ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Andrea Innesto

Diary of a kid

E’ impossibile menzionare Andrea “Cucchia” Innesto e non associare, in automatico, il suo nome a Vasco Rossi, che dal 1985 accompagna su cd ed in concerto. Il curriculum di Andrea Innesto, sassofonista e vocalist emiliano, è però molto più ampio e può annoverare collaborazioni con artisti come Steve Rogers Band, Loredana Berté, Ornella Vanoni, Patty Pravo e Gianni Morandi.

Diary of a kid (diario di un bambino), il suo recente cd solista, è composto da dieci brani, otto dei quali inediti e due cover, Drive my car dei Beatles e Winelight di Grover Washington Jr. Andrea avrebbe potuto tranquillamente sfruttare la sua fama, legata ad un certo stereotipo musicale, e produrre un lavoro che ne ricalcasse lo stile. La sua scelta è invece stata coraggiosa ed interessante e lo ha portato ad elaborare una sorta di tributo al linguaggio musicale che lo ha formato. Spazio quindi a funk, latin, jazz, musica afro con sfumature di blues e r&b, portate in dote da un mito dell’hammond e del piano come Pippo Guarnera, prezioso collaboratore di Andrea in tutte le tracce dell’album.

Attorniato da un nucleo di musicisti fenomenali, tra i quali è impossibile non citare Matt Laug alla batteria, Claudio “Gallo” Golinelli al basso e il chitarrista californiano Stef Burns, suoi compagni anche nella band di Vasco, Innesto riesce a trasmettere l’entusiasmo e il divertimento che ha sicuramente accompagnato le registrazioni. Diary of a kid si ascolta con piacere, brano dopo brano, e malgrado contenga generi differenti, risulta compatto. Allo stesso modo in cui questi generi lo hanno influenzato da giovane, la speranza è che qualche giovane attuale, grazie a questo progetto, possa incuriosirsi e scoprire orizzonti musicali sino ad ora a lui sconosciuti.

Foto di Dario Salzano e Nino Saetti

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Andrea Innesto, Andrea Lujendo Ventrucci
  • Anno: 2015
  • Durata: 40:00
  • Etichetta: Ultratempo/Self

Elenco delle tracce

01. Transition
02. Tu Eres Yo
03. Be The Body Booh
04. Drive My Car
05. Get Funky With The Beat
06. Winelight
07. I Want To Say Good Bye
08. E’ La Melodia Che Porta Alì
09. Rebirth
10. Traditional Kid

 

 

Brani migliori

  1. Be The Body Booh
  2. Winelight
  3. I Want To Say Good Bye

Musicisti

Andrea Innesto: sax, voce  -  Pippo Guarnera: hammond, piano  -  Matt Laug: batteria  -  Claudio “Gallo” Golinelli: basso  -  Christian Cicci Bagnoli: chitarra  -  Stef Burns: chitarra  -  Daniel Martinez Labana: chitarra  -  Ariane Salimata Diakite: voce