ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Jonathan Giustini

Vita d'Artista. Un ragionare al margine dei disegni di Roberto Kunstler

Jorge Luis Borges sosteneva di essere capace di scoprire la poesia ovunque: “nelle parole di un tango, nei libri di metafisica, nei detti popolari e addirittura in alcuni versi”. Il giornalista e scrittore Jonathan Giustini l’ha trovata in 42 disegni del cantautore Roberto Kunstler. ‘VITA D’ARTISTA. Un ragionare al margine dei disegni di Roberto Kunstler edito da Arsenio Editore è la storia di questo incontro, 42 disegni a tecnica mista ‘di un menestrello veggente’ con 42 racconti per immagini ‘uscite fuori quasi per necessità’. Di Roberto Kunstler era uscito lo scorso anno un bellissimo libro, ‘Cantiere. Cinquanta canzoni poesie e altri versi (1979-2019)’ edito da Di Felice Edizioni, che tracciava sapientemente la storia artistica dell’artista romano attraverso la cronologia dei suoi testi. Un caso raro nell’ambito del cantautorato italiano quello di Kunstler che da più di trent’anni riesce a portare avanti due officine creative, quella personale che dalla fine degli anni ’70 lo vede autore di sue composizioni e quella che dal 1992 lo vede legato indissolubilmente a tutto il repertorio di Sergio Cammariere. ‘VITA D’ARTISTA’ sotto certi punti di vista è un po’ il seguito ideale di quel libro, un agile pamphlet sull’arte e sulla vita, un viaggio astratto nel confine tra parola ed immagine, un non luogo in cui si fa fatica a comprendere quale delle due sia a raccontare l’altra. Un’apparente ambiguità che però non disorienta, tutt’altro, affascina e persuade il lettore a scegliere la forma narrativa più affine alla propria anima. È ancora possibile oggi vivere d’artista? È una delle domande cardine di quest’opera.
Ma nelle parole di Giustini non c’è la risposta, c’è una strada che traccia i percorsi delle loro esistenze, la loro generazione, le loro esperienze e la loro cultura. Ricordando di tanto in tanto, con sapienza, di raccontare la vita, i pensieri, i sogni e le suggestioni dell’uomo Kunstler. “Roberto Kunstler non è un pittore maturo. Lui è assolutamente prematuro. Viene prima. E dove andrà un domani non ha importanza. Perché già è stato. È diventato. Ha vissuto come veggente: è un uomo attraversato. Non scrive. Ma è scritto”. L’artista, Kunstler, attraverso le sue parole e i suoi disegni, non smetterà mai di ribadire di non essere un’intellettuale e Giustini con autorevolezza consacrerà la sua fatica sottolineando che questi racconti “sono usciti in pochissimo tempo, ma dopo una meditazione e un raccoglimento di oltre quarant’anni di vita” (vedi qui il trailer di presentazione). Sembra quasi di essere presenti durante quest’incontro, grazie anche alla forma della narrazione così agile, moderata e ravvicinata. Da segnalare, ad un certo punto del saggio, anche il recupero del pensiero e dell’esempio di Rimbaud. “Sono disegni che nascono allora dopo il linguaggio. Prendono il posto delle parole. Arrivano per compagnia. Sono una costellazione nuova, di linee e di fiammelle, di cerchi e di cornici, di sagome e carboni”.

In definitiva ‘VITA D’ARTISTA’ è un libro prezioso, che regala segni e stimoli riflettendo se sia cosi veramente possibile, scrivendo o disegnando, concedersi purificatrici pause dall’essere. Un viaggio ideale nella bellezza che conquisterà il lettore più disponibile ad abbeverarsi alla fonte dell’arte senza pregiudizi ma con il dono unico dell’abbandono.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Jonathan Giustini
  • Editore: Arsenio Edizioni
  • Pagine: 64
  • Anno: 2020
  • Prezzo: 10.00 €