ultime notizie

Undicesima edizione del Premio Valentina Giovagnini

Pozzo della Chiana, Arezzo 14-15 Settembre 2019 Premio Valentina Giovagnini 2019  Per quanto ci si impegni a scrivere qualcosa a proposito del Premio Valentina Giovagnini, va subito detto che è un ...

Gli speciali dell'Isola

Onorato, Artista "Rinascimentale"

A tu per tu con gianCarlo Onorato

Un artista di questo tempo, un artista di altri tempi, un artista contro questi tempi: Onorato (da poco, forse per evidenziare la dimensione corale intrinseca alla musica, ha preferito eliminare il nome, quel gianCarlo accuratamente scandito tra maiuscole e minuscole) è infatti uno sperimentatore instancabile, che rifugge gli approdi sicuri di un consueto canonizzato, a rischio anacronismo, per impegnarsi nell’oggi alla ricerca di volta in volta di una nuova essenzialità sonora, che appare il correlativo diretto dell’intensità abbagliante dei testi, da lui composti o scelti e musicati.

Ma questa ricerca si avvale di tempi che appaiono purtroppo quasi stranamente “antichi” in un mondo, anzi un mercato discografico spesso sovraffollato da prodotti frettolosi da consumare velocemente e velocemente gettare nel tritarifiuti del tempo: come in una lunga, debita gestazione nelle viscere della mente e del cuore, Onorato lascia per mesi il prodigio dell’ispirazione a maturare e verificarsi nel tempo. E come nella bottega di un artista a tutto tondo del Rinascimento, in quella di Onorato si provano, si contaminano, si mescolano materie diverse, prima di procedere ad una levigatura sapiente e mirata che non lasci una sola traccia di superfluo ad intaccare la purezza della strepitosa, irresistibile forza lirica delle sue canzoni.

Ed ancora Onorato è pertanto un artista contro questi tempi, che risacralizza in tal modo l’arte e tra le tracce di Sangue bianco (il suo nuovo capolavoro di splendida eleganza, completa perché come carnale ed intellettuale insieme), onora l’individualità del corpo non come strumento degradato e degradante dell’odierna diffusa pura genitalità ginnica, ma quale portale di conoscenza sull’Altrove da dischiudere attraverso l’esaltazione dei sensi. Che sprigiona il massimo fulgore della vita, eppure è un’estasi che sospende fuori dalla realtà, proiettando in un oltre misterioso.

Qui il testo dell'intervista in esclusiva per L'Isola


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento