ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Violassenzio

Andrà tutto bene

Tra suggestioni californiane, psichedelia inglese e punk rock vede la luce il primo disco dei Violassenzio. Le quattordici tracce sfornate dalla band mostrano uno spiccato gusto per la commistione e il recupero di sonorità del passato, che si innestano però su un sostrato più vicino al rock di matrice nostrana.


Tra testi sognanti e visionari, quello che emerge sullo sfondo musicale è una voce allentata e graffiante, che spesso rifiuta una linea melodica definita e preferisce un cantato più stanco ed evanescente: a volte solo un sospiro, come nel primo brano, La luna è un inganno. Un cantato che sa creare situazioni oniriche e surreali, per passare un attimo dopo al rock arrabbiato di La risposta di Rivana, o a un brano più melodico come Quanto mi va.


Tuttavia nonostante molte soluzioni efficaci, si ha in certi punti la sensazione di poter chiedere di più alla voce, che rischia di passare in secondo piano rispetto agli altri strumenti. D'altro canto è pregevole l'interazione tra i due elementi in Fischia il mondo, un pezzo che ricorda molto il progressive di Emerson, Lake and Palmer: sicuramente del trio britannico c'è l'abilità nel gestire la band come un'orchestra, intessendo una struttura in crescendo che ha un certo fascino. Molto piacevole anche (Brighton) Jimmy è qui, con esplicite allusioni ai mods inglesi, ritratti con «Quadrophenia sul giradischi e London Calling di riserva». Il brano è una coinvolgente ballata metropolitana, valorizzata da un buon arrangiamento e una scelta timbrica pertinente ed efficace.


Complessivamente è una prima prova che soddisfa, anche se non al primo ascolto: c'è bisogno di un po' di tempo per abituare le orecchie a un suono ricercato e denso di riferimenti.
 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Violassenzio
  • Anno: 2010
  • Durata: 48:23
  • Etichetta: Alka Records

Elenco delle tracce

01. La luna è un inganno
02. Fuori è immenso
03. Quanto mi va
04. Un po' di cose passate
05. Tra nebbia e fumo
06. Senza senso
07. Fischia il mondo
08. Come cera
09. (Brighton) Jimmy è qui
10. Il più bel film
11. La risposta di Rivana
12. Primofebbraioduemilatre
13. Il solito vecchio giro
14. Un segreto da svelare
 

Brani migliori

  1. Fischia il mondo
  2. (Brighton) Jimmy è qui

Musicisti

Enrico Cipollini: chitarre, pianoforti, synth
Luca Lanzoni: batterie
Luca Bonato: jazz bass, voci
Fabio Cipollini: voci