ultime notizie

Pippo Pollina in tour con "Il ...

È uscito il 13 gennaio il nuovo album di Pippo Pollina, Il sole che verrà. Nei viaggi che lo stanno accompagnando in giro per l’Europa, questo disco e il suo ...

L'Artista che non c'era 2017: due le sezioni in cui iscriversi, una "generale" (riservata a chi si presenta con brani cantati in italiano, dialetto o lingua straniera) e una "strumentale", riservata ai compositori di musica

14ª ediz. de L'Artista che non c'era. Al via le iscrizioni

Il 30 giugno la finale al CPM di Milano


Parte la 14ª edizione del concorso

Iscrizioni aperte dal 27 febbraio
al
 26 aprile.

 

Riparte L’Artista che non c’era, dopo la novità della scorsa edizione che aveva aperto le porte anche ai compositori di musica strumentale, con una sezione appositamente chiamata "Strumentale". Sono molti gli artisti che scelgono di esprimersi e di mettere in musica la propria creatività senza per forza utilizzare un testo. Una novità che siamo certi quest'anno avrà una risonanza ancora maggiore, visto il grande numero di scuole, etichette, e semplici artisti che ci hanno scritto per avere informazioni a riguardo.
Rimane ovviamente anche la sezione standard, quella che chiamiamo "Generale", dove sarà possibile iscriversi con brani cantati (sia in italiano, dialetto o qualsiasi lingua internazionale).

Le iscrizioni si aprono il 27 febbraio e chiuderanno il 26 aprile.

(Regolamento 2017)      -     (Modulo Iscrizione 2017)

La formula è sempre la stessa, con l'ascolto di tutti gli iscritti da parte della redazione della testata L'Isola, che dopo un attento ascolto sceglierà 50 artisti/gruppi, di cui 40 per la sezione "generale" e 10 per la sezione "strumentale".
A quel punto i 50 selezionati, oltre che dalla redazione, verranno ascoltati e valutati anche dalla stragrande maggioranza dei collaboratori e corrispondenti operativi in tutta Italia, portando a 25 i nomi degli artisti/gruppi che accedono alla fase successiva (20 + 5).

È in questa fase che a fianco dei redattori e collaboratori de L'Isola viene chiamata una giuria esterna, formata da una trentina di addetti ai lavori. Dopo qualche settimana usciranno così i 12 nomi (10+2) che accedono alla giornata finale dell'edizione 2017, che quest’anno si disputerà venerdì 30 giugno. La finale vera e propria vedrà in gara solo i 10 della sezione "generale", in quanto i 2 artisti/gruppi della sezione "strumentale" saranno di fatto già vincitori anche se nella giornata finale verranno invitati lo stesso a Milano e si esibiranno esclusivamente a livello promozionale.

Una giornata, quella della finale al CPM di Milano (30 giugno), che da sempre si è affermata come un momento di alto valore musicale e culturale per la qualità delle proposte giunte al live finale. Ma non solo. La finale de L'Artista che non c'era è giustamente vissuta –anche- come una festa tra gli artisti, i collaboratori e redattori dell’Isola, lo staff del CPM e i tanti addetti ai lavori che saranno in Giuria. Un gruppo di persone diverse per formazione e gusto che condivideranno con i Finalisti momenti di ascolto e di confronto, uno scambio di esperienze che porterà un arricchimento reciproco lasciando così un piacevole ricordo agli artisti, indipendentemente dal risultato finale (nella foto qui sotto la foto della Finale 2015, con gli artisti che si sono esibiti).

Scarica il Modulo di Iscrizione 2017

Scarica il Regolamento 2017

 

Nato nel 2004, L’Artista che non c’era si rinnova dunque come appuntamento imperdibile per autori emergenti, ma anche per chi ha già alle spalle uno, due a volte anche tre album e che non ha ancora avuto la sua occasione per farsi conoscere ad un pubblico più vasto o comunque ad un ampio numero di addetti ai lavori contemporaneamente. Guardando agli iscritti delle scorse edizioni, specialmente le ultime tre o quattro, diventa difficile identificare un preciso “genere musicale” che ha prevalso sugli altri. Molti gli artisti e i gruppi che propongono rock/blues, così come molti sono quelli che arrivano dal folk, folk/rock fino al dialettale, cui si aggiungono proposte di pop molto curato nei testi e nei suoni, anche se a farla da padrona rimane la canzone d’autore, la “nuova” canzone d’autore che raccoglie la sfida più ambita, quella di portare un segno di novità in un genere che negli ultimi anni ha saputo contaminarsi e reinventarsi. In tutto questo va evidenziato ciò che dicevamo all'inizio, l'apertura di una sezione dedicata esclusivamente ai compositori di musica strumentale, una novità introdotta nel 2016 e che ha ulteriormente ampliato il bacino di interesse verso questo Premio.

Ricordiamo quindi che anche in questa 14ª edizione saranno  due le sezioni: una che per semplicità chiameremo “generale”, dove si potranno iscrivere tutti quelli che vogliono presentare un brano cantato in italiano, in dialetto, in inglese o qualsiasi altra lingua non italiana e una seconda sezione chiamata “strumentale”, dove appunto si iscriveranno gli artisti/gruppi che vogliono presentare brani esclusivamente strumentali.

Il vincitore del concorso sarà poi il frutto di una selezione accurata a cui parteciperanno, in momenti diversi, i principali redattori dell’Isola, i collaboratori della rivista dislocati su tutto il territorio italiano e, dalla fase di semi-finale in poi, anche una Giuria di Qualità esterna alla rivista. Un mix di addetti ai lavori qualificati che operano sul mercato italiano ed estero (i nomi verranno resi noti man mano nel corso delle prossime settimane) che potranno ascoltare, valutare e giudicare gli artisti/gruppi giunti in semi-finale e in finale.

Non solo nella finale quindi, ma anche nella fase precedente, 25 artisti/gruppi potranno così essere ascoltati, conosciuti e valutati da un folto numero di produttori, arrangiatori, gestori di locali live, negozianti di strumenti musicali e di dischi, conduttori radiofonici, musicisti, distributori tradizionali e online, docenti, editori musicali, tecnici del suono, booking/management, giornalisti di carta stampata, radio, tv e web, organizzatori di festival e poi tanti artisti, “colleghi” più affermati. Decine e decine di persone scelte con cura e accomunati dalla voglia di conoscere o approfondire meglio uno spaccato del mondo musicale che ogni anno questo concorso gli sottopone, in rappresentanza di una filiera, la più ampia possibile, del settore musicale.

Alla serata finale live del CPM arriveranno 12 artisti/gruppi, di cui 10 per la sezione “generale” e 2 per quella “strumentale”.
Per quest’ultima, come già evidenziato, non ci sarà un vincitore nel senso classico del termine, ma i brani dei 2 finalisti della sezione “strumentale” entreranno automaticamente nel prestigioso progetto CO2, (
http://www.co2musicaincarcere.it/) l’iniziativa del CPM di Franco Mussida che, in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia, ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane.

Scarica il Regolamento 2017

Scarica il Modulo di Iscrizione 2017

 

Sul fronte delle partnership, L’Artista che non c’era consolida quella con il CPM, uno dei centri di eccellenza per la musica in Italia (http://www.centroprofessionemusica.it ) e quella con il Nuovo Imaie (http://nuovoimaie.it/).

 

Il concorso L’Artista che non c’era è una delle iniziative de L’Isola che non c’era, realtà editoriale che l'anno scorso ha celebrato il suo ventennale (nella foto qui sotto il n. 1, del novembre 1996, con la copertina dedicata a Lucio Dalla). Un lavoro sulla musica italiana che per quindici anni ha visto editare anche una rivista cartacea e che oggi continua a informare e promuovere gli artisti italiani -indipendentemente dalla lingua usata per esprimersi e dal genere scelto per farlo - attraverso il sito Internet (www.lisolachenoncera.it). Un impegno quotidiano che ha come scopo principale la valorizzazione della nostra cultura musicale pubblicando recensioni di dischi e di libri musicali, interviste, report di concerti, approfondimenti, news, il tutto gestito da una redazione con sede a Milano e a Roma, a cui si affiancano una manciata di corrispondenti dalle principali città e un nutrito gruppo di collaboratori sparsi sul territorio nazionale.

Parte quindi la 14ª edizione de L'Artista che non c'era e resta fermo l’impegno dell’Isola nel dare attenzione e visibilità sui propri canali a tutti quei progetti che riterrà meritevoli, indipendentemente dal passaggio o meno in semi-finale o finale.

Uno sguardo alle edizioni passate del concorso, alla varietà che ha caratterizzato la rosa dei vari finalisti e vincitori, permette di sottolineare come questa sia un’occasione reale per gli artisti di essere ascoltati e giudicati per quello che propongono con la loro arte, al riparo da qualsiasi tipo di pregiudizio.

1ª edizione (2004) - Pino Marino
2ª edizione (2005) - Pilar

3ª edizione (2006) - Veronica Marchi
4ª edizione (2007) - Piji

5ª edizione (2008) - Marcosbanda
6ª edizione (2009) - Erica Mou

7ª edizione (2010) - Paolo Pallante
8ª edizione (2011) - Zibba

9ª edizione (2012) - Iotatola
10ª edizione sez. “Italiana” (2013) - Marrone Quando Fugge

10ª edizione sez. “Internazionale” (2013) - Arianna Antinori
11ª edizione sez. “Italiana” (2014) – Francesca Incudine

11ª edizione sez. “Internazionale (2014) – Alessandro Lepore

12ª edizione sez. “Italiana” (2015) – Valeria Tron
12ª edizione sez. “Internazionale (2015) – Angelica Lubian
13ª edizione sez. "Generale" (2016) - The Crowsroads
13ª edizione sez. "Strumentale" (2016) - Calonego e Khora Quartet

-------------------------------------------------------------------------------------------

Info e contatti:
concorso@lisolachenoncera.it

 

Scarica il Regolamento 2017 (pdf)
Scarica il Regolamento 2017 (Word)

Scarica il Modulo di Iscrizione 2017 (pdf)
Scarica il Modulo di Iscrizione 2017 (word)

 

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO IL 26 APRILE 2017

 

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/Artistachenoncera/


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento