ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Gatto Ciliegia Contro Il Grande Freddo

Disconoir

Passamontagna calati sul volto. Vestiti scuri, il revolver infilato nei pantaloni. I due loschi figuri si avvicinano al portone di ferro. Entrano e lo sorprendono nel corridoio. In un attimo il suo cervello è spappolato sul divano. Sangue. La morte è ovunque nell'aria, l'odore di cordite si è appiccicato alle narici dilatate dall'adrenalina e non va più via. Non è una cronaca della Milano di Scerbanenco, ma “videocrimine n°4”, un piccolo filmato che accompagna Song Songun, una delle tracce più intense dell'ultimo disco dei Gatto Ciliegia Contro Il Grande Freddo (ce ne sono in programma uno per ogni collaboratore del disco).

La band torinese torna sul “luogo del crimine” dopo quattro anni, per un disco fuori dagli schemi, sempre imperniato sulla loro originale interpretazione del post-rock strumentale, ma generato dalla collaborazione con lo scrittore Dario Voltolini. Alcune suggestioni noir, di storie di crimine sordido ed efferato, sono interpretate da Moltheni (Stella che non dimentica) e gli altri ospiti. Per il resto è pura suggestione cinematografica (tipica della loro musica) virata sangue e cordite: Quando eravamo re fornisce lo scenario per una antropologia culturale del paesaggio sonoro, fatto di languori ambigui, tra le chitarre sognanti e il basso spettrale e lugubre, di ritmo lento che assomiglia a una marcia funebre.
Pochi gli sprazzi di luce, forse la sola Stella che non ricorda niente, dove la salvezza è affidata esclusivamente all'oblio. Per la diffusione, Disconoir si adegua alle ultime tendenze: doppio formato, digitale e vinile+cd, direttamente dal sito della band. Quel che conta è la musica, che si pianta nello stomaco come una pallottola. Calda e definitiva.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica:
  • Anno: 2008
  • Durata: 49:45
  • Etichetta: Autoprodotto/42records

Elenco delle tracce

01. Quando eravamo re
02. Niente baci alla francese
03. Doctor Killdare
04. Stella che non dimentica
05. Noir n. 5
06. Song Songun
07. Stella che non ricorda niente
08. Confessioni di un cuoco criminale
09. Alla fine dei conti
10. Tempo dopo
11. Come una milonga

Brani migliori

  1. Stella che non ricorda niente
  2. Song Songu
  3. Come una milonga

Musicisti

Fabio Perugia : chitarre, programmazione
Max Viale
: chitarre, synth
Gianluca Della Torca
: basso
Christian Alati
: synth, campionatore
Lucio Sagone
: batteria

Moltheni: voce in #4
Pier Ferrantini
: voce in #7
Corrado Nuccini
: voce in #8