ultime notizie

Si intitola “Tra poco” il singolo ...

Nuovo singolo per il cantautore classe ‘87 Avincola, in collaborazione con Leave Music. Questa nuova canzone dell’artista italo-catalano, con un percorso artistico che ha già segnato diverse tappe importanti ...

Dellera

Colonna Sonora Originale

Colonna sonora originale è il primo disco da solista di Roberto Dell'Era, in arte Dellera. Probabilmente avrete già sentito parlare di quest'uomo: è l'attuale bassista degli Afterhours, ha collaborato con svariati artisti del circuito italiano (Dente, Lombroso, Diego Mancino), qualche anno fa ha inciso la canzone Ami lei o ami me (che viene riproposta all'interno di questo esordio).

La bellissima copertina, una foto fatta su un tetto di una casa di Birmingham (Dellera ha vissuto diversi anni in Inghilterra dove si è formato musicalmente e culturalmente), è perfetto emblema di questo disco: un disco attento ai particolari, alla scelta dei colori e che, nel rievocare gli anni 60 in maniera esemplare è capace di trasportare l'ascoltatore in uno scenario dove tempo e spazio non esistono più.

Non è un caso che la parte centrale di questo disco, che parte da Oceano Pacifico blue fino a Il tema di Tim & Tom, sembra un unica canzone. La cosa potrebbe sembrare negativa (leggasi “è un disco di canzoni tutte uguali”) ma non è così. Questa sequenza è capace, attraverso le parole e i suoni, di catturare l'attenzione, lasciar vagare nei meandri della mente, riportare alla veglia (vedi il ritornello de La meraviglia), per poi immergere nuovamente nelle strade del pensiero.

All'infuori di questa suggestiva serie di canzoni, trovano spazio alcuni bellissimi potenziali singoli come Le parole e Il motivo di Sima, canzone a nostro parere “perfetta”: musicalmente ispirata e supportata da un arrangiamento impeccabile, da parole che calzano a pennello e da un'ottima interpretazione vocale. 

L'unica pecca di questo disco, decisamente ispirato e prodotto in analogico (importante segnalare la collaborazione di Tommaso Colliva e la partecipazione di musicisti come Enrico Gabrielli, Rodrigo D'Erasmo, Cesare Basile, Sandro Mussida), è il fatto che a Dell'Era sembra piacere lo stare in bilico sul cornicione (ritornando alla copertina), rischiando di cadere improvvisamente nel kitsch: nonostante la capacità di amalgamare ottimamente vocazioni pop e melodiche, sperimentazioni sonore psichedeliche, energia rock, atmosfere anni sessanta e cantautorato, ogni tanto si ha come l'impressione che Dell'Era perda il senso della misura, rischiando di diventare un po' una caricatura di sé stesso.

Non sappiamo se sia colpa del coretto di Il ragazzo in motocicletta, del testo di Giorno dopo giorno, della parte iniziale di Io e te, momenti del disco che forse poco digeribili. Al di là di queste imperfezioni, resta il fatto che il signor bassista degli Afterhours ha sfoderato un ottimo album. Certo, in questi tempi di consumismo musicale, forse non sarà un disco destinato a vendere chissà che numero di copie o a rimanere impresso nella memoria degli appassionati di musica, ma rimane un disco che meritata di essere ascoltato, non sentito. E non è poco.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

Elenco delle tracce

01. Il Motivo di Sima
02. Il ragazzo in motocicletta
03. Ami lei o ami me
04. Per niente al mondo
05. Oceano Pacifico blue
06. Fine bobina (la memoria)
07. La meraviglia
08. Il tema di Tim & Tom
09. Le parole (rivoglio il mio disordine)
10. Io e te
11. Giorno dopo giorno

Brani migliori

  1. Il motivo di Sima
  2. Le parole
  3. La meraviglia