ultime notizie

Lusenstock. Ripartire dall’Arte

Alpe Lusentino, Domodossola - 21 agosto 2021 In questa estate 2021 che vede l’Italia divisa tra piogge torrentizie e giornate calde e assolate, nello splendido scenario  dell’Alpe Lusentino, la ...

GODOT.

Controtempo

Il 20 novembre 2020 è stato pubblicato il primo album di GODOT. intitolato Controtempo: si tratta di un progetto discografico marchiato Costello’s Record, con la produzione artistica di GODOT., Simone Pirovano e Lorenzo Caperchi. “Controtempo è un disco che ho fortemente desiderato e voluto – racconta l’artista - raccoglie insieme frammenti di vita che vanno dalla mia adolescenza fino alle mie prime esperienze nel mondo dei grandi” Questo giovane artista milanese raccoglie canzoni scritte tra il 2014 e il 2019 capaci di rendere il disco davvero variegato sia a livello testuale che musicale. Come sull’altalena, i brani ti conducono su e giù, passando da ballad pure e malinconiche a sperimentazioni elettroniche cariche di energica. C’è una voce fresca che irrompe in ogni brano ma non per questo immatura: gli arrangiamenti completano bene quella scrittura giovane e sincera, aiutandola nel fine ultimo di un bisogno comunicativo profondo. Apprezzabile, ad esempio, è l’utilizzo degli archi e di suoni gentili che ti conducono dritto nel mondo dell’artista fatto di amore, fragilità ma anche di scorci di vita più duri.

Il disco si apre con Oppure, una sincera ammissione di errori e limiti personali nella gestione di un rapporto di coppia, che ci conduce, all’interno di un quadro romantico, fino a Controtempo, brano che ha tutta l’intenzione di una poesia d’amore musicata. Segue, in maniera quasi spiazzante, MILANOMONAMOUR un’ironica dichiarazione d’amore per una metropoli ricca di contraddizioni e meraviglie: immagini di cantarla mente passeggi su corso Buenos Aires con le braccia cariche di shopper. Nella Giostra si torna nostalgici ed ancora innamorati di un rapporto finito ed irrecuperabile: ci si ritrova a percorrere la vita a velocità diverse. Chi scende dalla giostra decide di tornare a vivere il proprio viaggio in solitudine. In Bianca (e le sue sigarette) ritroviamo il racconto ed il monito ad una donna vittima di fragilità e di altalenanti stati emotivi che la conducono verso scelte sbagliate. Il disco si chiude con Come ciliegie, brano fluttuante dove l’ukulele predominante ti guida verso uno scenario bucolico. Godot è sensibilità a tratti inusuale e demodé ma di cui, ora più che mai, abbiamo bisogno. La sua scrittura delicata, incastonata in melodie avvolgenti, ci regala un rifugio emotivo di musica terapeutica e di testi intimi e sentimentali.  

Foto di Chiara Turati

                                              

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica:   GODOT., Simone Pirovano e Lorenzo Caperch
  • Anno: 2020
  • Durata: 31:42
  • Etichetta: Costello’s Records

Elenco delle tracce

01. Oppure
02. Tralicci
03. Sono un fesso
04. Controtempo
05. MILANOMONAMOUR
06. Star bene (di più)
07. La giostra
08. Bianca (e le sue sigarette)
09. Come ciliegie

Brani migliori

  1. Oppure
  2. Controtempo