ultime notizie

Orzobimbo, nuovo brano per Enrico Fridlevski

Enrico Fridlevski, già frontman del gruppo toscano Vick Frida, torna alla musica cantata con un brano in uscita domani 25 aprile, dal titolo fortemente evocativo: Orzobimbo. Evocativo, per noi nati ...

Tiziano Tarli

La felicità costa un gettone

Con il sottotitolo di “Storia illustrata del primo rock and roll italiano” il libro di Tiziano Tarli ci conduce sul percorso di un viaggio nella memoria ed anche nel tempo che molti di noi hanno solo sfiorato, per ragioni di età. Un viaggio affascinante nel quale è possibile incontrare eroi delle nostre canzoni, nel quale è possibile scoprire situazioni, nomi, eventi che, collegati tra loro, danno il senso di una storia straordinaria, di una storia che ha accompagnato il disastrato dopoguerra cercando di dare un po’ di allegria e forza ai giovani dei primi anni ’50.

Si parte dal rock anglo-americano, com’è logico che sia, filologicamente e storiograficamente, e si attraversano gli anni degli innovatori quali Carosone, Buscaglione, Modugno, grazie ai quali è possibile osservare la musica da un punto di vista assolutamente originale e non legato alle mode esterofile.

Si incontrano personaggio straordinari e, per l’epoca, assolutamente innovativi (sia dal punto di vista musicale che per l’immagine e la capacità di comunicare) quali Celentano ed il suo Clan, come Little Tony rocker ante litteram. Ci si imbatte nelle prime manifestazioni musicali in cui la nuova musica la fa da padrona (indimenticabile la rassegna musicale al Palazzo del Ghiaccio di Milano, che manifesta alla sonnolenta società italiana che qualcosa sta cambiando nelle sue fondamenta). Insomma, qualcosa sta cambiando ed anche la carta stampata si accorge che è il momento di capire e, magari, guidare, questo processo ludico-culturale.

Così è possibile leggere interessanti passaggi sulla nascita della stampa musicale, sull’attenzione della radio e della televisione che crearono programmi ad hoc per seguire questa nuova tendenza. Programmi che oggi fanno sorridere ma che, al tempo, furono realmente innovativi (Musichiere, Canzonissima, etc. ) ed anche sulle necessità di sfruttare anche cinematograficamente il nuovo filone (con i famosi musicarelli).

Uno sguardo, inevitabile, alla realtà sociale del tempo con lo sviluppo del fenomeno teddy boys (sfiorito in breve tempo) ed uno sguardo alla dinamica politica scaturita dal popolo delle famose “magliette a strisce”, cioè quei giovani che scesero in piazza, a Genova, città medaglia d’oro della Resistenza, nel luglio del 1960, per opporsi al previsto congresso del Movimento Sociale Italiano.

Una lista di cantanti e musicisti dell’epoca viene scandita nelle parti finali. Una lista che ci avvicina, pian piano, al mondo dei cantautori che, grazie alla spallata del rock and roll avrebbe avuto la possibilità di poter esprimere le proprie inquietudini e sensazioni con un linguaggio più consono alla nuova realtà che si stava manifestando. Una serie di interviste di personaggi che hanno “creato” la moda del rock italiano (Clem Sacco, Guidone, Little Tony, ed altri), uno sguardo sulle classifiche dell’epoca e la descrizione della meraviglia tecnologica (per l’epoca) chiamata “Cinebox” corredano il bel libro, scritto con assoluta competenza e passione da Tiziano Tarli.

Come chicca finale la presenza di un album in vinile con otto brani d’epoca tra i quali segnaliamo “I ragazzi del juke box” e “Ciao, Ti dirò” degli imberbi Celentano e Gaber. E siamo oltre cinquant’anni fa…

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Tiziano Tarli
  • Editore: Arcana
  • Pagine: 160
  • Anno: 2009
  • Prezzo: 29.50 €
  • ISBN: 9788862310789