ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Adèle Tariel - Illustrazioni di Aurore Pinho e Silva

Aria per violoncello. 1989, La caduta del Muro di Berlino

Se volete capire quanta forza può avere la musica e quanto può essere utile per abbattere ogni tipo di muro, mentale o fisico, non perdetevi la lettura di ‘Aria per violoncello, un racconto pubblicato per Curci Young alla vigilia del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989).
 

Pensate ad un bambino che, nella Berlino del 1988, spaccata in due per i precedenti trent’anni, giocando in solaio scopre un violoncello che apparteneva a sua nonna. E da quando ha il permesso di prenderlo tra le braccia non lo lascerà più, iniziando a suonarlo e ad appassionarsi alla musica. Attraverso questo strumento viene a conoscenza della storia della sua famiglia: molti anni prima i suoi genitori fuggirono da Berlino Est con quello strumento, mentre i suoi nonni rimasero dall’altra parte del muro. Questo bambino con occhi curiosi immagina un mondo tutto da scoprire e da vivere al di là del Muro, tra affetti ed emozioni forti, tra la paura di non sapere e la speranza di una vita nuova. In questa altalenante contrapposizione di sentimenti il violoncello sarà il suo tappeto magico, un mezzo di trasporto molto speciale per scavalcare tutte le barriere. Per superare i pregiudizi e le sofferenze e dimenticare la guerra. Le parole dell’autrice Adèle Tariel e le illustrazioni di A. Pinho e Silva compongono una narrazione coinvolgente che immerge il lettore nella vita berlinese dell’epoca, fino alla sofferta e sospirata riunificazione iniziata in quel fatidico 9 novembre.

È un libro per ragazzi, ma non solo, che intrecciando fantasia e fatti storici realmente accaduti, ricorda un episodio tra i più toccanti ed emblematici di quelle giornate: il concerto che il leggendario violoncellista russo Mstislav Rostropovich, naturalizzato americano (1927-2007), improvvisò l’11 Novembre 1989, sulle note di Bach, tra le macerie del Muro per celebrare la riconquista della libertà. Anche per me, che sono violoncellista, il mio strumento è arrivato in soccorso in ogni momento di bisogno e sconforto, ma non solo. Grazie a ‘Chisciotte’, il mio violoncello, racconto la bellezza del mondo, a volte immergendomi in una dimensione di sogno e magia, a volte invece con l’urgenza di restare coi piedi ben piantati a terra. Chisciotte respira, corre e batte il tempo delle parole, scandite con armoniosa forza e dolcezza a scolpire l'universo più intimo, sempre in viaggio, solo apparentemente e geograficamente confinato. È uno strumento con un abito da sera dal colore umano, attraente e coinvolgente, come la storia che troverete in questo libro, che narra di musica e umanità attraverso parole e immagini cariche di emozioni e che rimarrà nei vostri pensieri più profondi. Il volume contiene inoltre schede storiche utili agli insegnanti per approfondire l'argomento in classe.

 

Un libro che introduce alla scoperta di una pagina importante della nostra storia. Perché ciò che è accaduto, non accada mai più.

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Adèle Tariel - Illustrazioni di Aurore Pinho e Silva
  • Editore: Curci Young
  • Pagine: 42
  • Anno: 2019
  • Prezzo: 15.00 €
  • ISBN: 9788863953039