ultime notizie

Marco Stella: online il nuovo singolo

È uscito da qualche settimana sui principali digital store e piattaforme streaming il nuovo singolo del cantautore ligure Marco Stella.  Il tempo e il desiderio è una garbata ballata che ben sintetizza ...

Dolcenera: "Batteria ed elettronica sono l’evoluzione della specie"

L'energico ritorno dell'artista pugliese con "L'evoluzione della specie"

Grazie al gioco Rock Band: The Beatles, la cantautrice pugliese inizia ad appassionarsi realmente alla batteria, al punto di decidere di studiarla. Nasce così un nuovo modo di scrittura delle canzoni e dell’uso della voce che prendono vita in Evoluzione della specie.

«L’evoluzione della specie è nato quasi per caso. Non avevo scritto nuove canzoni fino a quando mi è stato regalato un gioco per la Wii che mi ha fatto appassionare alla batteria, a tal punto di decidere di studiarla seriamente».

Inizia così una chiacchierata con Dolcenera, proprio nel giorno del suo compleanno, appena prima dell’uscita ufficiale del suo nuovo disco L’evoluzione della specie. E la prima evoluzione riguarda appunto le canzoni, l’approccio che è stato utilizzato per scriverle.

«Contrariamente a quanto ho fatto in passato, la scrittura dei nuovi brani è partita dalle ritmiche. Sin dall’inizio ho deciso che la voce doveva uscire in maniera diversa, doveva essere implosiva. E così ho iniziato a scrivere le nuove canzoni prevalse da un suono acustico contaminato dall’elettronica».

Senza alcuna riflessione a priori, invece, è nato il tema del disco. «Solo dopo averle scritte, mi sono resa conto che le canzoni avevano un tema ricorrente: la voglia di vincere la paura del futuro. Dappertutto sentiamo parlare di crisi, dei precari, ma al posto di abbattermi mi è venuta voglia di reagire. In queste mie nuove canzoni c’è la voglia di essere presente, di guardare in faccia la realtà e di affrontarla con coraggio».

E con coraggio Dolcenera fa una critica ai cantautori mainstream di oggi. «Attorno a me sento artisti che si fanno un po’ il verso, come Ligabue ad esempio. Nei dischi, invece, io cerco il cambiamento, la voglia di guardare avanti, di rischiare, di sperimentare. Non trovo credibile chi resta sempre uguale».

Proprio il cambiamento rispetto ai dischi precedenti è il protagonista de “L’evoluzione della specie”, anche rispetto al modo di dire le cose. «Nella ricerca che ho fatto per arrivare alla scrittura delle nuove canzoni sono partita dal presupposto di riuscire ad esprimere certi concetti senza lamentarsi, preferendo dunque una musicalità positiva».

Già da giugno Dolcenera inizierà il suo tour per promuovere il nuovo disco. Ed anche in questo caso ci saranno delle contaminazioni elettroniche caratteristica principale de “L’evoluzione della specie”.


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento