ultime notizie

‘Emozioni. Viaggio tra le canzoni di ...

Quest'anno sono vent'anni che non c'è più. Venti che in alcuni giorni sembrano mille ed in altri, quando i suoi dischi girano e strusciano sotto la puntina, sembrano ...

Erica Boschiero

Dietro ogni crepa di muro

Si intitola Dietro ogni crepa di muro il disco di esordio di Erica Boschiero, una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano. Trevigiana, nata nel 1983, la cantautrice ha recentemente fatto incetta di consensi e riconoscimenti al Premio Bianca d’Aponte 2008, portando a casa sia il premio assoluto che quello per il miglior testo. Ascoltando il cd si capisce come la cantautrice abbia una propria poetica e si inserisca nella migliore tradizione della canzone d’autore italiana: brani come Anita, Costeggio il muro di mattoni rossi, Venezia, Marafta, non lasciano niente all’improvvisazione né sono mai scontati o ammalati di retorica o ruffianeria pop. Mai celebrativa ma – al contrario – assolutamente narrativa, Erica Boschiero dimostra di saper usare il codice in maniera mai gratuita; si muove, riscrive le cose che vede e crea mondi alternativi, non elogia il già esistente in maniera statica e, quindi, inartistica, impoetica. Al contrario, è sempre possibile trovare nelle sue canzoni la voglia di raccontare una storia e il fondamentale senso di dinamismo, di rivoluzione, che ogni buona opera d’arte dovrebbe presupporre.
Tramite le proprie storie, la cantautrice trevigiana si muove così per metafora, come accade in quella che è forse la canzone più riuscita del lavoro, La girandola, dove tutto si fa simbolo, persino lo spostamento metrico dell’accento delle parole, che sposta sicurezze e compie il caos: tutto è perfettamente funzionale al messaggio.
Appare poi fondamentale parlare del lavoro di arrangiamenti di Renato Nota; è fin troppo evidente che, sia la cantautrice che l’arrangiatore, abbiano lavorato rispettando ed esaltando le proprie specificità: la prima organizzando metrica, parole, melodia e atmosfere armoniche; il secondo aggiungendo segno musicale a quello della canzone, cesellando delicatamente e sapientemente le sensazioni sottese. Una brava cantautrice e un bravo arrangiatore: difficilmente viene fuori un brutto disco con questi presupposti.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Erica Boschiero & Renato Nota
  • Anno: 2007
  • Durata: 58:55
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Anita
02. Il matematico e il poeta
03. Costeggio il muro di mattoni rossi
04. Marafta
05. Comignoli
06. Venezia
07. Il monte e il fiume
08. Ecuadoriana
09. Signora dei venti
10. La girandola
11. L’ultima parte

Brani migliori

  1. Anita
  2. Venezia
  3. La girandola

Musicisti

Enrico Pagnin: clarinetto
Valentino Favotto
: pianoforte

Leo Miglioranza
: voce
Damiano Niccolini
: sax
Martin Hlavaĉ
: violino