ultime notizie

Christmas Favorites: il Natale visto da ...

Marco Giubileo ci ha preso gusto. Dopo The BASSoundtrack Book, EP uscito meno di un anno fa e dedicato a celebri colonne sonore riarrangiate con il basso solista (disco che ...

I due artisti di nuovo insieme in un doppio cd che raccoglie i duetti in studio di registrazione.

‘Niente è andato perso’ è l’inedito della nuova raccolta MinaCelentano

Un viaggio dentro una canzone: dal provino al Cd

 

A far riparlare di Mina e Adriano Celentano è il nuovo singolo Niente è andato perso, brano contenuto nella raccolta MinaCelentano – The Complete Recordings e presentata in conferenza stampa a Milano mercoledì 24 novembre. Non si tratta di una classica compilation, nessun “il meglio di”, ma bensì una raccolta con i loro duetti in studio, mentre l’inedito faceva parte dei brani già scelti (ma poi non inserito) per l’ultimo album dei due artisti, “Le Migliori”, uscito nel 2016. Si tratta di un brano firmato da Fabio Ilacqua, talentuoso autore (e artista egli stesso) che nel giro di pochi anni è riuscito a far parlare di sé mettendo la sua penna, tra gli altri, su brani come A un passo da te (sempre per Mina e Celentano), Amen, Occidentali’s Karma, La mia versione dei ricordi (Gabbani), Mia ragione (Ranieri), Babilonia (Bertè), Buona vita (Mengoni), La mia parte (Vanoni), dimostrando una versatilità non comune. Ma tornando alla coppia MinaCelentano e al nuovo inedito Niente è andato perso, ciò che colpisce subito è la giocosità del modo di cantare di Celentano, che fin dalle prime note imposta un tono scherzoso a cui si aggiunge la voce di Mina, ‘come sempre’ non intaccata dal tempo, fresca e ancora potente. 

 

Seppur amici storici fin dalla fine degli anni Cinquanta, il primo vero incontro discografico nasce solo nel 1998, con un album che ha segnato la storia della musica italiana, “MinaCelentano” (che in questi giorni della Milano Music Week vede una sorta di celebrazione per i 25 anni, più o meno, dall’uscita). Era un album composto da soli inediti, quindi non il solito lavoro autocelebrativo di due grandi artisti ma la dimostrazione chiara e precisa di voler regalare al pubblico nuove canzoni, accettandone la sfida. Una sfida che come sappiamo fu abbondantemente vinta, con oltre 1.200.00 copie vendute (no, non è un errore, parliamo di un milione e duecentomila copie!).
Durante la conferenza stampa Massimiliano Pani - figlio e ormai da anni manager e supervisore di ogni operazione, artistica e non, riguardante Mina - sottolinea come all’epoca questa fu una scelta coraggiosa, in quanto nessuno dei due aveva voglia di fare un album con le grandi hit di uno e dell’altra, ma come si diceva prima avevano voglia di “rischiare” con un album di inediti. Una conferma che arriva anche da Claudia Mori, moglie e anche in questo caso da anni riferimento assoluto per ogni scelta artistico-musicale di Adriano. E invece loro, controcorrente e mettendoci una solida base di divertimento (“lavorano sempre con leggerezza, senza rinunciare alla serietà” continua la Mori), decisero insieme di dare al loro pubblico qualcosa di nuovo, e ad oggi non c’è persona che non conosca almeno una canzone di quello storico album.

 

Più in generale, a raccontare degli aneddoti sui due artisti sono stati i produttori Celso Valli, Fio Zanotti e Mauro Balletti (quest’ultimo pittore e storico fotografo delle copertine di Mina, con cui ha una collaborazione partita a metà anni Settanta) che durante l’incontro hanno svelato le diverse modalità di preparazione e registrazione dei due album. Se l’album del 1998 fu registrato quasi interamente a Lugano, nello studio di Mina e con i due artisti presenti, l’ultimo è stato registrato a “distanza”, inviandosi le voci, le correzioni e le note. Interessanti sono le curiosità che trapelano dalle parole della Mori e di Pani, che fanno intendere che Mina e Celentano si sentono costantemente, confrontandosi e commentando ciò che succede nel mondo. Tra gli aneddoti raccontati, sicuramente il più divertente si riferisce ai tentativi di Celentano di convincere Mina a tornare in tv, la quale rispondeva sempre con un “no” secco e l’Adriano nazionale, senza starla troppo a sentire, proponeva subito qualcos’altro ma di molto simile, fino al successivo “no” di Mina. Un siparietto che si è trasformato in uno sketch divertente che ha coinvolto tutti i presenti.

La presentazione di MinaCelentano – The Complete Recordings (il cofanetto è uscito il 26 novembre) è stato trasmesso in diretta Facebook per la MMW (Milano Music Week) e, alla fine dell’evento, a telecamere spente, un piacevole colpo di scena: Massimiliano Pani ha raccontato come viene creata una canzone, partendo dal primo provino. Ha fatto ascoltare, nello specifico, quello originale di Acqua e Sale inviato dagli Audio 2: una base quasi da piano bar con voci registrate alla bell’è meglio (brano che poi diventerà singolo di punta del disco MinaCelentano del ’98). Ed è così che Mina e Celentano, ascoltando più di una cinquantina di provini al giorno, hanno intuito la potenzialità di quel brano, senza lasciarsi influenzare dal fatto che non fosse registrato in maniera iperprofessionale.
Un piccolo esempio ma che può spiegare in parte il successo dei due artisti, capaci di individuare un pezzo forte anche da un solo ascolto. Un bel messaggio quindi per tutti quei giovani (e meno giovani) che vogliono proporre i loro brani a questi due grandi cantanti, cosa peraltro successa in mattinata fuori dal Teatro Gerolamo di Milano, poco prima della conferenza.

Sogni che possono diventare canzoni al servizio di due icone senza tempo.
Nel frattempo, godiamoci quello che è già realtà.
 

 

 

 

 

MinaCelentano The Complete Recordings (doppio CD)
Clan Celentano srl / PDU Music & Production SA
Distribuzione Sony Music

Tracklist CD 1:
Niente è andato perso (inedito, Fabio Ilacqua);
Eva (Luigi De Rienzo – Andrea Girolamo Gallo);
A un passo da te (Fabio Ilacqua);
Brivido felino (Stefano Cenci – Paolo Audino);
Ma che ci faccio qui (Pietro Paletti);
Acqua e sale (Giovanni Donzelli – Vincenzo Leomporro);
Amami amami (Idan Raichel – Riccardo Sinigallia);
È l’amore (A.Mingardi/M.Tirelli – A,Mingardi);
Io non volevo (Adriano Celentano);
Come un diamante nascosto nella neve (Marco Bruni);

Tracklist CD 2:
Specchi riflessi (Giovanni Donzelli – Vincenzo Leomporro);
Che t’aggia di’ (Adriano Celentano);
Non mi ami
(Salvatore Marletta/Federico Spagnoli – Salvatore Marletta/Federico Spagnoli/Walter Dallari;
Messaggio d’amore (Massimiliano Pani);
Sempre sempre sempre (Luigi Albertelli – Enrico Riccardi);
Se mi ami davvero (Gianmarco Marcello);
Ti lascio amore (Fabrizio Berlincioni /Salvatore Cutugno/Mauro Culotta);
Sono le tre (Luca Rustici/Philippe Leon – Luca Rustici/Philippe Leon);
Dolce fuoco dell’amore (Giulia Fasolino).

Dal 10 dicembre sarà pubblicato anche un Box Deluxe contenente il doppio CD e due Picture Disc, a cui verrà aggiunto un 45 giri (Niente è andato perso/Eva) e due versioni in vinile (doppio LP colorato e doppio LP Black 180gr).

In tutte le versioni è incluso un libro fotografico contenente scatti inediti, realizzati durante le session di registrazione dei due protagonisti.

 

https://www.minamazzini.it/it/
http://www.clancelentano.it/

 

 


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento