ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Luciano Ceri

Lucio Battisti - Pensieri e parole (Una discografia commentata)

18 euro 50 centesimi per un libro che si legge tutto d’un fiato, nonostante la mole, sono una cifra ottimamente spesa. Perché Luciano Ceri è uno scrupoloso conoscitore di Battisti e della sua discografia (basti per questo leggere la descrizione del cofanetto “BattistiMogol, vol. 1 e 2”) e ci fa entrare all’interno del canzoniere battistiano in maniera diretta ed affascinante. Il musicista di Poggio Bustone è un’icona straordinaria della musica italiana ed, azzardo, della musica del novecento, tanto che sarà il tempo, galantuomo, a rendere ancor più omaggio alla sua straordinaria arte musicale. Questo libro è un viaggio nel tempo e nella memoria, quando il 45 giri era un serio veicolo di musica e poterne incidere uno era una grande vittoria professionale. Memoria, spesso mancante al tempo presente, che è invece l’elemento fondamentale del volume in questione, nel quale gli attori delle canzone e degli album raccontano, in differenti periodi della loro collaborazione/frequentazione di Battisti, spaccati di un mondo che oggi appare datato ma che invece è il cuore e la radice del percorso artistico di Battisti. Dalla lettura delle testimonianza, innumerevoli e varie, emerge la figura di un uomo molto professionale, assolutamente ligio al lavoro, poco propenso alle banalità, fortemente motivato negli obbiettivi e motivante verso i musicisti che lo accompagnavano (e che non erano certamente figure di poco conto, basti pensare a Franco Mussida, Alberto Radius, Franz Di Cioccio, al maestro Gian Piero Reverberi, giusto per citarne alcuni). Secondo la vulgata, ricorrente in questi anni, Battisti era un uomo con un carattere riservato, schivo, per alcuni al limite della ruvidità Ma di queste caratteristiche personali possano testimoniare solo le persone che lo hanno affiancato nell’amicizia e nella professione. A noi rimangono le sue canzoni, straordinarie nel periodo vissuto con Mogol, e le sue invenzioni, le sue intuizioni che i capitoli dedicati agli album scritti con Pasquale Panella evidenziano come un’altra manifestazione del suo genio. Un bel libro, scritto con passione e cuore, che ha nel finale una interessante appendice (videografia, cover delle sue canzoni, produzioni, canzoni inedite) che rende il tutto (semmai ce ne fosse bisogno) ancora più appetibile sia ai fans inveterati che alle nuove generazioni che si sono persi l’epopea di questo grande musicista che ha saputo fare convivere nella sua produzione la canzone nelle sue forma più popolari, il melodramma, il rock ed il progressive, ma il rhythm and blues, la musica pop e la sperimentazione.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Luciano Ceri
  • Editore: Coniglio Editore
  • Pagine: 478
  • Anno: 2009

Altri articoli di Rosario Pantaleo