ultime notizie

Daniele Gozzetti: il blues ha un ...

                  Nuovo progetto per Daniele Gozzetti, cantautore bresciano dall’anima rock ‘n’ roll. Si tratta di un video nel quale Gozzetti reinterpreta Blues run the game, un classico dell’americano Jackson ...

Flo

31salvitutti

Quando ci troviamo di fronte a una musicista proveniente da Napoli, l'aspettativa è sempre quella di ascoltare un suono peculiare. Un risultato di melodia e ritmo che con tante variazioni è giunto da secoli lontani fino a noi. Il caso di Flo è un'eccezione, perchè l'atmosfera è legata a un pop dal respiro europeo, nonostante che il napoletano venga usato durante il disco per un brano intero o parte di esso. Però la sensazione che qualcosa di questa forte tradizione esista è legata al ritmo che si percepisce alla base di ogni canzone. Non per niente il coautore di molti brani è Michele Maione, che nel disco suona batteria e percussioni. E se non è un ritmo ternario che generalmente ci fa pensare immediatamente a Napoli, è comunque nervoso, incalzante, irregolare ma assolutamente legato al singolo brano dando forza e dignità tanto quanto la melodia. Aggiungiamoci poi che l'intera scaletta ha un respiro che va oltre la città e oltre l'Italia, grazie alla produzione artistica di Sebastien Martel. E questo fa parte della vicenda artistica di Flo, il cui precedente disco "La mentirosa" faceva bella mostra di sé in più copie sugli scaffali di una centralissima libreria di Berlino (visto con i nostri occhi lo scorso gennaio, tanto per fare un esempio).

Entrando nel merito del nuovo lavoro 31salvitutti, quando ascoltiamo le tracce una di seguito all'altra emerge con forza la varietà delle canzoni, che rappresentano bene l'anima di questa musicista. Oui oui sauvage è introdotta da un'atmosfera mediterranea che fa da base a un'invocazione d'amore, L'uomo normale, country urbano (non sembri una contraddizione) eccellente j'accuse degli atteggiamenti bigotti, la malinconica Accussì, la finale Miracolosa anarchica dove l'ascoltatore è accompagnato da toni soffusi di voce e strumenti, ma che insieme formano una sonorità solida e adatta a una conclusione degna. Ottimo lavoro di una musicista per cui l'originalità sembra quasi un dovere, svolto grazie a un lavoro ferreo che emerge in ogni traccia. 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Sebastien Martel  
  • Anno: 2020
  • Durata: 45:33
  • Etichetta: Arealive / Believe

Elenco delle tracce

01. 31salvitutti
02. Oui oui Sauvage
03. Aurora boreale
04. La gaviota
05. L’uomo normale
06. Accusì
07. Marte 27
08. Fai di me
09. Radio Volkan
10. Per guardarti meglio
11. Miracolosa anarchica

 

Brani migliori

  1. Oui oui sauvage
  2. L'uomo normale
  3. Miracolosa anarchica

Musicisti

Sebastien Martel: chitarra acustica - Marcello Giannini: chitarra - Davide Costagliola: basso - Michele Maione: batteria e percussioni