ultime notizie

Foxy Lady Ascolta arriva a Milano

Quando si dice che qualcosa nasce dal “basso”, possiamo pensare subito a due cose. La prima è che dalle quattro corde del basso, dalla ritmica, può nascere una canzone (e gli ...

Silvia Manco

Afternoon Songs

Voce molto particolare, quella di Silvia Manco; già dal primo brano, Mad about the boys, che apre il suo ultimo lavoro, Afternoon Songs, il timbro che la caratterizza lascia un segno: ruvido, ma non aspro, melodioso ma privo di quegli eccessi che, invece di aumentarne la godibilità, spesso non fanno altro che sovraccaricarne i toni.

L’approccio della cantante e pianista, salentina di origine, ma romana d’adozione, è decisamente “friendly”, come anche il titolo dell’album lascia trasparire, quasi fosse un invito fatto agli amici, “sedetevi ed ascoltate”; e la band che ha riunito intorno a sé asseconda questa proposta, variando ritmi e melodie, passando con assoluta facilità da brani più soft, Afternoon lover, L’étang, quasi delle ballads, alla vivace bossa di Una nuova estate.

Interessante, e positivo, il fatto che i testi siano, senza una precisa scansione, in italiano, in inglese, in francese, superando questa problematica che, soprattutto (va detto) in ambito rock, crea ancora certi imbarazzi nei musicisti nostrani, spesso indecisi riguardo a “quale linea adottare”.

Produce l’album Roberto Gatto, quanto mai misurato alla batteria, che lascia volentieri la ribalta, oltre che alla protagonista, ai fiati di Daniele Tittarelli e Giovanni Falzone, ricchi di pathos nei loro interventi, agli “inserti” di un altrettanto misurato Dario Deidda, al basso e contrabbasso, mentre addirittura Fabio Zeppetella fa capolino con la sua sei corde ed altrettanto rapidamente scompare; questa complessiva dimostrazione di modestia, da parte di musicisti che, ognuno nel proprio ambito, sono tutti dei “numeri uno”, fa si che gli arrangiamenti siano equilibratissimi, tutti i “pezzi” vadano al loro posto con scioltezza, naturalezza ed apparente disinvoltura, quasi “mascherando” il lavoro, certosino, al quale tutto il gruppo ha contribuito.

Bilanciando l’alternanza di brani propri e di interessanti cover, tra cui spicca un’inusuale, (per questo genere), Todd Rundgren, Silvia Manco dimostra la padronanza, lo stile e l’espressività di un’artista completa, matura e dall’indubbio fascino.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Roberto Gatto, Nuccia
  • Anno: 2010
  • Durata: 50:15
  • Etichetta: Nuccia

Elenco delle tracce

01. Mad about the boys

02. Afternoon lover

03. Una nuova estate

04. The ballad of the sad young man

05. L’étang

06. Dimmi

07. Poinciana

08. Teardrop

09. Le tue parole

10. B Song

11. Parallel lines

12. Via

13. Tell me

Brani migliori

  1. Afternoon lover
  2. L’étang
  3. Teardrop

Musicisti

Silvia Manco: piano, vocals, Fender Rhodes, background vocals Roberto Gatto: drums Dario Deidda: double bass, electric bass Fabio Zeppetella: guitars Daniele Tittarelli: alto sax, soprano sax Giovanni Falzone: trumpet Cristiana Polegri: background vocals Emiliano Pari: background vocals