ultime notizie

Fabrizio Moro live al Forum di ...

  Due ore e mezza di musica ed energia, questa l’estrema sintesi di un sabato d’ottobre, sul palco del Forum di Assago. A due anni da ‘Pace live Tour ...

Germano Seggio

Alta Quota

“Le montagne sono quei luoghi in cui Dio dimostra di essere più bravo di Michelangelo a scolpire” è la frase che, scritta sul retro della copertina, introduce il terzo lavoro discografico, un vero e proprio concept-album, del compositore e chitarrista palermitano Germano Seggio. Il disco è infatti un omaggio alle Dolomiti, montagne che l’UNESCO ha dichiarato patrimonio naturale dell’Umanità, da cui l’autore trae una profonda e sentita ispirazione.

Così come Buonarroti scultore ricercava nel marmo quella “vita” che secondo la sua foga visionaria era già imprigionata nella pietra grezza e che necessitava esser liberata, Seggio “scava” all’interno di sé per dare forma a suoni che trovano la propria ragione nel profondo della natura montana e nella sua serena contemplazione. L’album si compone di nove tracce strumentali che fondono pop e rock con le atmosfere oniriche scaturite proprio dal vivere la natura con la forte sensibilità del musicista. Si tratta probabilmente di un nuovo capitolo, o meglio di un capitolo a sé, nel percorso artistico di Seggio, che nasce proprio dal lungo periodo trascorso in quei luoghi incantevoli a seguito di un grave incidente, che lo ha portato a rivivere il proprio approccio alla musica e forse alla vita stessa attraverso un nuovo e più ricco bagaglio emozionale. Quelle stesse emozioni che traspaiono da tutti i brani, di cui sette originali, intitolati alle amate vette ( ad esempio Corno Bianco), a località montane (Braies, Cavalese, Anterselva) e persino a una strada (la “ex” 49 Bis ora SS 49) che attraversa la Val Pusteria e si spinge su verso il confine con l’Austria in un paesaggio d’una bellezza mozzafiato.

Il disco si apre con un brano dalle atmosfere ampie e rasserenanti che richiamano le fresche acque di lago, e che è anche, secondo noi, uno dei migliori dell’album. “Non potevo non aprire l’album dedicato alle Dolomiti se non con Braies. Il lago di Braies, infatti, a mio avviso, è uno degli strumenti con cui la Natura, semplicemente lasciandosi contemplare, rapisce l’osservatore conducendolo silenziosamente in una dimensione dove equilibrio e armonia regnano sovrane” dichiara il musicista svelandoci allo stesso tempo la chiave d’ascolto dell’intero lavoro. Un altro fra gli episodi più felici del disco è il blues intitolato alla località della Val di Fiemme in cui il musicista racconta di aver trascorso momenti di grande serenità, che traspare tutta dalle note languide e dolci del brano Cavalese. A un altro lago, quello di Anterselva, è dedicato il pezzo successivo, altro “acquerello” di forte intensità le cui pennellate scorrono morbide e delicate e si sovrappongono all’immaginario dell’ascoltatore, suscitando emozioni di piacevolezza e quiete.

La title track dell’album ci porta invece sulle vette più alte, dove le atmosfere sono rarefatte e la percezione dello spazio aperto è a 360°. Suonato solo con una chitarra elettrica dallo stesso Germano Seggio, Alta Quota regala sensazioni di libertà e di leggerezza che avvicinano all’idea del volo dell’aquila e rimettono in pace con il mondo. Oltre alle sette tracce originali composte, arrangiate e suonate da Seggio con Marco Amico e Paolo Biondolillo, a completare questo bel disco vi è una doppia versione del celebre brano dei Tears for Fears, Mad World, rivisto in chiave onirica e a suo stesso dire un po’ folle, registrato “live in studio” con un risultato di forte impatto emotivo. Il video della registrazione del brano è visibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=KQkyJA9xPuU&feature=youtu.be

Foto del Lago di Braies di Luca Carcano

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Marco Amico/Alta Quota    
  • Anno: 2018
  • Durata: 43:00
  • Etichetta: Alta Quota

Elenco delle tracce

01. Braies
02. Countrysh
03. Mad World
04. Corno Bianco
05. 49 Bis
06. Cavalese
07. Anterselva
08. Alta Quota
09. Mad World (ext.version)

Brani migliori

  1. Braies
  2. Cavalese
  3. Anterselva

Musicisti

Germano Seggio: chitarre elettriche - Marco Amico e Germano Seggio, chitarre acustiche - Romina Denaro e Giancarlo Marino, basso - Vito Di Pietra, batteria - Melko Van Kaster, violino - Marcello Biondolillo e Marco Amico, tastiere - Arrangiamenti: Germano Seggio, Marco Amico, Marcello Biondolillo