ultime notizie

Canzoni&Parole - Festival di musica italiana ...

  di Annalisa Belluco  ‘Canzoni & Parole’ il festival della canzone d’autore italiana organizzato dall’Associazione Musica Italiana Paris che ha esordito nel 2022 è pronto a riaccendere le luci della terza ...

Teatro di Fiesole (FI)

Cristina Donà & Saverio Lanza

 

di Igor Santini

Spesso quando si parla di artisti e prodotti artistici si utilizzano vocaboli propri della sfera familiare; l'opera diventa "figlia" dell'autore o autrice, i quali ne hanno la "paternità" o "maternità". Così le opere d'arte vivono una fase di "gestazione" per poi "nascere". Spesso alla base si può riconoscere un atto, un gesto amoroso. L'artista si lascia fecondare dalla vita che vive e dagli oggetti culturali che fruisce e da questa ‘inseminazione’ nascono le opere e le poetiche.

Per comprendere appieno questo concetto c’è uno spettacolo che – stando alle date ad ora pubblicate - da novembre a 2023 a marzo 2024 si muoverà in tutta Italia: ‘Spiriti Guida’ di Cristina Donà e Saverio Lanza. La data zero si è svolta al Teatro di Fiesole (FI) il 10 novembre scorso. Due ore di concerto in cui lo spettatore è esposto a un abbraccio vorticoso, costante; due artisti che svelano, ora con sorprendenti medley, ora con racconti, la forte sintonia coi loro Spiriti Guida, con i musicisti che li hanno ispirati, che hanno portato alla nascita di alcune delle loro canzoni.

Sembra davvero di assistere a qualcosa di segreto, di molto più personale delle canzoni stesse e non se ne può non rimanere affascinati. Un concept di spettacolo davvero appassionante, che sarebbe bello veder proposto da tutti gli artisti quando arrivano alla fase della propria maturità. Un’operazione nella quale si può leggere anche un ruolo importante nella promozione dell’oggetto canzone come fatto d’arte ed espressione, dal momento che ne svela l’amore, lo studio, il lavoro e l’artigianato che vi stanno dietro. Nel contesto italiano contemporaneo - dove il mondo del mainstream sforna musiche fatte in serie, testi poveri nel lessico e contenuti di posa che lasciano pensare ad una sterile catena di montaggio con l’unico obiettivo di vendere intrattenimento frivolo – questo progetto è un segnale importante. La performance è avvolgente e delicata, senza negarsi momenti di grinta e forte energia; ci si può commuovere, si può aver voglia di ballare, di certo si può rimanerne intellettualmente stimolati. Cristina Donà con la sua voce dà pace, Saverio Lanza tesse un tappeto di accompagnamento che si intreccia benissimo col canto, passando con disinvoltura tra piano e chitarre.

 

I puristi del live potrebbero rimanere un poco delusi dalla presenza, a tratti, dell'uso - oramai diffuso in tanti concerti di generi differenti - di sequenze (prevalentemente pattern ritmici di batteria), le quali senza dubbio, per la propria natura, non valorizzano l'espressività dinamica del duo; espressività che invece emerge meglio nei brani più asciutti. Davvero toccante è invece l'uso di sequenze di voci in due momenti del concerto che però non vogliamo qui spoilerare perché meritano di essere una sorpresa.

In conclusione, gli amanti della canzone d'autore che dal concerto si aspettano un esperienza immersiva di ascolto più che un momento di distrazione, troveranno qualcosa di speciale; uno spettacolo singolare di grande spessore e interesse artistico. Un viaggio emozionale che non lascia indifferenti.

Foto di Monia Pavoni

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2023-11-10
  • Luogo: Teatro di Fiesole (FI)
  • Artista: Cristina Donà & Saverio Lanza

Altri articoli di Redazione Isola