ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

Esterina

Diferoedibotte

Finalmente Guido Elmi, da produttore lungimirante quale è, ce li ha fatti conoscere. Ci ha consegnato gli Esterina, uno dei rari spiragli di autenticità della discografia italiana attuale. Diferoedibotte è un album d’esordio, ma è carico di dodici anni di esperienze passate non solo a suonare la musica, ma a trovare il modo per poterla innovare. I testi miscelano l’italiano a termini che derivano dal parlare toscano, ma sono così squisitamente cantautoriali (nel senso lato e senz’altro positivo del termine) e si servono di una voce a tratti forse imprecisa ma calda e ruvida, che fa della sua toscanità ostentata uno dei maggiori punti di forza. Le sonorità poi sono un alternarsi di escalation strumentali che richiamano, perché no, un po’ il “fero” a sessioni ritmiche avvolgenti arricchite da chitarre e tastiere incalzanti. 

Le tematiche toccate si focalizzano su un’analisi lucida della superficialità della società moderna, resa ancora più evidente dalla fortissima contrapposizione con quei valori antichi ma semplici vissuti dall’uomo di campagna. Su questo si basa la trascinante Baciapile o una Razza di conquista che lascia senza fiato, nel vero senso della parola. E non bisogna dimenticare l’irriverenza di un’ironia che si serve della purezza dei suoni della natura per raccontare un amore che puro non è, ma incentrato sulla “solida” base del guadagno a tutti i costi. È La nostra storia, che invita caldamente: «amore, attacca la fresa al trattore».
La nostalgia per tutto ciò che è stato sostituito da «un mondo che affoga se stesso» è rimarcata dal suono della fisarmonica, presente in maniera costante in tutti i pezzi più lenti, e molti brani, già di per se costruiti su solide basi melodiche e ritmiche, sono impreziositi da theremin e vibrafono, che danno ancora più forza a un messaggio che già di suo arriva forte e chiaro. 

Diferoedibotte sa di terra umida. E sa di aglio e di sputi. Ma sa anche del sole della Versilia e del filtro beffardo che i cinque toscani applicano alla vita. Il loro sito ci avverte che si tratta di vera propria medicina. Per la salvezza della musica aggiungeremmo noi, con tanto di indicazioni, contenuto, posologia e precauzioni d’impiego. Difficile persino scegliere le pillole migliori. Da usare senza moderazione.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Guido Elmi
  • Anno: 2008
  • Durata: 50:21
  • Etichetta: NoPop

Elenco delle tracce

01. Senza resa
02. Fero
03. Sono come vuoi che sia
04. Povertà
05. Razza di conquista
06. La nostra storia
07. Ciò che resta
08. Sale
09. Gina
10. Strano siccome
11. Baciapile
12. Nodata

Brani migliori

  1. Baciapile
  2. Razza di conquista
  3. La nostra storia

Musicisti

Fabio Angeli: chitarra e voce
Giovanni Bianchini
: batteria
Giovanni Butori
: basso
Alessandro Frediani
: vibrafono, diamonica, theremin, synth e campionamenti
Massimiliano Grasso: tastiere, elettronica e fisarmonica