ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Teatro degli Arcimboldi, Milano

La Crus

Dopo quindici anni di musica, parole ed emozioni i La Crus si sciolgono, e lo fanno in grande stile regalando un concerto straordinario a Milano, la loro città che più e più volte ha fatto da sfondo e da protagonista nella loro poetica.
Sul palco si trovano Mauro Ermanno “Joe” Giovanardi, Cesare Malfatti, Paolo Milanesi (tromba), Marcello Testa (contrabbasso), Leziero Rescigno (batteria) e l’ensemble d’archi Musicamorfosi, alle loro spalle la proiezione di cortometraggi a sottolineare ogni canzone con immagini e versi, e davanti a loro un pubblico che forse non è tanto d'accordo con  le ragioni del cuore che hanno portato a questa divisione, ma è molto caloroso.
I La Crus iniziano con Nera signora e Giovanardi cerca e ottiene il coinvolgimento scendendo dal palco, avvicinandosi sino a far parte della platea, incontrando letteralmente l'affetto di chi si trova in teatro. Si prosegue con Soltanto amore e L'uomo che non hai che precedono il primo ospite: Vinicio Capossela il quale, non potendo essere presente, ha registrato in un video dalla patina vecchia e famigliare la sua interpretazione di Natale a Milano e duetta virtualmente con Joe regalando la prima grande emozione della serata. Dopo Voglio avere di più è invece il turno della prima ospite in carne e ossa: Cristina Donà – mascotte e collaboratrice della band – che naturalmente interpreta Ad occhi chiusi. Segue un momento più giocoso e rilassato con la cover di Via con me di Paolo Conte, a cui fanno seguito Come una nube, cantata con Syria (che poi canterà Momenti, canzone del suo ultimo album prodotto da Cesare Malfatti) e la dolcissima Dentro me con Pino Marino come ospite.
E’ poi il turno delle altrettanto dolci Diritto a te e Stringimi ancora a cui segue Come ogni volta con la partecipazione di Cristiano Godano e Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz. Infinite possibilità è uno dei brani più intensi della serata, con gli archi che lasciano libero sfogo alle emozioni, le stesse scaturite da Natura morta (in Paradiso), L'illogica allegria di Gaber e Le cose di ogni giorno.
Ci si avvia verso la conclusione con una strepitosa Mentimi, cantata con Rachele Bastrenghi dei Baustelle – che si rivela essere nata come duetto reso poi impossibile dalle scelte della casa discografica – e con la cover di Ricordare con ospite Manuel Agnelli.
Per il gran finale i La Crus hanno tenuto in serbo Il vino di Piero Ciampi con Nada Malanima come ospite d'onore sul palco e musa ispiratrice, a cui piano piano si uniscono tutti gli amici in un coro di chiusura che anticipa gli inevitabili e commossi applausi finali. Alcuni fan si lanciano sul palco a raccogliere gli ultimi fogli che Joe ha gettato a terra nel corso di questa grande festa dal retrogusto nostalgico. E a tutti non rimane che «chiudere gli occhi e scappare coi sogni».

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2008-12-04
  • Luogo: Teatro degli Arcimboldi, Milano
  • Artista: La Crus

Altri articoli su La Crus

Altri articoli di Daniela Giordani