ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

LaStanzaDiGreta

Creature selvagge

Lastanzadigreta è un progetto musicale che nasce nel 2009 quando, ad un’iniziativa di solidarietà, si incontrano cinque musicisti torinesi: Leonardo Laviano, Alan Brunetta, Umberto Poli, Jacopo Tomatis e Flavio Rubatto, già attivi con diverse formazioni. Da quel momento iniziano a scrivere un pugno di canzoni e con queste a girare per festival e locali del nord Italia. Nel 2012 registrano il loro primo EP Lato A che contiene cinque brani registrati in proprio, nel 2014 segue Lato B questa volta registrato live al Diavolo Rosso di Asti. Da quel momento inizia anche la collaborazione con gli Yo Yo Mundi che produrranno, grazie ad una fortunata campagna su MusicRaiser, il disco d’esordio del collettivo Creature selvagge. A settembre 2016 lastanzadigreta sono arrivati finalisti alla 13° edizione de L’artista che non c’era.

Creature selvagge è stato registrato fra il dicembre 2015 e il gennaio 2016 all’Attimo Recording Studio di Dario Mecca Aleina a Cafasse (To) con la produzione dello stesso Mecca Aleina, lastanzadigreta e i consigli di Paolo Enrico Archetti Maestri e Eugenio Merico (Yo Yo Mundi). La bella copertina del cd è invece opera della illustratrice e fumettista Cinzia Ghigliano con progetto grafico di Leonardo Laviano.

La formazione del collettivo è quanto mai anomala e al contempo interessante mancando nell’ensemble il basso, la batteria e soprattutto i ruoli (di solito ben definiti all’interno di un gruppo musicale). Molto intrigante è anche l’aspetto dei suoni contraddistinto della grande marimba, intorno alla quale girano una selva di strumenti musicali inusuali come bidoni e tubi oppure strumenti di recupero come un vecchio harmonium Farfisa, un glockenspiel, un set di didjeridoo. Tra gli strumenti “classici” figurano invece chitarre elettriche, acustiche, classiche, weissenborn, mandolini elettrici e banjolini, cigar box…

Creature selvagge è un album che con molto gusto coniuga al suo interno un mix di suggestioni sonore: si passa dal rock con tinte etniche (Preludio a deserto), al folk-punk con in primo piano i suoni di didjeridoo (Deserto), alla finta filastrocca (4-4-2 con Carlo Pestelli alla voce), al rock (Creature selvagge con il tema del brano tratto dalla colonna sonora del film The Repairman di Paolo Mitton), al freak-pop (Vita di Galileo), al quasi-folk realizzato con latte e lattine (Lisa), fino all’arrangiamento da camera (Camarade gagarine registrato in presa diretta all’interno della cripta della chiesa di San Pietro in Vicoli a Torino e con la voce di Jurij Gagarin ripresa da un vecchio 45 giri). Non mancano nemmeno la ballata intima e malinconica (Inviti superflui ispirata da un racconto di Dino Buzzati) e il brano scherzoso con l’unico contrabbasso presente in tutto il disco (La fatina delle frottole feat. Andrea Cavalieri). Nel cd è anche presente una canzone tratta da Il giorno prima della felicità di Erri De Luca (Erri) e una inedita regalata alla band da Paolo Archetti Maestri dei Yo Yo Mundi (Amore e psiche) che, con il suo valzer campestre suonato con strumenti giocattolo e di recupero, chiude il disco.

Ascoltando il cd ci si trova davanti a delle canzoni a loro modo strane che, quasi a voler nascondere la loro timidezza, cercano di sfuggirci via proprio come è tipico delle creature selvagge ma che una volta acciuffate con il loro linguaggio leggero e spensierato sanno rivelarci un carattere forte come accade ad esempio in Foglia d’autunno […] Il tuo odio mi sfiora, mi lascio cadere / regina di casa si onora così / fossi rosa d’ubbidienza, fossi grigia di mansuetudine / fossi cane fedele non vivrei […]

Complimenti quindi a lastanzadigreta per la ricercatezza dei suoni e dei testi e, per dirla alla loro maniera, Viva la musica bambina e democratica!

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Dario Mecca Aleina e da lastanzadigreta
  • Anno: 2016
  • Durata: 45:39
  • Etichetta: Sciopero Records – Bonzo the Cat

Elenco delle tracce

01. Creature selvagge
02. 4-4-2
03. Lisa
04. Erri
05. La fatina delle frottole
06. Vita di Galileo
07. Deserto
08. Preludio a deserto
09. Camarade gagarine
10. Inviti superflui
11. Foglia d’autunno
12. Amore e psiche

Brani migliori

  1. Erri
  2. Camerade gagarine
  3. Foglia d’autunno

Musicisti

Leonardo Laviano: voce, chitarra acustica e classica - Alan Brunetta: marimba, bidoni, percussioni, piano rhodes – Umberto Poli: chitarre elettriche, acustiche, weissenborn, cigar box - Jacopo Tomatis: mandolino elettrico, banjolino, clavietta basso, glockenspiel, synth, harmonium - Flavio Rubatto: percussioni, didjeridoo, farfisa, piano rhodes, theremin