ultime notizie

Apre il 19 luglio Suoni di ...

A Treviso concerti gratuiti per tutti i gusti sulle antiche mura della città. Dal 19 luglio al 5 agosto a Treviso torna Suoni di Marca, che quest’anno giunge alla ...

Walter Gatti

L come Libro

“La musica può nominare l'innominabile e comunicare l'inconoscibile” di Leonard Bernstein

Walter Gatti, classe 1959, è un giornalista, cronista musicale, scrittore, musicista e amico dell’Isola che non c’era. A Natale dello scorso anno vi raccontammo l’uscita del suo disco d’esordio come musicista Southland e del suo libro N COME NATALE 100 canzoni su Betlemme e dintorni (www.lisolachenoncera.it/rivista/recensioni/southland/).

In questi giorni Gatti ha dato alle stampe il suo ultimo libro L COME LIBRO, secondo volume della collana Le parole della musica, iniziativa editoriale di ABEditore curata dallo stesso Gatti.

Il libro, scritto in collaborazione con Gabriele Gatto, Alessandro Berni, Luca Franceschini, Fausto Leali, Davide Palummo e Francesco Verni, si prefigge l’interessante scopo di cercare all’interno di 100 canzoni il fil rouge che mette in relazione chi scrive canzoni a chi scrive parole e storie.

Come scrive Gatti nell’introduzione del libro […] tutti quelli che hanno qualcosa da dire in musica  prima o poi ammettono di avere un debito di riconoscenza (ad a volte anche di sudditanza) con libri e scrittori […]. Mai come quest’anno, in cui è stato assegnato il Nobel per la letteratura a un cantante e autore di canzoni, queste parole ci appaiono vere.

Entriamo ora un po’ più nel dettaglio. Il libro è suddiviso in quattro macro capitoli: Libri e romanzi, Poesie e poemi, Scrittori e poeti infine Il mestiere di scrivere. Ogni singola canzone è presentata in ordine alfabetico, con autore e anno di pubblicazione discografica.

Ad aprire il libro e il capitolo Libri e romanzi troviamo 1984 di George Orwell e l’album, uscito nel 1974, Diamond Dogs di David Bowie. Come ci racconta Gatti, il progetto di Bowie inizialmente era di realizzare un musical basato sugli scenari apocalittici descritti da Orwell, ma gli furono negati i diritti e di conseguenza utilizzò tutto il materiale (Big Brother, We Are Dead e 1984) per la realizzazione del suo ottavo disco.

Passiamo ora al capitolo Poesie e poemi alla ricerca di qualche curiosità. Accennavamo poco sopra al premio Nobel ed ecco l’interessante interconnessione Beat Generation-Ezra Pound, T.S. Eliot-Bob Dylan con il brano Desolation Row (tratto dall’album del 1965 Highway 61 Revisited): […] Ed Ezra Pound e T.S. Eliot/Combattono nella torre del Capitano/Mentre cantanti di calipso gli sorridono/E pescatori portano fiori/Fra le finestre del mare/Dove amorevoli sirene scivolano/E nessuno deve pensare troppo/a Via della Desolazione […].

C’è spazio anche per autori e scrittori italiani all’interno del libro come ad esempio, nel capitolo Scrittori e poeti, il progetto musicale del compositore Remo Anzovino per ricordare uno dei più grandi intellettuali del Novecento italiano, Pier Paolo Pasolini, con il disco L'alba dei tram - Dedicato a Pasolini.

Un libro questo di Walter Gatti e soci davvero “sfizioso”. Cosa ci riserverà il prossimo capitolo della collana ? Aspettiamo e…intanto leggiamo.

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Walter Gatti
  • Editore: ABEditore
  • Pagine: 224
  • Anno: 2017
  • Prezzo: 9.90 €