ultime notizie

Alice: il suo Viaggio in Italia ...

La cantautrice terrà a ottobre una serie di concerti in terra tedesca Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size ...

È SARA JANE CECCARELLI la vincitrice della 16ª edizione de L'Artista che non c'era.

Dieci finalisti per una grande giornata di musica

Oltre 150 i giurati coinvolti

In una giornata milanese caldissima, si è conclusa ieri la 16ª edizione de L'Artista che non c'era. Una finale che - come ormai da molti anni - si è rilevata un laboratorio di contaminazione con il cantautorato più che una gara vera e propria. Certo, la tensione emotiva, i voti, i giurati, tutti i crismi che servono ad ufficializzare l'evento ci sono stati, ma quel che rimane sempre dopo una finale de L'Artista che non c'era sono gli abbracci e i rispettivi complimenti tra gli artisti stessi.

A vincere quest'anno è stata SARA JANE CECCARELLI, con un'esibizione chitarra e voce che ha incantato per capacità intepretativa. Due brani scritti da Sara, evocativi pur nella loro semplicità di una chitarra acustica suonata con maestria da Lorenzo De Angelis. E come è normale che sia, la vittoria finale è stata sofferta (e forse per questo ancor più bella) per via del livello qualitativo delle proposte in campo.  Questi i nomi di chi si è esibito:

SEZIONE  “GENERALE” 

Andrea Amati (S.Arcangelo di Romagna - RN), Equ (Forlì),

Francesco Anselmo (Polizzi Gen. - PA), Giulio Wilson (Firenze),

Lou Tapage (Saluzzo - CN), Marte (Mezzanego - GE),

Miza Mayi (Nago-Torbole - TN), Ox-In (Coreno Ausonio - LT),

Sara Jane Ceccarelli (Gubbio - PG) e Stona (Capriata d’Orba - AL)

 

Mentre per quel che riguarda la sezione dedicata ai compositori di musica, erano già stati proclamati i 2 vincitori che hanno presentato un brano a testa a titolo dimostrativo:

SEZIONE  “STRUMENTALE” 

Lorenzo Polidori (Firenze) e Pulsar Ensemble (Bergamo)


A breve comunicheremo tutti i vari premi che sono collegati a questa finale, a cominciare dall'assegnazione del Bando Nuovo Imaie che prevede un tour di 8 date finanziate con un massimo di 15.000 euro, alla serata organizzata con iLiveMusic dove oltre al vincitore verrano individuati altri due artisti per una serata speciale, oppure ancora alla data all'Asino che vola a Roma, la data che verrà gestita da L'Isola con AZ Blues, insomma una serie di bonus che pian piano nei prossimi mesi vedranno coinvolti tutti i finalisti di questa splendida 16ª edizione.

 

--------------------------------------------------------------------------


Milano, maggio 2019
CI eravamo lasciati qualche settimana fa con i nomi degli artisti che accedevano alla seconda fase del Premio. Ora, dopo vari ascolti e ri-ascolti, L'Isola ha scelto i semi-finalisti di questa edizione 2019 che verranno condivisi con una Giuria Esterna che ci aiuterà a scegliere i 10 finalisti della sezione Generale + i 2 vincitori della sezione Strumentale.
(Clicca qui per l'elenco della Giuria Esterna)

Questi i nomi dei semi-finalisti:

“GENERALE”

ADEL TIRANT, ANDREA AMATI, COMELINCHIOSTRO,
DAMIANO CAPONIO, 
DIANA WINTER, EQU,
FRANCESCO ANSELMO, FRANCESCO GAROLFI,

GIULIO WILSON, LIBERO, LORENZO CITTADINI,
LOU TAPAGE, MARTA DE LLUVIA, MARTE, MIZA MAYI,
MOONARI, OX-IN, RUVIO, SARA JANE CECCARELLI,
STONA e ULULA E LA FORESTA

 

“STRUMENTALE”

FABIO GIACHINO, LORENZO POLIDORI, LUCA FRANCIOSO,
PULSAR ENSEMBLE e UGO GANGHERI

 

I  nomi dei 10 finalisti dela Sez. Generale e i 2 vincitori della sez. Strumentale saranno comunicati MARTEDI 18 GIUGNO.
 

Un grazie sincero a tutti quelli che sono rimasti fuori dalle fasi finali.

------------------------------------------------------------------------  

Dopo alcune settimane di ascolti e riascolti, la redazione allargata ha scelto i 50 artisti che passano alla seconda fase (40 per la sez. Generale + 10 per la sez. Strumentale). Un lavoro lungo e laborioso, visto che gli iscritti erano poco meno di 250 e cogliamo qui l’occasione per ringraziarli uno ad uno. Una fiducia verso un Premio che, unico in Italia, viene gestito da una realtà musicale come L’ISOLA che ha messo al centro la valorizzazione degli artisti italiani. E lo facciamo tutto l’anno, volendo caparbiamente conoscere artisti nuovi (e il concorso è certamente uno dei momenti più utili in questo senso) e dando il giusto spazio a stili e generi diversi. Una varietà di proposte che si riverberano poi anche tra gli iscritti, rendendo il compito di chi ascolta e valuta sempre più affascinante e complesso al tempo stesso. Ecco i nomi:

 Sezione “GENERALE”

ADEL TIRANT  -  AGOSTA  -  ANDREA AMATI  -  BEATRICE CAMPISI  -   CARTABIANCA  -  COMELINCHIOSTRO  -  DAMIANO CAPONIO  -  DIANA WINTER  -   EQU  -  FRANCESCO ANSELMO  -  FRANCESCO CAMIN  -  FRANCESCO GAROLFI  -    FRANCESCO SBRACCIA  -  FRANZ  -  GINEZ E IL BULBO DELLA VENTOLA  -  GIULIO WILSON  -  GLI AMICI DELLO ZIO PECOS  -  HUGOLINI  -  LEVIA  -  LIBERO  -   LORENZO CITTADINI  -  LOU TAPAGE  -  LUCIANO NARDOZZA  -  MARTA DE LLUVIA  -  MARTE  -  MIZA MAYI  -  MOONARI  -  ORKESTRINA  -  OX-IN  -  PAOLANTONIO  -  PELLEGRINI  -  PIQUED JACKS  -  ROSSANA DE PACE  -  RUVIO  -  SABER SYSTÉME  -  SALE  -  SARA JANE CECCARELLI  -  STONA  -  TAVERNA UMBERTO I°  e  ULULA E LA FORESTA

 

 Sezione “STRUMENTALE”

 ALESSANDRO PIRAINO  -  ANDREA GARIBALDI TRIO  -  ANDREA SERTORI  -  DARIO BELLAVEGLIA  -  FABIO GIACHINO  -  GLAD TREE  -  LORENZO POLIDORI  -  LUCA FRANCIOSO  -  PULSAR ENSEMBLE  e  UGO GANGHERI

 

E adesso inizia la seconda fase.
Al primo gruppo di ascolto formato da 20 tra redattori e collaboratori, si aggiungerà la quasi totalità dei collaboratori e dei corrispondenti de L'Isola operativi in tutta Italia. A tutti loro il compito di individuare i 20 progetti più interessanti della sez. Generale e i 5 di quella Strumentale che accederanno così alle semi-finali, dove entrerà in gioco anche la Giuria Esterna.
I risultati della seconda fase saranno comunicati il 22 maggio.

 

-----------------------------------------------

Diciamolo subito, essere arrivati alla 16ª edizione de L’Artista che non c’era è un traguardo che ci riempie di orgoglio. E i motivi sono tanti. A cominciare dal fatto che in un mondo sempre più votato alla superficialità di giudizio, al rapido cambio di gusto, al “tanto non c‘è mai niente di nuovo”, al sempreverde “sì però una volta le canzoni erano un’altra cosa”, ecco che riuscire a fare un lavoro di valorizzazione sulla musica italiana attraverso la gestione di questo concorso è un’impresa non da poco. Non si tratta infatti di un’iniziativa portata avanti da una manciata di persone, qui è tutta la “casa” de L’Isola (una realtà che si occupa di musica italiana dal 1996) che entra in gioco nei prossimi mesi. Ascolti, riascolti, scelte che vengono condivise tra gli oltre cinquanta collaboratori e una folta giuria esterna, dai primi di febbraio fino al 28 giugno, data della giornata finale al CPM di Milano (nella foto in apertura il giorno della finale 2018 con al centro Gabriella Martinelli, vincitrice della 15ª edizione in una foto di Valeria Bissacco).

           Ampliata la Giuria di Qualità che ascolterà i semi-finalisti.
                         (
Clicca qui per leggere i nomi)

E anche nel 2019 saranno due le sezioni in cui ci si potrà iscrivere.
Una chiamata “Generale”, dove si accede con brani cantati (sia in italiano, dialetto o qualsiasi lingua internazionale) ed una “Strumentale”, appositamente creata per ospitare i compositori/gruppi di musica strumentale che, indipendentemente dal genere (fingerstyle, jazz, blues, elettronica, contemporaneo, classico, acustico, etnico, pop, rock, prog, ambient….) scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Una sezione a cui il nostro Premio pone molta attenzione, visto il peso sempre maggiore e l’interesse che questo modo di intendere la musica sta vivendo nel resto del mondo. E finalmente anche in Italia è crescente il numero di scuole, di corsi, etichette, produttori o semplici artisti che si dedicano a questa disciplina. Proprio per questo, quattro fa nasce la sezione ‘Strumentale’ e L’Artista che non c’era è tra i primi concorsi a dare spazio e ascolto a questa esigenza comunicativa (tralasciando ovviamene i molti concorsi di musica classica o jazz, che però lavorano appunto su di un determinato genere) mettendo in relazione autori, esecutori e una giuria qualificata. Ricordiamo che i vincitori della sezione “Strumentale” saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’audioteca nazionale del progetto CO2, l’iniziativa del CPM che in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane (clicca qui per maggiori info sul progetto) http://www.co2musicaincarcere.it/

Tra le novità di quest’anno c’è la collaborazione con ILIVEMUSIC, (www.ilivemusic.com), una nuova piattaforma multimediale semplice e dinamica che attraverso un’App (completamente gratuita) mette in relazione musicisti e organizzatori di eventi e gestori di locali, portando un contributo fattivo a quello che più serve ai musicisti: suonare. Per questa 16ª edizione de l’Artista che non c’era, ILIVEMUSIC mette a disposizione 500 Euro per coprire i costi vivi (viaggi, cena, pernottamento) per organizzare, insieme all’Isola, un evento speciale a cui parteciperanno il vincitore del concorso più altri due artisti/gruppi finalisti, da tenersi a Milano o a Roma. La scelta dei nomi sarà decisa da iLiveMusic in comune accordo con la redazione de L’Isola.  Luogo e data saranno concordati successivamente.

Inoltre, per il secondo anno L’Artista che non c’era è stato ammesso al Bando di Promozione NuovoImaie (realizzato con i fondi dell’art.7. Legge 93/92) che mette a disposizione un tour di 8 date, completamente spesate, fino ad un importo massimo di 15.000 euro. Ma oltre ai due bonus appena elencati, sono molte le occasioni di visibilità che verranno sviluppate durante e dopo questa 16ª edizione. Infatti, una delle caratteristiche de L’Artista che non c’era è quella di creare molte occasioni live in cui convogliare vincitore e finalisti, ma anche i semi-finalisti, un modo concreto per dare spazio e visibilità ben oltre la fase finale del concorso.

E lo facciamo attraverso i molti eventi e rassegne che organizziamo da molti anni. Ultima in ordine di tempo è “Sa(n)remo senza Confini”, un format giunto alla sua seconda edizione e che si tiene nella sede del Club Tenco. Prenderà il via dal 5 al 09 febbraio, nella città dei fiori, durante il Festival e quest’anno, ad esempio, oltre a far suonare Gabriella Martinelli (vincitrice dell’ultima edizione de L’Artista che non c’era), tra i 35 showcase previsti ci saranno altri vincitori, finalisti o semi-finalisti degli anni scorsi, come Zibba, Pino Marino, Olden, Lorenzo Cittadini, Agnese Valle, Le Canzoni da Marciapiede, Francesca Incudine, Giulio Wilson, Kumi, Simone Cicconi, Patrizia Cirulli, Stona, Rita Zingariello, Francesco Camin, Davide Zilli, così come già l’anno scorso tra gli ospiti si esibirono anche  The Crowsroads, Roberta Giallo, Davide Berardi, Mirco Menna, La Stanza di Greta, Marta Delfino, Francesca Romana Perrotta… (clicca qui per vedere il programma completo). Aggiungiamoci anche che da qualche anno il vincitore del concorso entra direttamente nella programmazione della rassegna ‘Parabiago d’Autore, storica manifestazione de L’Isola giunta alla 9ª edizione.

Insomma, crediamo davvero di poter dire che quando un artista o un gruppo passa da L’Artista che non c’era e lascia il segno.. non importa se abbia vinto o meno, se il talento c’è troverà la redazione de L’Isola e tutti i collaboratori pronti ad aiutarlo a farsi conoscere attraverso i live.

Confermato anche quest’anno lo stesso percorso di ascolto e selezione: si parte da una dozzina di redattori che tra tutti gli iscritti individuano i 50 progetti più interessanti, che verranno poi ascoltati da tutti i corrispondenti e collaboratori sparsi in ogni regione d’Italia. Un lungo lavoro che culminerà con la scelta di 25 semifinalisti. Ed è questo il momento in cui entra in gioco una Giuria esterna. Anche per l’edizione 2019 saranno oltre 100 gli addetti ai lavori che riceveranno il materiale audio dei 25 semifinalisti (leggi l'elenco definitivo) e che, dopo vari ascolti, sceglieranno i finalisti che suoneranno live al CPM di Milano. Un valore aggiunto da non sottovalutare quello di mettere in relazione una così ampia e qualificata Giuria fin dalle fasi di semi-finale. Un modo concreto di ampliare il numero di artisti/gruppi coinvolti che potranno così far conoscere il proprio progetto musicale a soggetti fortemente inseriti sul mercato. In aggiunta a questo, sottolineiamo come la finale sia una giornata speciale, che vedrà l’Auditorium della scuola di musica fondata da Franco Mussida diventare un momento di confronto e di crescita reciproca. A fianco della gara, della giornata finale ci piace evidenziare l’atmosfera di condivisione e di scambio di esperienze che si crea tra artisti, giurati, staff del CPM e la redazione de L’Isola, chiusa come da tradizione da una cena collettiva.

Il concorso è solo una delle iniziative de L’Isola che non c’era, realtà editoriale nata più di vent’anni fa (nella foto il n.1, novembre 1996). Un lavoro sulla musica italiana che per quindici anni ha visto editare anche una rivista cartacea e che oggi continua a informare e promuovere gli artisti italiani attraverso un sito Internet e con le principali piattaforme social. Un impegno quotidiano che ha come scopo la valorizzazione della nostra cultura musicale (passata, presente e futura), pubblicando recensioni di dischi e di libri musicali, interviste, report di concerti, news e approfondimenti (entra nel sito)

-----------------------------------------------------------------------------

Vincitori L’ARTISTA CHE NON C’ERA

1ª edizione (2004) - Pino Marino
2ª edizione (2005) - Pilar

3ª edizione (2006) - Veronica Marchi
4ª edizione (2007) - Piji

5ª edizione (2008) - Marcosbanda
6ª edizione (2009) - Erica Mou

7ª edizione (2010) - Paolo Pallante
8ª edizione (2011) - Zibba

9ª edizione (2012) - Iotatola
10ª edizione sez. “Italiana” (2013) - Marrone Quando Fugge

10ª edizione sez. “Internazionale” (2013) - Arianna Antinori
11ª edizione sez. “Italiana” (2014) – Francesca Incudine

11ª edizione sez. “Internazionale (2014) – Alessandro Lepore

12ª edizione sez. “Italiana” (2015) – Valeria Tron
12ª edizione sez. “Internazionale (2015) – Angelica Lubian
13ª edizione sez. "Generale" (2016) - The Crowsroads
13ª edizione sez. "Strumentale" (2016) - Calonego e Khora Quartet

14ª edizione sez. "Generale" (2017) – Gianluca Secco
14ª edizione sez. "Strumentale" (2017) – Reno Brandoni e Luca Falomi

15ª edizione sez. "Generale" (2018) – Gabriella Martinelli
15ª edizione sez. "Strumentale" (2018) – Antonello Fiamma e Francesco Del Prete

 

LE ISCRIZIONI SONO PROROGATE FINO AL 23 APRILE 2019

 

Scarica il Regolamento 2019 (pdf)
Scarica il Regolamento 2019 (Word)

Scarica il Modulo di Iscrizione 2019 (pdf)
Scarica il Modulo di Iscrizione 2019 (word)

Leggi i nomi della Giuria di Qualità 2019

Info: redazione@lisolachenoncera.it

---------------------------------------------------------------

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/Artistachenoncera/

 


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento