ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Dall'Aglio Gianni

Batti Un Colpo – Due Metri Quadrati di Paradiso

In questo volume, il batterista Gianni Dall’Aglio coadiuvato dall’amico Pablo Coniglio, racconta il suo percorso artistico e lo fa con ricchezza di particolare e con grande umanità.

Solitamente i batteristi, nascosti dal loro ingombrante strumento, sono quasi sempre in seconda fila, occultati alla vista dal cantante o dai chitarristi che hanno più facilità nel muoversi sul palco, nonostante questo Dall’Aglio ha saputo da sempre trovare la propria identità grazie ad un drumming essenziale, perfetto per la musica rock.
La carriera artistica di Gianni inizia precocemente perché a tredici anni fa già parte del gruppo di Adriano Celentano: correva l’anno 1959 (!) e il Molleggiato aveva capito immediatamente le potenzialità del giovane batterista. Essendo il più giovane componente dei Ribelli, Adriano e tutto il Clan seppero proteggerlo adeguatamente e i concerti da vivo, le trasferte e le tournée con i Ribelli furono senza dubbio la sua palestra di vita. 

Dall’Aglio, ancora oggi attivo con diverse band, viene ricordato non solo per la sua presenza nei Ribelli di Adriano Celentano, non solo per aver composto Pugni Chiusi uno degli evergreen del beat italiano interpretato da Demetrio Stratos alla indimenticabile voce solista, ma anche per aver registrato alcuni album fondamentali con Lucio Battisti e per averlo accompagnato nella performance televisiva insieme a Mina – live molto spesso riproposto dalle teche RAI - nel 1972.

Ma il volume di Dall’Aglio ha anche un altro merito, ben più importante dei ricordi musicali del batterista: nell’introduzione al libro, Gianni racconta il suo gesto d’amore verso la moglie Orietta. E si parla di trapianti, di corsie di ospedali, di paure e di speranze e in queste pagine, lontane dai ricordi spensierati della gioventù, troviamo la grandezza del personaggio che negli anni, attraverso i successi e le vicissitudini, non ha mai perso l’amore per la musica e per la vita. Il volume è corredato da bellissime foto in bianco e nero che testimoniano i primordi del rock italiano fatto di balere, amplificazioni poco elaborate, miss improponibili e tanta spensieratezza. Oltre a Celentano e Battisti, nei racconti di Dall’Aglio compaiono presenze quali Gino Santercole, Colin Hicks, Giorgio Bennacchio detto Pocaluce, Micky Del Prete, il Teatro Smeraldo, Il Cantagiro, Ray Charles alla Bussola – con foto che ne testimoniano l’incontro – Sergio Bernardini, Chi Sarà La ragazza del Clan (il singolo inciso dai Ribelli – cover del brano Keep on Dancing dei Tremeloes - arrivato in Italia grazie alla sorella di Gianni che all’epoca lavorava a Londra), Timi Yuro e molti altri. In breve, un libro ricco di aneddoti , ricordi , molto amore per la vita e ancora una volta, fondamentale per un batterista, mai fuori tempo.  

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Dall'Aglio Gianni
  • Editore: Gabrielli Editore
  • Pagine: 232
  • Anno: 2014
  • Prezzo: 15.00 €