ultime notizie

ChitArsNova 2019 torna con tre appuntamenti

Il progetto ‘ChitArs’ nasce in seguito ad una mostra di liuteria con prova pubblica degli strumenti nel settembre 2012 a Nova Milanese, nell’ambito del ‘Festival Novart’. A dare il ...

  • La Municipàl - Bellissimi difetti

    di: Doriana Tozzi

    I fratelli Carmine e Isabella Tundo avevano già mostrato la loro indole romantica e affascinata dai tormenti generazionali con il loro album d’esordio (Le nostre guerre perdute) e su questi crucci tornano a riflettere anche nel secondo album, Bellissimi difetti, che, come evidenzia il titolo stesso, ambisce a guardare ...

    Leggi tutto »

  • di: Alberto Bazzurro

    “Sea Shell – ci racconta Mauro Ottolini – mescola i suoni naturali del mare, del vento, delle cicale, delle pietre sonanti di Pinuccio Sciola, le lattine raccolte abbandonate sulla spiaggia, i giocattoli sonori, gli strumenti aborigeni e quelli artigianali sardi in armonia perfetta con le percussioni, le voci delle balene o il ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Anno 2014: sotto l’ombra della Madunina cominciano le scorribande del Ladro, duo milanese (Ste e Grace) che agisce nei scenari dell’underground con incursioni alt-rock e spruzzate noise. Al primo assalto di un lustro fa (Ladro-Extended play),  iniziano a riempire il sacco con quattro pezzi, mescolando l’idioma nazionale ...  Leggi tutto »

  • di: Ernesto Razzano

    “Ma l'impresa eccezionale, dammi retta/ È essere normale”, cantava Lucio Dalla un po’ di anni fa. E contestualizzando questo esordio di Fulminacci, quelle parole sembrano quanto mai cucite addosso a questo giovanissimo cantautore. L’impresa eccezionale parte dall’essere giovane, romano e cantautore, e non essere influenzato da  quel circuito ...  Leggi tutto »

  • di: Marco Di Pasquale

    Il gruppo nominato Il volo di Colin non vorrebbe far musica! O almeno non gradirebbe scriverne: preferirebbe essere come Henry, un Sognatore sveglio concentrato sui suoi ricordi e sul suo futuro, mentre nel presente leopardiano guarda la luna prima di tirare un’altra boccata alla sua sigaretta, emozionato di fronte ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Diverte, sperimenta e convince Une italienne à Paris, allestimento sonoro bilingue ideato dalla romagnola (ora, di casa a Parigi) Sara Cicognani, qui in veste di La Confrerie De Vic.  Con un simile album, pieno d'inventiva, l'artista scalza decisamente le impostazioni cantautorali classiche per volturarle con rinnovata fragranza, in cui ...  Leggi tutto »

  • di: Ernesto Razzano

    Maneggiare la memoria non è cosa facile. Ha a che vedere con le interferenze della coscienza che talvolta migliora o peggiora un ricordo a seconda di come vogliamo conservarlo, un pericoloso bivio, un rischio perenne che oscilla tra mitizzazione e rimozione. Occorre lucidità, misura e sforzo. Quando poi la memoria è individuale ...  Leggi tutto »

  • di: Giorgio Olmoti

    Certo, certo. Me lo ripetete da tempo e me ne sono fatto una ragione. Avete abbonamenti Premuim e Gold e Chiedietisaradato a tutti i canali digitali dell’universo e i film ve li propongono in anteprima e certe scene vengono proprio a girarle nel vostro tinello. Il satellite vi porta ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Direnzo

    La riscossa degli autori continua. Dopo Anastasi e Incenzo, ecco aggiungersi alla valorosa armata Paolo Audino, già titolare di successi firmati per Mina & Celentano (Brivido felino), Amedeo Minghi (Decenni), Andrea Bocelli (Per noi) e perfino per Lo Zecchino d’Oro (Il gatto mascherato), giusto per citarne alcuni. Strettamente personale è un ...  Leggi tutto »

  • di: Valeria Bissacco

    Il pianoforte irrompe con poche note nel buio e nel silenzio. Prosegue incalzante, ripetitivo, quasi ossessivo. La voce di Veronica Pompeo, cantante e compositrice di Matera di formazione lirica ma attratta dalla contaminazione fra i generi, all’inizio è un lamento, poi disegna le parole: “Arte è anima fragile, arte è anima giovane ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Non ho mai capito il motivo dell’ostracismo perpetrato nei confronti dell’opera post mogoliana di Lucio Battisti. Mi riferisco in particolare ai cosiddetti dischi bianchi scritti sulle liriche del poeta Pasquale Panella. Un ostracismo, se non una vera e propria diffidenza o fastidio, da parte degli addetti ai lavori ...  Leggi tutto »