ultime notizie

Maldestro presenta il suo Egosistema

A tirar fuori le sensazioni più nascoste e intime c’è il rischio di rovinarle, di perder per strada proprio quella insita naturalezza. Ma la buona musica, associata alle parole giuste ...

  • Profugy - Razionaleillogico

    di: Max Casali

    Obiettivo primario dei Profugy, giovane duo napoletano, è quello di ridare all’arte un contenuto di spessore, di rivestirlo da quelle nudità ispirative che ultimamente l’hanno svuotata ed impoverita, opere che troppo spesso sfruttano il momento ma senza che ne rimanga traccia nel tempo. Mica una cosa semplice, certo, se ...

    Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Difficile immaginare un futuro senza musica per il giovane cantautore campano Nicola Russo, cresciuto con il pallino delle sette note  respirato in famiglia a tutto tondo, compreso il nonno che lo ha sostenuto fortemente per acculturarsi, non poco, in campo musicale. Oggi, polistrumentista ed arrangiatore dei suoi pezzi, convoca Carlo ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Nella simbologia generale, il numero 7 ingloba significati e riferimenti per molte culture nei campi della matematica, storia e religione. Gli esempi sono tanti: 7 le meraviglie del mondo, i Re di Roma, i sacramenti del Cristianesimo, i doni dello spirito santo e via dicendo. E non è un caso se ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Credete nel luogo comune che nella musica ci sia ormai poco da inventare? Magari, per buona parte, sarà pur vero e, personalmente, non mi illudo più di tanto che ci sia del nuovo che avanza, però credo che trovare dei rinnovatori siano ancora possibile. Vi portiamo l’esempio di Davide ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Oggi come allora, l’idea del concept-album è stata ri-abbracciata dal sestetto torinese dei Desidia, in occasione della nuova release L’Eternauta. Correva l’anno 1998 quando uscì il loro primo full-lenght Gotica e Lunatica passando all’idioma nazionale, dopo un paio di demo-album in inglese.  Logico che, in oltre 25 ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    È palpabile l’esperienza, l’eleganza risolutiva, l’estro concettuale nel nuovo album di Fabrizio Consoli, che come titolo ha scelto Con Certo Jazz (Live from the heart of Europe). Sono doti che di certo non le scopriamo oggi e che continuano ad alzare l’asticella artistica dello chansonnier meneghino. Conscio ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Emiliano Mazzoni è un estroso cantante/autore della montagna modenese che, prima si è fatto le ossa militando negli inLimine e Comedi Club, e poi si è avventurato in solitaria con quattro albums, compreso questo nuovo omonimo con 8 tracce immaginifiche sul filo dell’onirico, che si destreggia tra le nuvole ideative del ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    “Nostalgia, nostalgia canaglia…” cantava la coppia pop più famosa d’Italia. Ed è probabile che la sensazione che proveranno in molti, ascoltando L’ultima generazione felice dell’artista romano Aleco, sia proprio quella. Ma, attenzione! Qui la nostalgia non prende mai il sopravvento: semmai la plasma e la centellina in contorni ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Un passato da batterista punk ed oggi scanditore e “decriptatore” di un tempo mesmerizzante velato di mistero, alla ricerca di una  luce che conduca alla rivelazione soprannaturale dell’enigma esistenziale. Parliamo di O-Mars (Omar Cremon), che debutta con l’album Lumina, in uscita il 13 settembre, prodotto dal pregiato Lorenzo ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Non so se la pensate analogamente, ma sono convinto di una cosa: quando un disco ingloba sensibilità, cuore e solidarietà ha raggiunto il grande obiettivo di spalmare quel benefico altruismo che fa tanto bene alla causa umana. Andrea Pellicone è fatto cosi: suona tutto lui nella nuova opera Something you should ...  Leggi tutto »

  • di: Max Casali

    Le cause più note  da dove una band possa trarre forza ed ispirazione sono: passione, voglia di comunicare o di mettere semplicemente nero su bianco le idee che si contemplano. Ma è la prima volta che apprendo che un collettivo decide di formarsi perché avverte maggiore empatia con il quartiere natio ...  Leggi tutto »