ultime notizie

I Perturbazione raccontano l’uscita di ...

La data di pubblicazione dell’ottavo disco in studio dei Perturbazione, fissata in origine per il 20 marzo, a causa del Covid-19 e dei conseguenti problemi di distribuzione, è slittata di ...

L'Isola ritrovata, Alessandria

Alessio Lega & Rocco Marchi


Prossimo alla boa del primo anno di attività (7 marzo), il benemerito locale alessandrino ha ospitato una delle cose più stimolanti che circolino attualmente in quello che ci tocca chiamare “circuito underground” (quella stessa sera, gli “overground”, potevano per parte loro bearsi del gran finale di uno dei più sciatti Sanremo “di tutti i tempi”, per dirla con Villaggio). Alessio Lega, voce e chitarra, e Rocco Marchi, basso, melodica e strumentini vari, già protagonisti nel 2008 (trentennale dalla legge Basaglia) di una coraggiosa rilettura di quel “E ti chiamaron matta”, EP almeno altrettanto underground, che il cantautore/psichiatra Gianni Nebbiosi pubblicava nel 1972, e in procinto di riproporsi in coppia (“Mala Testa” s’intitolerà l’album a venire), girano infatti con uno spettacolino veramente arguto e coinvolgente, quanto mai calato in una dimensione teatrale in cui parola detta e cantata godono della stessa dignità, “giocoso e pensoso”, come lo definiscono loro stessi. 


Vi convivono brani vecchi e nuovi di Alessio (su tutti l’epica Dall’ultima galleria), in un costante intersecarsi/alternarsi con omaggi a eroi più o meno clandestini della nostra storia recente, gente di canzone (la coppia Endrigo/Rodari, il Ciampi di 40 soldati 40 sorelle, il Brassens dei Bravi coglioni, il Vysotskij della Canzone di Vanja, l’Henri Tachan di Ridi, e poi ancora Ivan Della Mea, Buscaglione) e non (Enzo Baldoni, dedicatario di Zolletta, il bastiancontrario Dino Frisullo, ecc.). Il tutto senza un momento di stanca, trasportando il pubblico in una dimensione che sa spendere la propria intelligenza (e il proprio coraggio, anche) senza farsi mai seriosa o cattedratica, stemperando, e alleggerendo, nell’ironia – anche nel sarcasmo, per carità, ma sono le due facce di una stessa medaglia – qualcosa che, in siffatta maniera, arriva dritto – e lieve – al destinatario. Se vi capita, non lasciatevelo sfuggire.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2010-02-20
  • Luogo: L'Isola ritrovata, Alessandria
  • Artista: Alessio Lega & Rocco Marchi

Altri articoli su Alessio Lega & Rocco Marchi

Altri articoli di Alberto Bazzurro