ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

  • Gian Piero Alloisio - Ogni vita è grande

    di: Andrea Podestà

    Alle volte basta il primo pezzo per capire immediatamente di avere tra le mani un grande disco. E allora fai l’opposto di quello che suggeriva Caparezza: altro che skippare e passare oltre. Tornare indietro e riascoltare. Perché Ogni vita è grande è una title track splendida, un piccolo gioiello che avremmo ...

    Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Abbandonato lo pseudonimo di Ceanne McKee e l’uso dell'inglese (nel suo primo album Wonderland), la genovese Chiara Ragnini si riappropria del proprio nome della propria lingua con questo Giardino di rose che, per certi aspetti, davvero si può definire il suo vero album d'esordio. Chiara è un’enfant ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Esce finalmente anche in formato cd il primo convincete lavoro del gruppo siciliano Sindrome di Peter Pan, dopo essere stato disponibile per diverso tempo sulle piattaforme digitali. Un lavoro che forse non ha nell’originalità il suo punto di forza, ma che dimostra la grande vitalità e la freschezza di ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    È una sorta di nouvelle vague tutta femminile quella che sta travolgendo da qualche tempo la musica genovese. Un drappello di cantautrici che lontani anni luce dalla “tradizione” si avvicinano all’indie-rock con irrequietezza, sfrontatezza e carica impulsiva. Ed è proprio su quest’onda che si muove il bellissimo disco d’esordio ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Il buio. Una coltre che sembra avvolgerci. Bombe intelligenti sganciate su governi che non vogliono adattarsi al nuovo ordine mondiale. Bombe colorate – quasi sempre – a stelle e strisce: “Negli Stati Uniti dicono la guerra/ è un dovere inderogabile del mondo”. E poi, ancora, immigrati che cercano disperatamente un contatto con il ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    È un piccolo diario intimo questo primo album, Liberi confini, della cantautrice genovese Karen Ciaccia. Un diario intimo e intimistico tutto suonato e cantato in punta di piedi; quasi assenti batteria e chitarre elettriche, molta chitarra classica e acustica. Se la definizione avesse un senso anche per la musica leggera, quella ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    È dalla notte dei tempi che l’uomo ha un atteggiamento “scisso” nei confronti della donna. Santa o puttana. Quasi senza soluzione di continuità. La donna evoca nell’uomo angoscia e speranza, paura e attrazione. Diavola tentatrice, colei che ci ha condannato, essere imperfetto: “La donna è un errore della natura” per ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Arriva un momento nella nostra vita in cui ci liberiamo degli orpelli, delle maschere, dei trucchi. L’artista, il cantautore – diceva anni fa Francesco De Gregori – ha questo di diverso da molti altri lavoratori: si mette a nudo davanti a una platea. È spudorato. E spudorato è il primo disco in italiano ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    C’è ancora molto Dino Buzzati nell’ultimo bellissimo album della Piccola Bottega Baltazar, dopo Il disco dei miracoli. Per meglio dire, c’è ancora molto del suo insegnamento, della sua arte. Perché Ladro di rose è uno strepitoso esempio di realismo magico. Quella forma narrativa – di cui appunto Buzzati era maestro – in ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    Vedi la copertina, vedi il titolo e pensi subito ad un disco ironico, goliardico… musica esotica (sarà per quel richiamo al Paraguay) e leggera. Ascolti la prima traccia (Coppia comitiva) e già cominci a dubitare, perché qui si suona davvero, qui si canta davvero, il testo funziona davvero. Altro che ...  Leggi tutto »

  • di: Andrea Podestà

    È da qualche anno che una nuova schiera di cantautori muove i propri passi sulla scena musicale italiana. Lontani anni luce da una certa retorica e verbosità della “scuola tradizionale”, i “nuovi” hanno fatto della naïveté una sorta di marchio di fabbrica. I due volti forse più noti di questo ...  Leggi tutto »