ultime notizie

Lucchetti è il nuovo singolo di ...

Leo Pari è un vero e proprio artigiano della musica pop, dove con questo termine vogliamo evidenziare la sua capacità di attingere dalla scuola cantautorale più consolidata e integrarla con arrangiamenti ...

Nicola Russo

Error 404: heart not found

Difficile immaginare un futuro senza musica per il giovane cantautore campano Nicola Russo, cresciuto con il pallino delle sette note  respirato in famiglia a tutto tondo, compreso il nonno che lo ha sostenuto fortemente per acculturarsi, non poco, in campo musicale. Oggi, polistrumentista ed arrangiatore dei suoi pezzi, convoca Carlo Gentiletti (già con i Neri per Caso, Sepe, 24 Grana) per affidargli missaggio e mastering dei 13 pezzi di Error 404: heart not found: titolo filo-enigmatico ma che rivela sottotraccia il “grido” generazionale in cerca del recupero dei sentimenti tangibili e di risposte reali e visive, lontano da vacui materialismi illusori.

Il singolo Narghilè prende le redini dell’opera aprendo con trama acustica nitida e pulita per cucire, cosi, un atto elegante, mentre le cinesinerie iniziali e di sottofondo di Relax fanno da base a soluzioni finemente ponderative, narrate con giovanile modernità. Infatti, Nicola sa cavalcare bene il flusso sonoro che arriva nell’immediato, calando le belle trame del trittico pop-trap di Fuori di me, Cuggì e Non so che mi aspetta. Invece, infittisce l’eloquio testuale nell’asettica ed incisiva Looney Tunes, ricamata con controcanti pertinenti. Il Nostro  racconta, incalza, cala l’ironia quando serve senza premeditazioni di sorta ma, talvolta, la sua tracimazione testuale andrebbe un po’ contenuta per non affollare troppo l’impalcatura messaggistica che insegue ovunque, riuscendo spesso nel suo intento, nonostante un episodio come Mi chiedi perché, che ostenta sicuramente passione ma formicola sospetti del “già sentito”. Tuttavia, con i cinque colpi in canna che restano ancora da sparare, l’obiettivo di Nicola è centrare il risultato che si prefigge, ovvero comunicare l’urgenza di recuperare emozioni e tatto reali che stagnano nell’anima giovanile e  pronte ad emergere se stanati con il giusto piglio di volersene riappropriare. A quel punto,  i desideri tornano ad essere Sogni in grande eludendo ed isolando il Brutto vizio di un’esasperante digitalizzazione fin troppo spersonalizzante e sterile. Al capolinea, staziona la placida Parapiglia che, in meno di tre minuti, sa congedarsi con l’efficacia di un minimal mood congegnato con equilibrata fantasia assemblativa.

Benché anche Nicola sia ricorso all’uso di e-drums, autotune, vocoder o wave-tune, la progettualità denota il suo talento ancora grezzo ma con un potenziale enorme prossimo alla maturazione, piazzato sulla rampa calda ed imminente di un lancio da perfezionare ma che non tarderà ad attuarsi. Intanto, nell’obice dell’arma ideativa è installato Error 404: heart not found: per il colpo consacrativo bisogna attendere ancora un po’, però sappiate che  il countdown è già cominciato.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2020
  • Durata: 41:05
  • Etichetta: Elios Recording/Hungry promotions

Elenco delle tracce

01. Narghilè
02. Relax
03. Fuori di me
04. Cuggì
05. Looney Tunes
06. Non so che mi aspetta
07. Mi chiedi perchè
08. C’ho solo un kilo
09. Sogni in grande
10. Scegli me
11. Brutto vizio
12. Sere wild
13. Parapiglia

Brani migliori

  1. Looney Tunes
  2. Fuori di me
  3. Narghilè

Musicisti

Nicola Russo: tutti gli strumenti