ultime notizie

Un docu-film su Fabrizio De André ...

"DEANDRÉ#DEANDRÉ - Storia di un impiegato" di Roberta Lena Un omaggio musicale e personale a Fabrizio De André nel racconto inedito del figlio Cristiano. di Annalisa Belluco   Un film-documentario che ...

Le mafie ci uniscono

L'altra faccia dell'Unità d'Italia

150 anni di Unità d’Italia. Bene, li abbiamo festeggiati, tutti contenti, bandiere italiane, strette di mano, un giorno a casa in pigiama e a posto così. No?

No. Perchè l’Italia unita non è solo Garibaldi, Cavour, Mazzini, il Va Pensiero e le paginate inutili e zeppe di retorica che ci stanno propinando i quotidiani nazionali. C’è una realtà, nascosta ma neppure troppo, che ci unisce molto di più di quanto non lo faccia il tricolore. Si tratta della criminalità organizzata che, dal più piccolo paesino del Meridione alle stanze dei bottoni del Nord Italia, fa da collante a questo nostro assurdo BelPaese. C’è qualcuno, per fortuna, che a far finta di niente non ci sta più. E risponde, a suo modo, con l’arma più forte in nostra mano in questo momento: la creatività.

Nasce così “Le mafie ci uniscono”, la campagna promossa dalla onlus calabrese Da Sud, che lancia un messaggio molto diretto, schietto e semplice, che presenta con queste parole: “Nessuno può sentirsi escluso, nessuno può pensare di non avere responsabilità. Fingere che le mafie non ci siano, non è risolvere il problema. La creatività, la partecipazione, l’impegno, la discussione sono un inizio per cambiare.”

E allora ecco una campagna estremamente strutturata, dai giornali ai social network, attraverso parole, disegni, manifesti e cartoni animati, una mostra itinerante. E sì, anche musica. Non poteva mancare.

La Popucià band, gruppo calabrese attivo dal 2006 sulla scena dub-reggae italiana, regala infatti “Un giorno migliore”, brano inedito scritto apposta per Da Sud e disponibile in free download sui siti http://www.dasud.it e http://www.popuciaband.com. Ad accompagnare la canzone ecco il videoclip, piuttosto casereccio ma simpatico, girato da Giuseppe Eusepi, che trovate qui.

E se, ascoltando il dub-pop posseggiante (passateci il neologismo) di “Un giorno migliore” dei Popucià, volete anche ricordare perchè c’è ancora bisogno di scrivere canzoni su un tema come la criminalità organizzata, vi accontentiamo volentieri: a questo link trovate gli azzeccatissimi manifesti pensati e illustrati dai creativi Luca Salici e Luca Ferrara per la campagna “Le mafie ci uniscono”. Una piccola risposta, creativa, alla criminalità organizzata.

 


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento