restare avvolta sotto le coperte come in un giorno di neve. Tutto diventa caldo e intenso.

Una serata, insomma, splendida che ha fatto segnare il sold out (fatto tutt’altro che scontato per una città come Genova e per la data a ridosso del rientro vacanziero).

L’Assessore Sibilla afferma che il Comune si impegnerà per istituire ogni anno una giornata di gennaio dedicata a Tenco. Lo speriamo. Ma chi scrive è genovese anche lui e quindi avvezzo a ragionare nel “breve periodo”. Ecco perché intanto ci godiamo questo nuovo disco di Roberta Alloisio e Armando Corsi.

Tracklist:

Mi sono innamorato di te
Ah l’amore l’amore
Se sapessi come fai
Ballata di un marinaio
Un’ultima carezza
Un giorno dopo l’altro
Il tempo passò
Io sì
Lontano lontano
Angela
Ho capito che ti amo
Vedrai vedrai
Ciao amore ciao
Luigi e gli americani
Ti ricorderai di me 

(Le foto sono di Annalisa Fornasari)

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2017-01-07
  • Luogo: Teatro della Tosse, Genova
  • Artista: Roberta Alloisio-Armando Corsi

Altri articoli di Andrea Podestà