ultime notizie

Undicesima edizione del Premio Valentina Giovagnini

Pozzo della Chiana, Arezzo 14-15 Settembre 2019 Premio Valentina Giovagnini 2019  Per quanto ci si impegni a scrivere qualcosa a proposito del Premio Valentina Giovagnini, va subito detto che è un ...

Teatro Filarmonico, Verona

Sergio Cammariere

Noi dell’Isola Sergio Cammariere ce lo ricordiamo quando agli inizi, anno 1997 o giù di lì, si aggirava intimidito durante il Premio Tenco nel foyer dell’Ariston e a volte si rifugiava al nostro banchetto, un po’ spaurito un po’ in cerca di qualcuno con cui fare due chiacchiere. Lo avevamo conosciuto così e ci aveva dato l’impressione di una persona certamente simpatica ma soprattutto genuina, impressione che ad oggi non è cambiata nonostante di acqua sotto i ponti ne sia passata parecchia insieme alla conferma di avere a che fare con un talento come pochi. La timidezza, quella no, non è stata del tutto mandata via, ma dal vivo oggi Cammariere è padrone del palco dove con i suoi musicisti ripercorre dieci anni di canzoni nel tour che ha fatto seguito all’antologia Cantautore piccolino uscita dopo Sanremo. Ed il pubblico del Filarmonico di Verona pare apprezzare: una decina di minuti di applausi alla fine, per lui ma anche per i quattro compagni di avventura, compreso quel Fabrizio Bosso che da un po’ di tempo a questa parte mette la sua tromba a disposizione dei brani tra jazz e chanson d’oltralpe del cantautore crotonese.

In scaletta tanti gli estratti da “La pace del mare lontano”, compresa la funambolica title-track e Tutto quello che un uomo, brano che durante l’edizione sanremese del 2003 aprì a Cammariere le porte del grande pubblico; ma anche qualche ripescaggio da “Sul sentiero” e “Il Pane, il Vino e la Visione”, ultimo disco in studio da cui viene ripresa la splendida Padre della notte per uno dei momenti migliori di tutta la serata.
Prima del bis la bossa rallentata di L’amore non si spiega, presentata all’ultimo Festival, raccoglie buoni applausi e in chiusura Cantautore piccolino, con un lungo solo della batteria di Amedeo Adriano, e Vita d’artista (echi di Brel e Paoli: forse uno dei brani più programmatici delle influenze di Cammariere) segnano il successo di un artista di culto passato meritatamente dagli anfratti di qualche pianobar ai trionfi dei più importanti teatri italiani. La timidezza nonostante.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2008-05-25
  • Luogo: Teatro Filarmonico, Verona
  • Artista: Sergio Cammariere