ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Blue Note, Milano

Chiara Galiazzo

Domenica 23 aprile al Blue Note di Milano una doppia anteprima tour, con la quale l’artista veneta presenta il suo nuovo progetto musicale e inaugura, dopo un periodo di riflessione e reduce dall’esperienza sanremese, il ritorno sulle scene. Accompagnata da un band di cinque elementi, Chiara sviluppa uno spettacolo coinvolgente e al tempo stesso intimo, in una sala gremita (nonostante il doppio spettacolo racchiuso in poche ore), con una particolare e delicata sensibilità interpretativa in grado di arrivare forte ai fan che la seguono da tempo così come a chi sta conoscendola solo ultimamente.

Impossibile non notare il grande cambiamento di immagine e di stile musicale, con melodie meno iperpop che virano invece su nuove sonorità musicali. E a dimostrare concretamente questa sua nuova veste ci sono i brani dell’album Nessun posto è casa mia, uscito dopo la sua partecipazione a Sanremo 2017. Chiara è decisamente cresciuta e maturata artisticamente, come ci racconta alla fine del concerto Mauro Pagani, produttore artistico dell’album, che aggiunge: “è uscita da un mondo e da un genere che non sempre è riuscito ad esaltarla a pieno. Ora Chiara è una cantante adulta e questo è il primo lavoro di una produzione musicale che sono sicuro darà molti frutti anche in futuro”.



Venendo al concerto, ancora una volta Chiara non delude dal punto di vista vocale, esibendosi anche in due splendide cover (Diamante di Zucchero/De Gregori, presentata anche al festival di Sanremo nella serata delle cover, e Stardust della pop star britannica Mika), senza contare il timbro particolarissimo e la grande estensione, una voce che risuona perfetta anche alla seconda replica. Ormai più sciolta e sicura anche sul palco (e non solo in studio) Chiara riflette poi sul concetto di “casa”, come nel suo nuovo pezzo Nessun posto è casa mia, raccontando che “i posti sono semplicemente persone”, che è il calore umano a farci sentire al sicuro ovunque, a permetterci di essere noi stessi. Una riflessione autobiografica, che continua raccontando che lei stessa, grazie alle persone, ha potuto sentirsi a casa e finalmente ritrovare se stessa, anche da un punto di vista musicale, ri-presentandosi al mondo esterno in tutta la sua spontanea ed autentica originalità.

Non mancano quindi i ringraziamenti verso molte di “queste persone” e si percepisce che sono ringraziamenti davvero sentiti, non parte di una finta routine da palco. Gente che l’ha fatta sentire a casa, in primis le amiche milanesi, la produzione del disco, l’ufficio stampa e tutti i membri della band e dello studio di registrazione.

Un pensiero speciale va ovviamente a Mauro Pagani, produttore e vero motore creativo di questa nuova strada che Chiara ha intrapreso in maniera decisa e convinta. E a dimostrazione di questo forte affiatamento tra i due, Pagani è al suo fianco per tutto il concerto, accompagnandola con vari strumenti (sempre impeccabili i controcanti con flauto e violino) e seppur i musicisti non mancano certo sul palco, Chiara cerca spesso i suoi occhi per trovare quella tranquillità che già a metà concerto diventa però certezza di aver superato la “nuova” prova. Il pubblico, davvero eterogeneo, segue con attenzione e non deve stupire che sono in molti quelli che sanno a memoria (anche) i brani nuovi, testimonianza palpabile che qui non stiamo parlando solo di un gruppo, seppur numeroso, di fan della prima ora, ma di come Chiara riesca ad ampliare il suo pubblico concerto dopo concerto.

La serata si conclude sulle note del nuovo brano Grazie di tutto, con Chiara che ormai trattiene a stento la commozione. Sentimento più che giustificabile, visto che il concerto di questa sera è servito a sancire in maniera inequivocabile la distanza da quel progetto musicale iniziato quasi cinque anni fa. È consapevole Chiara che la sua voce, piena e sicura, ha preso una strada e un’identità che saprà posizionarla tra le protagoniste della grande canzone italiana. Seguendola fin dalla prima ora, e avendo visto il concerto questa sera, ne siamo convinti anche noi.

(Foto live di Eleonora Lorenzato)

 

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2017-04-23
  • Luogo: Blue Note, Milano
  • Artista: Chiara Galiazzo