ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

Gionata

Daytona

Daytona è il quinto lavoro di Gionata, cantautore fuori dai confini italiani, nel senso fisico del termine, perché vive a Lugano. Dall’atmosfera svizzera di cui si circonda, Gionata si nutre di un pop scanzonato quanto basta da poter decidere provocatoriamente di credere in Disney piuttosto che, e dissemina il suo album di canzoni-filastrocche “impegnate”.
Nel 2005 il suo “Niente di giovane dietro una droga” vince il MEI come miglior soggetto, e questo nuovo album sembra proprio non essere riuscito a raggiungere il livello di quel pezzo. “Daytona” è un salto in un passato color seppia, in quegli anni settanta che parlavano di donne e motori, in un ritrovato fascino marinettiano per la velocità e la tecnologia. La matassa di questi dodici pezzi si dipana tra una voce a volte poco incisiva e sonorità tipicamente pop, frastagliate da guizzi di elettronica che di tanto in tanto intervengono a smuoverle. Che cosa ci fai a Daytona? è l’apripista, un piacevole inno alla vita che muta e fa mutare persone e stati d’animo alla velocità della luce; e la sua domanda tormentone «Che cosa ci fai a Daytona, non ti eri reinventato come piuma?» la dice lunga sul punto di vista dell’autore, che strizza un po’ l’occhio a un Daniele Silvestri habitué delle tematiche sociali affrontate con disincanto (parallelismo che si potrebbe arrischiare anche per A poco da qui, un altro dei brani del disco). Le note successive si snodano ancora sulla metafora delle quattro ruote, mentre Hamburger Dai Pagliacci è una sorta di manifesto programmatico sullo stile di vita da adottare, caratterizzato da «qualche decibel di voce al giorno senza portare mai il volume oltre il tre», stando attenti a capire bene dove si nasconde la vera miseria, magari proprio dietro quello che i media spacciano per «cosa seria».
Poco pop
poi, molto simile a uno di quei tormentoni radiofonici privi di elementi degni di nota, cerca di portarsi dietro una polemica abbastanza sterile sull’onda lunga di un essere o non essere “rock” ripresa tempo addietro da un certo Adriano. E il disco prosegue così. Preferivamo la vecchia versione, quella che con la satira ci faceva riflettere un po’ di più.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2007
  • Durata: 43:59
  • Etichetta: Hansia Records

Elenco delle tracce

01. Che Cosa Ci Fai A Daytona?
02. A-A-A-Aermacchi
03. Hamburger Dai Pagliacci
04. Ognuno Di Noi Ha Il Suo Elvis
05. Cosa Pensano Le Ruote Ai Box
06. Mi Ami?
07. E' Poco Pop
08. Non Calpestate Le Fate!
09. Punto E Virgola
10. Il Mondo Non Lo Sa
11. A Poco Da Qui
12. Gonne E Piume

Brani migliori

  1. Che cosa ci fai a Daytona?
  2. Hamburger dai pagliacci

Musicisti

Gionata Zanetta: voce, testi, musiche
Zeno Gabaglio
: contracello, quartetto d’archi
Roberto Gianini
: batteria
Nino Mauro
: basso, chitarre levante
Claudio Cheulini
: batteria
Davide Conceprio
: solo
Veronica Pacelli
: voce in “Mi ami?”
Marilù Zanetta
: synth