ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Cluster

Enjoy the silence

Un disco piacevole, dall’ascolto veloce, nella migliore tradizione easy listening quello dei Cluster, gruppo vocale genovese e una delle rivelazioni della trasmissione di Rai Due X-Factor. Enjoy the silence  racchiude sei brani, per la maggior parte cover, e due pezzi inediti. Un ep di purissima musica pop, impreziosito dalla tecnica vocale dei cinque ragazzi genovesi formatisi al Conservatorio Paganini del capoluogo ligure: non ci sono strumenti in questo disco, se non la voce e la capacità di riprodurre suoni identici a quella di basso, chitarra e batteria, sulla scia di Bobby McFerrin e di pochi esempi italiani di cui i Neri per Caso sono il fenomeno più conosciuto e le Voci Atroci  sono quello più sperimental-demenziale.

Da brivido la cover di Enjoy the silence che si lascia alle spalle le atmosfere dark dei Depeche Mode e anche la sensualità del rifacimento di Tori Amos per dare alle liriche una veste più dance e pop, soprattutto nel finale.
E le riletture sono i brani più convincenti di questo disco: Don’t you worry ‘bout the thing schiaccia l’occhio ai Manhattan Transfer ma in chiusura anche al rap e al cinema (ci è sembrato di riconoscere qualche passaggio della soundtrack di Beverly Hills Cop). Riferimento che insieme alla musica da film ritroviamo spesso: ascoltando questi pezzi, torna alla mente Piero Umiliani, e anche quei pezzi che Pino Donaggio ha scritto per moltissimi film americani.

Gli inediti Let you go e Droplets sono piacevoli e di facile ascolto: anche qui il rimando alla musica pop a stelle e strisce è forte, r’&’b e pop-fusion alla Toto. Ma mancano ancora di forza e autonomia. Tra le cover, interessante anche Smooth criminal che riprende l’incedere ficcante dell’originale di Michael Jackson per vestirla di una maggiore impronta ritmica grazie alla batteria vocale molto electro.
“Enjoy the silence” non è però la loro opera prima. Prima di questo ep, i Cluster hanno pubblicato “Cement”, con il quale hanno ottenuto tre nomination ai Cara – Contemporary Acappella Recording Awards. Vista la qualità in gioco, non ce ne stupiamo.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Cluster
  • Anno: 2008
  • Durata: 18:11
  • Etichetta: Sony BMG

Elenco delle tracce

01. Enjoy the silence
02. Don’t you worry ‘bout the thing
03. Il pescatore
04. Let you go
05. Droplets
06. Smooth criminal

Brani migliori

  1. Enjoy the silence
  2. Don’t you worry ‘bout a thing

Musicisti

Luca Moretti: basso
Nico Nastos
: tenore, batteria vocale
Letizia Poltini
: soprano
Erik Mikael Bosio
: baritono
Liwen Magnatta
: contralto