ultime notizie

Christmas Favorites: il Natale visto da ...

Marco Giubileo ci ha preso gusto. Dopo The BASSoundtrack Book, EP uscito meno di un anno fa e dedicato a celebri colonne sonore riarrangiate con il basso solista (disco che ...

Ammaracicappa

Al Qantarah

Al Qantarh è il primo lavoro di questo originale gruppo musicale che nasce dall’intuizione di un musicista salentino, Upapadia, che ha ritenuto che la musica strettamente legata alle sonorità tipiche del meridione, tra cui ricordiamo la pizzica, la tarantella, la tammurriata, potesse amalgamarsi in maniera originale e proficua con sonorità strettamente legate al suono etnico-mediterraneo. Da qui l’idea di costituire un gruppo musicale che, unendo differenti percorsi artistici, potesse esprimere le volontà e le potenzialità presenti nelle corde e nelle memorie artistiche dei componenti dell’ensemble.

Da questo progetto scaturisce un lavoro in alcuni momenti particolarmente ambizioso (l’ascolto dell’ipnotica Ahi quanto e mara è significativo in tal senso) che cerca di scavare all’interno di realtà musicali differenti per giungere ad una sorta di sonorità sincretica (vedi ad esempio il suono squillante ed incisivo del sax sopranino in Me vatte lu core) e l’elettronica ben in vista presente in Montevecchio trance. Tradizione e radici, quindi, che si incontrano senza soluzione di continuità e che cercano di costruire, insieme, un percorso capace di rendere possibile ed accettabile una contaminazione musicale ed artistica tra mondi diversi ma non incompatibili.

In un periodo in cui non è facile emergere e farsi conoscere nel campo discografico, ormai saturo da miriadi di produzioni musicali, questa proposta possiede il coraggio di non abbandonarsi a facili ed ammiccanti sonorità ma lavora nell’ottica di rendere possibile la creazione di un suono capace di legare varie influenze musicali e culturali per restituirle con una fisionomia nuova ed “altra”. E l’ascolto di un brano come Lu bene mio rende bene il concetto.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Upapadia
  • Anno: 2007
  • Durata: 52:09
  • Etichetta: CNI - Compagnia Nuove Indye

Elenco delle tracce

01. Sola sola
02. Ahi quantu e mare
03. Sciarabba
04. Bedd acchia
05. Lu bene mio
06. Me vatte lu core
07. Montevecchio trance
08. Na vampa de focu
09. Canapa canapa

Brani migliori

  1. Montevecchio trance
  2. Me vatte lu core
  3. Ahi quanto e mare

Musicisti

Upapadia: voce, tamburi, marranzano, elettronica Nora Tigges Mazzone: voce Renato Vecchio: sax soprano, sax sopranino, ciaramella Fiore Benigni: organetto diatonico Emj Antonin: elettronica, flauto in sol, voce   Ilaria Patassini: voce Paolo Innarella: sax contralto, sax tenore, ciaramella Alberto Gazzella: basso elettrico Valetria cozzani: voce recitante Peppe Voltarelli: voce