ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

  • Remo Anzovino - Tabù

    di: Andrea Romeo

    Un jazzista affascinato dalla musica popolare che, tempo addietro, ha fatto indigestione di colonne sonore di pellicole degli anni ’50 e ’60: la prima impressione, ascoltando Tabù, il secondo album di Remo Anzovino, è proprio quella di trovarsi di fronte ad un jazzista sui generis, con uno spiccatissimo senso della ...

    Leggi tutto »

  • di: Rosario Pantaleo

    Arriviamo con un considerevole ritardo a parlare di Dino Fumaretto, o meglio, del suo alter ego artistico che è Elia Billoni, pianoforte e voce. Già, perché quest’ultimo canta e suona mentre il primo scrive e guida i passi artistici del secondo – anche se in realtà sono la stessa persona ...  Leggi tutto »

  • di: Francesco Olivieri

    La poesia, la letteratura, il cinema, la vita di ogni giorno, sono i fili conduttori di questo nuovo album di Luca Bassanese. La società dello spettacolo, omonimo titolo del libro di Guy Debord a cui il cantautore vicentino si è ispirato, è un album diviso in capitoli, proprio come fosse ...  Leggi tutto »

  • di: Alessia Cassani

    Forse la lontananza dalla sua terra natale (vive abitualmente in Germania) alimenta in lei il desiderio di cantare la Sicilia e di indagare nel suo patrimonio culturale, e forse proprio il fatto di trovarsi distante dà alle composizioni musicali di Etta Scollo quel sottile alone nostalgico che peraltro tanto si ...  Leggi tutto »

  • di: Giampiero Cappellaro

    C’è un crocevia, da qualche parte, dove si incontrano tutte le strade conosciute del pop d’autore e dove può accadere di tutto. Può succedere che artisti più disparati, geograficamente lontani, si riuniscono come richiamati dalla stessa musa ispiratrice e riescano a  volare con passione e leggerezza prendendo sul ...  Leggi tutto »

  • di: Luca Barachetti

    Memoria di ferro per chi si ricorda dei Genialando, che nel 1999 pubblicarono per la CGD un disco e poi si sciolsero – uno di quei non pochi casi di pop italiano, piccolo (nelle vendite) ma ben curato, che avrebbe meritato più fortuna. Il leader di quel gruppo si chiamava Yuri ...  Leggi tutto »

  • di: Alberto Bazzurro

    Pubblicando “Fleurs 3”, Franco Battiato disse che quello strano numero era dovuto al fatto che, visto il successo del primo “Fleurs”, gli si sarebbe di certo chiesto un trittico di album in tema, per cui lui passava direttamente al terzo e ultimo volume, per ritenere ufficialmente chiusa l’esperienza. Sorprende ...  Leggi tutto »

  • di: Stefano Tognoni

    Il nome dei pomodori è l’album d’esordio dei Marcosbanda, recenti vincitori del nostro concorso L’Artista che non c’era e dell’edizione 2008 del “Cornetto Free Music Festival”. La curiosità di vederli cimentarsi con un intero progetto era ovviamente tanta. La positiva impressione suscitata è ampiamente confermata ...  Leggi tutto »

  • di: Riccardo Angelo Colabattista

    Dopo un primo album, “Oltre lo specchio”, uscito nel 2006, e dopo aver conseguito i favori della critica con numerosi riconoscimenti nel mondo della musica indipendente, Marco Notari pubblica un secondo lavoro che ha il difficile destino di poter contribuire alla conferma di un artista emergente o di farlo cadere ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Romeo

    Comunque lo si consideri, qualunque critica gli si possa muovere, Giovanni Allevi è certamente una persona ed un musicista di un’onestà cristallina. Diventato un personaggio quasi senza volerlo, i suoi concerti sono perennemente sold-out e i suoi album precedenti (“13 Dita”, “Composizioni”, “No Concept” e “Joy”) sono ancora nei ...  Leggi tutto »

  • di: Luca Barachetti

    «L’altra notte mentre uscivo fuori dalla discoteca è passata a quattro metri la mia vita / camminava col bicchiere e un vestito nero mi ha guardato ma non mi ha cagato»: l’incipit (splendido) di Vita rubina annuncia il settimo capitolo dell’avventura musicale di Moltheni, sempre più affezionato a ...  Leggi tutto »