ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Graziano Romani

Between Trains

Il nuovo progetto di Graziano Romani, ex leader dei Rocking Chairs, da molti anni apprezzato solista, è l’ennesimo cd di cover a caratterizzare un 2008 da questo punto di vista anche troppo prolifico. A scanso di equivoci, iniziamo subito con il dire che Between Trains può essere annoverato tra quelli che riescono a conquistarsi una propria dignità.
Sarebbe stato semplice per Graziano inserire tra le cover scelte brani molto celebri, andando così sul sicuro. La sua scelta è stata molto più ponderata e complessa andando a ripescare canzoni come Mutiner di Warren Zevon, Between Trains di Robbie Robertson, non certo celebre poiché uscita esclusivamente nella colonna sonora di “Re per una notte” di Martin Scorsese o Sound Of Free di Dennis Wilson, certamente più famoso come batterista dei Beach Boys che come autore di questo singolo.
Anche Don’t Fall Apart On Me di Bob Dylan, Real World di Bruce Springsteen, White Shadow di Peter Gabriel e Brand New Day di Van Morrison, non possono certo essere annoverati tra gli episodi più fortunati degli artisti in questione.
In tutte le tredici tracce proposte trasuda una sicura onestà di fondo e la voglia di proporre canzoni a torto considerate “minori”. Graziano Romani è coadiuvato come sempre da musicisti tosti ed essenziali che poco concedono ad inutili tecnicismi ma che fanno della sostanza il loro principale credo. Tra essi è impossibile non citare Max Ori (basso) e Pat Bonan (batteria), la sezione ritmica che lo accompagna da alcuni anni dal vivo. Buon rock quindi, senza troppi fronzoli, con la particolare voce di Graziano, di chiara matrice rock ma così scura da sconfinare nel soul, a caratterizzare tutte le tracce proposte. Tra gli ospiti una citazione va spesa per i chitarristi Max Cottafavi (Clandestino), Cristiano Maramotti (Piero Pelù band) e per la bassista Elisa Minari per alcuni anni nei Nomadi. Disco non imprescindibile ma meritevole di rispetto.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Graziano Romani
  • Anno: 2008
  • Durata: 55:09
  • Etichetta: Freedom Rain/Music Service

Elenco delle tracce

01. Genesis Hall
02. Between Trains
03. The Living End
04. Sound Of Free
05. Mutineer
06. Brand New Day
07. Wichita Lineman
08. Don’t Fall Apart On Me Tonight
09. Grace Darling
10. White Shadow
11. Last Chance Lost
12. Real World
13. Strugglin Man

Brani migliori

  1. Genesis Hall
  2. Between Trains
  3. Strugglin Man

Musicisti

Graziano Romani: voce, chitarra acustica, flauto
Max Ori
: basso
Pat Bonan
: batteria
Gigi Cavalli Cocchi
: batteria
Nicola Milazzo
: chitarra acustica, chitarra elettrica

Elisa Minari: basso
Max Cottafavi
: chitarra elettrica
Cristiano Maramotti
: chitarra elettrica
Chris Gianfranceschi
: piano, tastiere