ultime notizie

Piero Pelù e il suo nuovo ...

Dopo il quinto posto al 70° Festival di Sanremo con il brano Il gigante e la brillante rilettura  di Cuore matto, ecco il nuovo album in cd, vinile e piattaforme ...

La Selvaggi Band torna con un nuovo album, Granelli di sale, che presenterà sabato 14 dicembre al Teatro Santa Giulia di Brescia

Ascolta in anteprima il nuovo album.

Dalla Val Trompia una storia che ricorda il passato ma che guarda al futuro

Esce venerdì 13 dicembre Granelli di sale, il nuovo album della Selvaggi Band, gruppo bresciano che da molti anni riesce nel difficile compito di unire tradizione (suoni, strumenti, luoghi) all’attualità (per esempio con una forte attenzione al territorio nella stesura dei testi). Il nuovo lavoro è anticipato dal singolo Per un pugno di sale, (clicca qui per vedere il video), una storia che affonda le radici nel passato ma che brucia ancora nella pelle e nei ricordi di questa terra, stretta tra il lago d’Iseo e il lago d’Idro. Infatti, la canzone narra di una storia realmente accaduta nella seconda metà del 1800, quando un gruppo di ragazzi della Val Trompia (questa è la zona di appartenenza anche dei musicisti in questione) vengono sorpresi dalle guardie austroungariche nel confine che dal Tirolo portava verso casa. Nelle loro bisacce portavano sale e come finì… si può immaginare, visto che sul terreno rimase un corpo e alcuni feriti, mentre quasi tutti si fecero tre anni di prigione.


La Selvaggi Band (e Giovanni Pintossi nello specifico, visto che spesso sue sono le musiche e i testi, come nel caso di Per un pugno di sale) cuce una musica tipicamente alpina che profuma anche d’Irlanda, con un egregio lavoro di arrangiamenti dove spiccano violino e fisarmonica. Da segnalare anche la partecipazione alla voce di Stefano "Cisco" Bellotti, uno che su queste ritmiche ci va a nozze. I testi dei loro brani utilizzano sia il dialetto bresciano che la lingua italiana, in un mix dove non c’è mai conflittualità, anzi, spesso si intersecano anche nello stesso brano. Nel video che accompagna l’uscita del singolo vengono fatti vari ringraziamenti (un plauso lo facciamo subito alla regia della Zefirofilm di Mario Piavoli, coadiuvato da Graziano Menegazzo), tra cui quelli per il comune di Lodrino che ha concesso l’utilizzo del Parco del Lembrio, che prende il nome dal fiume che lo attraversa. E dobbiamo dire che la scelta di quella location è stata effettivamente centrata, non solo per affinità tra la storia e la provenienza dei musicisti stessi, ma anche per la bellezza dei panorami, dei boschi, dei sentieri che si dipanano durante il brano, con un gruppo di dieci bambini che corrono a piedi nudi a simboleggiare l’anima libera di questa terra e di questa popolazione. Luoghi che hanno visto per secoli la fatica dell’uomo essere appagata dalle tonnellate di minerali che le montagne offrivano e che avevano fatto diventare la Val Trompia la “Valle del Ferro”, rinomata in tutta Europa per via delle numerose miniere attive. Poi dopo la Seconda guerra mondiale la crisi iniziò a mordere e pian piano chiusero una ad una. Ci piace segnalare, però, che oggi ci sono due miniere aperte per il pubblico e che in un percorso guidato fanno rivivere quell’epopea (la Miniera Marzoli a Pezzaze e quella di Sant’Aloisio a Collio, quest’ultima con annesso un bel parco avventura attrezzato).

   Clicca qui per ascoltare in anteprima tutto l'album "Granelli di Sale"

 

L’album uscirà venerdì 13 dicembre, ma segnaliamo anche l’appuntamento per il giorno dopo, sabato 14 dicembre, con la presentazione live dell’album “Granelli di sale” al Teatro Santa Giulia di Brescia. Ingresso gratuito.

La Selvaggi Band è formata da Giovanni Pintossi (voce e chitarra), Roberto Bettinsoli (chitarra, cori), Stefano Grazioli (cornamusa bergamasca, clarinetto, flauti ocarina), Davide Boccardi (violino), Emanuele Agosti (basso), Alessandro Pedretti (batteria) e Mattia Ducoli (fisarmonica)

https://www.facebook.com/SelvaggiBand/
http://selvaggiband.com/
https://www.youtube.com/user/selvaggiband
https://soundcloud.com/user726401

 

elisa@macrameufficiostampa.it

 

 


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento