ultime notizie

Insegnare ai giovani e cantare la ...

Giovedì 18 Ottobre alle 19,30, nel Food store ‘Questione di Gusto’ in Via Pusterla 45 a Brescia (tel. 030/337788) verrà presentato il nuovo disco di Roberto Guarneri, “Storie ...

Pieve Ligure

Lucina Lanzara

E’ uscito da qualche mese il nuovo progetto discografico di Lucina Lanzara, Isòla. Un disco ambizioso e coraggioso che sa unire jazz, fusion e suoni mediterranei, tra vocalizzi e sperimentazioni e che può forse un poco spiazzare chi aveva avuto modo di conoscere i precedenti lavori (decisamente più cantautorali) dell’artista siciliana. Isòla (proprio così, parola piana e non sdrucciola!) nasce come evoluzione della colonna sonora del documentario su Salina di Michele Di Salle e Luca Papaleo dal titolo Il resto dell’anno.

Il lavoro è stato presentato in anteprima a Pieve Ligure con la partecipazione di due straordinari musicisti genovesi: Edmondo Romano e Riccardo Barbera. Un concerto preparato con grande fatica, in pochissimi giorni tramite collegamenti skype.

Devo dire che ero un po’ preoccupato, da una parte perché conosco “i miei polli”, nel senso che conosco bene quanto sia difficile il pubblico genovese (una ruvidezza che corrisponde anche molto al carattere del genovese un po’ “mugugnone", ma anche una persona che poi sa aprirti il cuore quando riesci ad entrargli dentro, tutto l’opposto di una siciliana solare come Lucina) e, dall'altra parte, avendo avuto la grande opportunità di sentire questo disco in anteprima, sapevo quanto fosse un lavoro particolare, prezioso ma anche difficile, il quale, aveva bisogno di grande ascolto, di grande attenzione. Insomma, non vi nascondo che ero preoccupato dell’accoglienza ligure! Ancor di più, questa mia preoccupazione è aumentata quando, in una sala strapiena di gente, Lucina Lanzara è entrata con una candela ed ha acceso ad ognuno di noi un piccolo cero che ci era stata consegnata all’ingresso.

Dopo di che è successa una magia che solo la musica può fare: l’artista siciliana è salita sul palco ed i tre hanno incominciato a suonare ed a interpretare questo lavoro difficile, dove non ci sono parole, solo vocalizzi. A poco a poco ho visto intorno a me persone che si sono letteralmente sciolte ed ho visto la magia dell'eccellenza della voce di Lucina seguire le note di Edmondo Romano e Riccardo Barbera e viceversa, gli strumenti inseguire la voce straordinaria di Lucina. Si è creata un’alchimia incredibile e, alla fine, eravamo noi del pubblico che inseguivamo questa magia che si stava svolgendo sul palco. Non a caso è stato un successo, con tantissimi applausi, con tantissima attenzione, quella che merita questo progetto, e con tante persone che sono andate proprio a salutare ed a ringraziare l’artista a fine spettacolo.

Isòla è un lavoro che emoziona e, al di là della retorica, che va ascoltato proprio con il cuore, ancor più che con la mente e il fatto che sia un’opera strumentale, in cui manchino le parole, aiuta in questo senso. Un lavoro, insomma, prezioso, sospeso nel tempo o forse proprio fuori dal tempo. Se ne avete occasione non ve lo lasciate sfuggire, così come non vi lasciate sfuggire i prossimi concerti di Lucina Lanzara.

 

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2018-01-12
  • Luogo: Pieve Ligure
  • Artista: Lucina Lanzara

Altri articoli di Andrea Podestà