ultime notizie

Nada alla Milano Music Week

di Maria Macchia La paura via da sé e i pensieri brillano: un titolo incoraggiante, di buon auspicio, quasi “motivazionale”, quello dell’ultimo album di Nada. La cantautrice livornese è stata ...

Flo

Brave ragazze

“Fra poco tutti gli uomini della terra avrebbero goduto la certezza di rivivere, di perfezionare le loro predilezioni, le loro doti, in un futuro senza posa rinnovato, mentre le donne si sarebbero trovate oscure ed effimere come farfalle notturne, incapaci di oltrepassare un termine che, al confronto, sembrava imminente come l’alba del condannato a morte. Le donne iniziano a vivere tra loro, in comunità femminili, dedicandosi a coltivare talenti artistici che gli uomini disprezzano, forti ed orgogliosi del potere dell’immortalità”.

In un momento di stasi forzata, è un racconto di Anna Banti del 1952 ad accendere in Flo la scintilla che ha portato poi alla realizzazione di Brave ragazze, un concept album che ruota intorno all’immagine della donna. Lo spunto è un futuro lontano in cui un’epidemia allontana in maniera viscerale l’universo maschile da quello femminile e nel quale le donne trovano, però, la forza della coesione per sostenersi a vicenda e mantenere una memoria del loro essere.

La cantautrice napoletana Floriana Cangiano (conosciuta discograficamente come Flo) ha realizzato un disco estremamente potente perché carico di memoria; una memoria che rivive attraverso storie che intrecciano il femminile e la musica in un immaginario viaggio da Napoli verso il resto del mondo. Ci si apre uno scrigno in cui troviamo la ricerca e l’immedesimazione, lo sguardo verso l’altrove e la diversità. Per questo progetto l’aspetto cantautoriale convive con all’anima dell’interprete, con un risultato del tutto travolgente. La voce di Flo riesce a cambiare abito e umore trasmettendoci l’intensità delle donne di diverse latitudini. È un disco nel quale sono stati ripresi intensi brani di grandi artiste del mondo latino e mediterraneo; donne dalle vite incredibili e, spesso, anche incredibilmente normali. Personaggi che hanno speso la vita per la cultura e che hanno fatto della ricerca e dell’impegno sociale la loro cifra distintiva. Ritroviamo il canto cileno Maldigo del alto cielo dell’indimenticabile Violeta Parra, l’argentina Milonga con sauces di Leda Valladares, e Gran Tirana della cubana Lupe ma anche Connola senza mamma di Gilda Mignonette diva dei café-chantant partenopei che esportò la sua musica in tutto il mondo e, in fine, un omaggio a Gabriella Ferri con Me voi pe’ te, per ricordare un'altra donna dalla straordinaria voce e personalità.

 

Quattro invece sono gli inediti che hanno completato il discorso di Brave Ragazze inserendo non solo importanti tematiche sociali ma anche ricordandoci che Flo, oltre ad una voce di rara bellezza, ha anche una eccellente abilità nella scrittura. Ha composto Furtunata un pezzo sulla maternità attraverso il percorso dell’adozione; poi un brano che racconta di una donna, Maddalena, nata nel corpo di un uomo e Boccamara, la storia di una donna ferita che diventa velenosa. Quello che colpisce della voce di Flo è la sua capacità di calarsi nelle realtà che racconta con una straordinaria intelligenza emotiva che la rende un’interprete capace di una compenetrazione quasi totale. Per questo motivo canta con tutte le sfumature delle emozioni che vuole farci arrivare, riuscendoci perfettamente. Flo è una fuoriclasse che ha talento, testa e cose da dire. Questo lavoro si avvale della abilissima penna di Michele Maione che ha arrangiato l’intero disco e della presenza di ospiti del calibro di Peppe Servillo e Paolo Angeli.

Le atmosfere di tutti i brani sono create con una meticolosa scelta di sottrazione dove pochi e indovinatissimi strumenti bastano a supportare il canto aperto e la gigantesca forza teatrale di Flo. I bellissimi arrangiamenti firmati da Maione ricreano puntualmente atmosfere e ambientazioni in cui lui stresso puntella la ritmica delle percussioni mentre Cristiano Califano, alle chitarre e alla viola da gamba, riempie di suggestioni ariose ed eleganti ogni singolo brano.  Accurato e denso di pathos, questo lavoro è ricco di ossimori che si librano tra delicata forza e avventurosa quotidianità. Flo ti apre il cuore e lo fa come solo alcuni napoletani sono in grado di fare. 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2022
  • Durata: 41:34
  • Etichetta: SoundFly/Self

Elenco delle tracce

01. Boccamara feat. Peppe Servillo

02. Furtunata

03. Gran Tirana

04. Maddalena feat. Paolo Angeli

05. Maldigo del alto cielo

06. Milonga con sauces

07. Ferma Zitella

08. Me voi pe’ te

09. Connola senza mamma

10. Malemaritate

Brani migliori

  1. Boccamara feat Peppe Servillo
  2. Maldigo del alto cielo
  3. Furtunata

Musicisti

Flo: voce;
Michele Maione: tamburi a cornice, percussioni;
Cristiano Califano: chitarra classica, chitarra battente, viola da gamba