ultime notizie

Note d’Autore: l’omaggio a ...

di Andrea Direnzo Tanti suoi brani sono hit planetarie, molti altri fanno parte della memoria collettiva musicale del nostro Paese. L’elenco sarebbe davvero lungo e finirebbe per togliere spazio ...

I Fandango

Dritto Al Cuore

Melodie e testi à la Nek, voce che ricorda l’ultimo Pelù – quello più educato, per intenderci – e qualche sparuta finezza ritmica in stile Negramaro: i riferimenti prevalenti di questo Dritto Al Cuore, esordio della band milanese I Fandango (si chiamano proprio così, articolo compreso), rientrano tutti nei confini nazionali. E in effetti il risultato è pienamente inscrivibile nel grande calderone del mainstream italiano: il che – se non si prende come assunto iniziale la pomposa cartella stampa, che ci fa attendere dei sedicenti “poeti della musica rock” – è un giudizio nient’affatto disprezzabile: la band sa giocare bene le proprie carte (accattivante il lavoro della guest star Scopaz, bassista di Ramazzotti che qui unisce gusto e funzionalità), suona il suo pop/rock con pulizia, diligenza e cognizione di causa, compone cosette sempre ascoltabili e talvolta persino gustose (Dimmi Che Sarai, Ti Chiedo Scusa, Come Nelle Favole). Lo stampo è molto classico, ed è chiaro che il trio si ponga entro solchi già ampiamente dissodati, ma la produzione artistica di Rossano Eleuteri – vera eminenza grigia del progetto – riesce a rendere il prodotto competitivo e capace di entrare nei palinsesti che contano.

Dal punto di vista delle idee, comunque, nulla per cui fare l’agognato balzo sulla sedia: “Dritto Al Cuore” è un disco che nel giro di qualche settimana probabilmente relegherete sullo scaffale, sommerso tra tanti altri dischi identici quanto a sonorità ed intenzioni. Ma intanto Lorenzo Grasso e soci incassano almeno un paio di potenziali hit buone per il popolo delle fan di Moccia e Muccino, sempre più avido di guru esteticamente validi che sminuzzino l’amore in versione smemoranda.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Rossano Eleuteri
  • Anno: 2008
  • Durata: 38:47
  • Etichetta: Moletto Edizioni Musicali/Eleva International/Deltadischi

Elenco delle tracce

01. Solo un pensiero
02. Dimmi che sarai
03. Ti chiedo scusa
04. Vivo di te
05. L’uragano
06. Ora è già tardi
07. Con il nastro rosa
08. Sei il sogno “più bello che ho”
09. Come il mare
10. Come nelle favole
11. Dritto al cuore

Brani migliori

  1. Dimmi che sarai
  2. Ti chiedo scusa
  3. Come nelle favole

Musicisti

Lorenzo Grasso: voce e chitarra acustica
Davide Didu
: chitarre elettriche
Manuel Saraceno
: chitarre elettriche

Rossano Eleuteri: basso, pianoforte, tastiere, programming
Flavio Scopaz
: basso
Diego Corradin
: batteria