ultime notizie

Orzobimbo, nuovo brano per Enrico Fridlevski

Enrico Fridlevski, già frontman del gruppo toscano Vick Frida, torna alla musica cantata con un brano in uscita domani 25 aprile, dal titolo fortemente evocativo: Orzobimbo. Evocativo, per noi nati ...

Artisti Vari

Buon Compleanno Rosa – Omaggio a Rosa Balistreri

Quella di Rosa Balistreri è una voce che ancora oggi ci appare un miracolo. Un’infanzia caratterizzata dal degrado e dalla povertà, un matrimonio segnato dalla violenza, una vita di ingiustizie, di tragedie e di stenti. Eppure un talento che è riuscito comunque ad esprimersi. Un talento per la musica, me anche e soprattutto per la vita. Vita che per molti anni è stata poco più che sopravvivenza, e musica che è stata ed è espressione del dramma di vivere, e capacità di scavare nella tradizione non dalla prospettiva colta del ricercatore, ma come parte stessa delle radici di un popolo sofferente. Anche per questo è doveroso e bello ricordarla nell’ottantesimo anniversario della sua nascita. Perché Rosa Balistreri è per antonomasia il simbolo di chi sa sollevare la faccia dal fango, ed elevarsi attraverso l’arte. La rabbia e il dolore accumulati nella sua vita si trovano nel suo canto rauco e nelle sue canzoni taglienti, che un folto gruppo di artiste non solo siciliane ha cercato di fare rivivere in questo omaggio.

Nel disco si alternano brani della tradizione siciliana e composizioni autografe della grande folk-singer, la cui rielaborazione è a cura delle interpreti. Ne nasce un disco vario per approccio e spirito. Alcune interpreti hanno privilegiato l’essenzialità, come Anita Vitale (pianoforte e voce), Marilena Monti (chitarra e voce) o Mariangela Vicanti (voce e bouzouki), altre hanno riadattato il folk siciliano dell’autrice a sonorità più world, come la italo-capoverdiana Jerusa Barros. In alcune prevale la dolcezza (Gera Bertolone) e la simpatia (Laura Campisi), in altre la rabbia o la drammaticità (Enza Lauricella), e ancora la teatralità (Cecilia Pitino). Conclude il disco una canzone registrata dal vivo a Palermo durante un concerto tributo a Rosa Balistreri il 21 settembre 2007. Qui tre grandi interpreti della canzone folk italiana, Clara Murtas, Fausta Vetere e Lucilla Galeazzi interpretano la commovente Quannu moru, con un pathos che dà i brividi.

Certo non è possibile rappresentare in toto un personaggio con un vissuto tanto particolare e tanto presente nella sua arte, ma per quanto possibile i mille volti della musica folk di Rosa Balistreri rivivono e si rinnovano grazie a queste brave interpreti e alla dedizione di Giovanni Callea e Francesco Giunta, promotori del progetto. L’importante è non dimenticare una simile artista, per il valore culturale del suo lavoro e per il messaggio di forza e speranza che il suo esempio rappresenta. L’importante, poi, è rispettare la consegna che Rosa ha lasciato nel suo canto: «Quannu io moru / cantati li me canti / nun li scurdati / Cantati pi l’antri / quannu io moru / pinsatimi ogni tantu / ca pi sta terra ncruci / iu moru senza voci».

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2007
  • Durata: 55:53
  • Etichetta: Teatro del Sole/Graham e Associati

Elenco delle tracce

01. Mi votu e mi rivotu (Anita Vitale)
02. Lassarimi accussì (Mariangela Vacanti)
03. Rosa canta e cunta (Jerusa Barros)
04. Cuteddu ntussicatu (Laura Mollica)
05. Lu focu di la pagghia (Miriam Palma)
06. Quantu basilicò (Marilena Monti)
07. L'amuri ca v'haiu (Egle Mazzamuto)
08. E lu suli ntinni ntinni (Matilde Politi)
09. Quannu moru (Raffaella Gigliotti)
10. A vo l'amuri miu (Gera Bertolone)
11. Me muggheri (unn'avi pila) (Laura Campisi)
12. La siminzina (Clara Salvo)
13. Cu ti lu dissi (Serena Rispoli)
14. Sant'Agata (Enza Lauricella)
15. I pirati a Palermu (Cecilia Pitino)
16. Quannu moru (Clara Murtas, Fausta Vetere e Lucilla Galeazzi)

Brani migliori

  1. Rosa canta e cunta
  2. Mi votu e mi rivotu
  3. Quannu moru

Musicisti

01. Anita Vitale: voce e pianoforte
02. Mariangela Vacanti: voce - Mario Incudine: bouzouki
03. Jerusa Barros: voce - Djeli d'Afrique: Alain Victor Mutwe: percussioni e voce - Samuel Gfamfi Kwaku percussioni e voce - Tony Zangara: batteria - Simone Ferrara: chitarra - Max Potamo: fisarmonica e tastiere - Daniele Guttilla: basso
04. Laura Mollica: voce - Carmelo Nicotra: violoncello - Lelio Giannetto: contrabbasso
05. Miriam Palma: voce e oggetti sonori - Alessandro Cimino: chitarra classica - Michele Ciringione: contrabbasso
06. Marilena Monti: voce e chitarra
07. Egle Mazzamuto: voce - Pirati a Palermu: Mario Incudine: chitarra classica - Antonio Vasta: fisarmonica - Antonio Putzu: flauto barocco - Mario Tarsilla, basso acustico - Massimo Laguardia: tammura
08. Matilde Politi: voce e chitarra
09. Raffaella Gigliotti: voce e chitarra
10. Gera Bertolone: voce - Mario Incudine: chitarra acustica e battente - Antonio Vasta: organetto
11. Laura Campisi: voce - Marko Bonarius: contrabbasso
12. Clara Salvo: voce - Jack Papa: chitarra
13. Serena Rispoli: voce - Lorenzo Colella: chitarra classica
14. Enza Lauricella: voce - Agostino Comito: chitarra classica - Giuseppe Cusumano: violino
15. Cecilia Pitino: voce - Francesco Emanuele: chitarra - Piero Vasile: violino - Alberto Fidone: contrabbasso - Peppe Di Mauro: percussioni
16. Clara Murtas: voce - Lucilla Galeazzi: voce - Fausta Vetere: voce