ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

  • Je Ne T’Aime Plus - La Logica della Rivincita

    di: Andrea Romeo

    Parlare di un album come La logica della Rivincita è quasi come narrare ad un figlio chi fosse il proprio padre che non ha mai conosciuto, ma significa anche raccontargli di quattro zii affettuosi che lo hanno cresciuto amorevolmente, premurosamente, probabilmente facendo molta forza su sé stessi, ma con l ...

    Leggi tutto »

  • di: Rosario Pantaleo

    Si apre con un bell’intro di pianoforte il sesto album di Massimo Liberatori e la sua Bandaliberatori. Deragliamenti rappresenta ancora una volta un bel connubio tra il rock e la canzone d’autore che ha gli occhi rivolti alle radici della musica popolare del centro Italia, terra di origine ...  Leggi tutto »

  • di: Paolo D'Alessandro

    A sorpresa, Metamorfosi, ultima fatica discografica di Raf, sancisce un ritorno a una forma canzone più immediata, dopo due dischi come “Ouch” e “Passeggeri distratti” in cui emergeva la volontà di seguire un percorso originale che non tradisse l’impronta squisitamente pop. A questo punto della sua carriera, Raf rivolge ...  Leggi tutto »

  • di: Alberto Bazzurro

    Quarantatre anni, torinese, Giorgio Li Calzi è musicista anfibio (che non vuol dire eclettico, sia chiaro) come pochi. Jazzista per comodità (soprattutto altrui) e musicista elettronico-contemporaneo per vocazione (sua), ha sempre avuto un debole per il cinema, e più in generale per l’abbinamento suono/immagine. Stupisce persino un po ...  Leggi tutto »

  • di: Stefano Tognoni

    La Gang, cioè i Fratelli Marino e Sandro Severini, è ormai da venticinque anni uno dei gruppi più rappresentativi e coerenti del panorama musicale italiano. Portabandiera di un certo tipo di rock contaminato con il folk e la musica d’autore, continuano imperterriti a macinare kilometri per suonare ovunque sia ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Romeo

    Un pugno di classici, da Moanin a Blue Moon, ed ancora Dat dere di Nat Adderley ed Oscar Brown Jr., un’improvvisa quanto piacevole ventata beatlesiana, Michelle e Can’t buy me love, una sorprendente cover di Maniac, che da pezzo decisamente pop diventa un brano jazz dallo swing elegante ...  Leggi tutto »

  • di: Rosario Pantaleo

    Forse sarebbe semplice affermare che questo album parla di un’Antonella Ruggiero che non ti aspetteresti, invece Pomodoro genetico è una sorta di naturale approdo dell’artista genovese che, da quando ha abbandonato i Matia Bazar (sono ormai quasi vent’anni), è stata un’assidua sperimentatrice di nuovi percorsi musicali ...  Leggi tutto »

  • di: Luca Barachetti

    Tutta questa roba e tutta da sola? Non è brava Beatrice Antolini, è che proprio la disegnano così. Autonoma, indipendente, e vogliosa di fare da sé, perché chi fa da sé fa per tre, come si dice, anche se qui la questione è A due: lei e la sua musica ...  Leggi tutto »

  • di: Ricky Barone

    Artemisia absinthium è l’ultimo cd di Alessandro Ducoli, suonato con  i Bartolino’s, quartetto che vede la partecipazione di Andrey Kutov al piano, Mirko Spreafico alle percussioni, Alessandra Cecala al contrabbasso e Mario Stivala alla chitarra. Il disco si presenta in accoppiata con una novella, che è possibile leggere ...  Leggi tutto »

  • di: Paolo D'Alessandro

    Qualche “malalingua” potrebbe definire la Banda Internazionale come la risposta meridionale alla celebratissima Orchestra di Piazza Vittorio. E i due progetti hanno molto da spartire, onestamente. Seguendo i passi dell’ensemble romano, anche Daniele Sepe, sassofonista e poliedrico compositore partenopeo, ha messo in piedi una formazione multietnica, accomunata dalla volontà ...  Leggi tutto »

  • di: Antonello Furione

    Si chiamano Ratafiamm e chi li avrà tra le mani dovrà davvero prendersi una lunga Pausa, perché l’ascolto di questo ep richiede tempo per assaporare sia i testi che le musiche. Sono quattro piccole magie i brani di questo dischetto, che anche se vengono citati sul retro del cd ...  Leggi tutto »