ultime notizie

Note d’Autore: l’omaggio a ...

di Andrea Direnzo Tanti suoi brani sono hit planetarie, molti altri fanno parte della memoria collettiva musicale del nostro Paese. L’elenco sarebbe davvero lungo e finirebbe per togliere spazio ...

Modena City Ramblers

Battaglione Alleato (Musiche e canzoni per una storia della Resistenza)

Ci ricordiamo della Resistenza in Italia a stento il 25 Aprile di ogni anno, quando vediamo sfilare in televisione qualche vecchietto (sempre di meno purtroppo) che ancora con le lacrime agl’occhi e tante rughe nelle mani, ci racconta storie che sembrano provenire da altri Paesi e sicuramente da un altro tempo. Eppure mai come in questo periodo storico avremmo tutti bisogno di ascoltarle ancora quelle storie. I Modena City Ramblers nel loro nuovo doppio album Battaglione Alleato, chiamando a raccolta i loro amici e tanti compagni di strada, ci raccontano una storia che forse conosciamo poco. E’ quella di un gruppo di uomini, cento per la precisione, parà inglesi, disertori austriaci e tedeschi, combattenti russi, uniti ai partigiani della zona intorno a Reggio Emilia che, nei tanti mesi di Resistenza sulla Linea Gotica, hanno mischiato lingue, tradizioni, ideali, e vite.

Ventisei brani per immaginare ventisei istantanee dell’operazione militare più famosa del Battaglione Alleato, l’attacco al comando tedesco di Botteghe d’Albinea nel marzo del ’45. Ventisei canzoni per parlare di quei ragazzi e di quelle donne (staffette) e di come questi si ritrovarono insieme, forzatamente vicini, per giorni e mesi. Cantavano, danzavano, tra amicizie e amori, con la musica sempre ad accompagnarli, violino, fisarmonica o cornamusa che fosse.

Il suono di questo doppio album è quello dei MCR, non c'è da aspettarsi nulla di diverso, perché è quello da anni, lo sanno fare e lo sappiamo, e chiedere che sia differente non avrebbe senso. Eppure i tanti artisti che accompagnano i Modena in questo lungo viaggio nella memoria, aggiungono sonorità che, anche se non si distaccano molto dal solco folk di tutto il progetto, sanno dare qualche novità. Forse non è l’aspetto strettamente musicale quello che ci colpisce di più, ma nel complesso questo progetto “convince”. Per la forza emotiva che si porta dietro, per la capacità di attraversare una storia, sconosciuta ai più, riportandone in vita i protagonisti e le loro vite come se ce li avessimo davanti agli occhi, e li vedessimo in trincea, stanchi, o attorno ad un fuoco la sera prima dell’attacco.

“Una semplice canzone non porterà mai a nessuna rivoluzione, questo è certo…ma quando spinge chi l’ascolta a maturare un proprio percorso di crescita, questa è una grande conquista”. (Modena City Ramblers). “Non ho mai detto che a canzoni si fan rivoluzioni” cantava Guccini ne L’avvelenata. Rivoluzioni forse le canzoni, e queste ventisei nello specifico, non ne sanno fare, ma fanno crescere quello sì.

 

  

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica:  Valerio Soave e Modena City Ramblers
  • Anno: 2012
  • Durata: 114:00
  • Etichetta: Mescal

Elenco delle tracce

 

Cd 1

01. Introduzione

02. Avevamo vent’anni

03. Al pivarol c’al vin dal ciel

04. C’era

05. Bastardi e pezzenti

06. This time

07. Molto stanco

08. Modena

09. Ofelia Neri

10. Libertà e foresta

11. Non era un animale

12. Gino

13. Notturno prima della battaglia

 

Cd 2

1. Partigiano Hans

2. 27 marzo

3. Tombola

4. Gordon Glauco

5. 22 ore

6. L’amore altrove

7. Gufo nero

8. Noris, Imelde

9. Cinque tedeschi ad Albinia

10. La libertà è disobbedienza

11. Nozze partigiane

12. Testamento partigiano

13. Avevamo vent’anni (al fuoco del bivacco)

 

Brani migliori

  1. Avevamo vent'anni
  2. Libertà e Foresta