ultime notizie

Lucchetti è il nuovo singolo di ...

Leo Pari è un vero e proprio artigiano della musica pop, dove con questo termine vogliamo evidenziare la sua capacità di attingere dalla scuola cantautorale più consolidata e integrarla con arrangiamenti ...

Negramaro

Contatto

In uscita venerdì 13 novembre, Contatto è il decimo lavoro in studio dei Negramaro, a distanza di tre anni dal successo di “Amore che torni”. Un concept album intorno al tema del cambiamento perfettamente incarnato dal simbolo della farfalla, immagine di evoluzione e movimento, rappresentata in un gioco prospettico sulla copertina che, sotto la direzione creativa di Thestylepusher, nasce da una collaborazione tra la band e il 3d artist Amin Farad di Theblacklab. Quel cambiamento che potenzialmente è in mano ad ognuno di noi è che, tramite piccoli gesti quotidiani, può riuscire ad alimentare speranze e vere e proprie rivoluzioni.

La produzione dell’album è curata da Andrea Mariano, che riesce nel difficile compito di scollegarsi dal ruolo di tastierista nella band e tratteggia un vestito sonoro su misura, confermando quel tuffo nell’elettronica e in quel gioco di synth, drum machine e riverberi che da qualche tempo a questa parte rappresenta l’ossatura della ricerca sonora della band. Ma non si ferma a questo. Sono presenti infatti sezioni orchestrali, che sanno spaziare dagli archi agli ottoni quasi da big band.

 

Un cammino di dodici tracce, dodici racconti diversi ma uniti, che si apre subito energicamente con il brano Noi resteremo in piedi, una sorta di marcia scritta contro la paura e per sottolineare il valore di ogni vita, è ispirato alle vicende del movimento Black Lives Matter, sia nelle tematiche che per la presenza delle voci dei manifestanti che emergono nelle sezioni d’intermezzo. È il germoglio della crisi da cui nasce tutto l’album, in quel dubbio shakespeariano, sul dover essere un uomo o un cantante, fare musica leggera, per ballare, o anche dire ciò che si pensa.

Le atmosfere sonore cambiano nel blocco centrale di tre brani inaugurato da come Non fosse successo mai niente dove, tuffandosi a capofitto negli anni 90, ci si trova in un mondo a parte rispetto al resto dell’album, più leggero e che, da qui in poi, nella sua seconda metà, alza il tiro e dà il meglio di sé. Contatto, singolo uscito il 9 ottobre, non a caso la title track del progetto, incarna perfettamente la filosofia e la fase della band che, abbandonata una scrittura più popolare, in un mondo che sui social e nei mass media grida, sceglie la via dell’intima ricerca, del parlare sottovoce. E la scelta del nome non è un caso, quel ‘contatto’ che oggi manca più di ogni altra cosa e che è mancata anche durante la fase cruciale della lavorazione del disco, ripreso durante il lockdown, ognuno nei propri home studio, lontani ma vicini.

Chiude l’album il brano Dalle mie parti, che in coppia con Terra di nessuno segnano la rottura e la riconciliazione, la fine di questo viaggio, l’aver compreso che questo mondo, fragile nella sua sconfinata bellezza, non è di nostra proprietà ma che a noi, rispettandolo, spetta salvarlo. Salvarlo nella nostra quotidianità, nel rispetto delle differenze che rendono unici è che sono la nostra forza, quella differenza che Anna e Marco, nel capolavoro di Lucio Dalla qui citato, sapevano vivere nella semplice quotidianità.

In conclusione Contatto è un album che nasce nella ricerca di nuovi orizzonti e, ricercando, riesce a sintetizzare un piccolo mondo vivo nelle sue differenze e atmosfere, un album che non ha paura di dire ciò che pensa e è che stato possibile in parte sentire dal vivo nel concerto-evento Entra in contatto del 12 novembre. Prodotto da Sugar con la direzione creativa di Giò Forma, ha visto la band esibirsi all’interno di una vera e propria location costruita appositamente per il live in streaming, un Iper-Cubo reso vivo e pulsante dal 3d, dagli schermi e dalle luci. Concerto in streaming tra i primi nel suo genere in Europa e senz’altro in Italia, ha saputo in un breve set alternare momenti in cui ballare a momenti più intimi, primo fra tutti la bellissima versione piano e voce di Non è mai per sempre, eseguita da Sangiorgi sul ‘suolo lunare’.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Andrea Mariano
  • Anno: 2020
  • Etichetta: Sugar

Elenco delle tracce

01. Noi resteremo in piedi

02. Mandiamo via l’inverno

03. Non è vero niente (feat. Madame)

04. Devi solo ballare

05. Come non fosse successo niente

06. E se domani ti portassi al mare

07. Scegli me

08. Contatto

09. Non è mai per sempre

10. La cura del tempo

11. La terra di nessuno

12. Dalle mie parti 

Brani migliori

  1. Contatto
  2. Non è per sempre
  3. Non è vero Niente feat. Madame